Lettera a Conte: accettare le condizioni del MES è un tradimento!



La presidente di Movisol Liliana Gorini ha mandato oggi la seguente lettera di protesta a Conte, che possono mandare anche i nostri lettori, all’indirizzo presidente@pec.governo.it, o ad altri politici di loro scelta.

Egregio Presidente Conte,
aver accettato all’Eurogruppo di ieri il compromesso proposto da Olanda e Germania, su un presunto MES “light” che non sarà affatto leggero, è un tradimento, un tradimento della fiducia che ancora buona parte degli italiani riponeva in Lei, un tradimento dello nostra Costituzione, che invita a tutelare la salute degli italiani ed il bene comune, un tradimento nei confronti delle 18.000 vittime dei tagli al bilancio sanitario imposto dall’UE negli ultimi dieci anni. Il governo italiano ha di fatto accettato il Mes. Dichiara di averlo fatto senza condizionalità, ma basta andare sui profili dei governanti olandesi per capire che non sia così. E d’altra parte non poteva esser così visto che nell’ordinamento europeo sono le norme di rango primario (nella fattispecie l’art. 136, co. 3 del TFUE) a valere. Non v’è possibilità di accordi di tipo contrattuale che superino le norme primarie. Per esser vero ciò che adesso dice la propaganda governativa, uscente da una vera e propria Caporetto, bisognava modificare l’art. 136 TFUE. Ma non lo hanno fatto!
Quindi, i pensionati si preparino a nuovi tagli, i dipendenti del pubblico impiego idem, la sanità, le infrastrutture, la manutenzione di base altrettanto,
Arriverà adesso qualche soldo, ma a darcelo saranno gli usurai (vedi Mes) in mano a cui ci avete messi.
C’erano altre possibilità, tra cui chiedere crediti alla Banca Asiatica per gli Investimenti Infrastrutturali, dato che l’Italia il maggio scorso ha aderito alla Iniziativa Belt and Road della Cina. Nel momento del bisogno ad aiutarci c’erano i medici cinesi, russi, cubani e albanesi, mentre non si è visto neanche un medico olandese o tedesco, anzi, gli olandesi ci hanno criticati perché salviamo gli anziani che loro vorrebbero lasciare morire.
C’era la possibilità di dire chiaramente ai burocrati dell’UE che i soldi del MES andranno a salvare gli speculatori, e non i cittadini, e che quindi qualsiasi fondo di aiuto dovrebbe essere preceduto da una netta separazione bancaria, in stile Glass-Steagall (di cui Lei parlò, Presidente Conte, quando fu inaugurato il precedente governo, stranamente da quando in questo governo c’è il PD è sparita anche la separazione bancaria).
Solo con le 4 leggi di LaRouche (Glass-Steagall, una banca nazionale che elargisca credito all’economia reale, grandi progetti infrastrutturali e ricerca scientifica) sarà possibile rimettere in sesto la nostra economia. Sottomettersi agli stessi burocrati dell’UE che hanno provocato la crisi sanitaria con la loro folle politica di austerità e tagli al bilancio è un tradimento, di cui gli italiani si ricorderanno quando torneranno alle urne.
Liliana Gorini
Presidente di MoviSol
Milano