Il Comitato Economico e Sociale Europeo chiede la Glass-Steagall

Due voci autorevoli nel mondo di lingua tedesca hanno chiesto un regime di netta separazione bancaria modellato sulla legge Glass-Steagall introdotta dal Presidente Roosevelt nel 1933.

Il 17 marzo, Il Comitato Economico e Sociale Europeo (CESE) ha approvato, con 291 voti favorevoli e 3 contrari, un memorandum politico indirizzato al Consiglio Europeo che include un appello specifico per la reintroduzione della separazione bancaria sul modello Glass-Steagall. Il CESE è un organismo consultivo dell’UE che rappresenta 350 organizzazioni del lavoro e dell’industria dai 28 paesi membri.

Il relatore del documento era Michael Ikrath, segretario generale dell’associazione delle casse di risparmio austriache fino al 2015. Il passaggio cruciale del memorandum è il seguente:

“Poiché la crisi finanziaria è stata in gran parte causata dalle attività speculative delle banche d’affari, il business bancario speculativo rimane una minaccia latente alla stabilità dei mercati finanziari (.) è necessario separare strettamente le pratiche a basso rischio e l’industria del credito dalle attività ad alto rischio dell’investment banking (.) Il CESE raccomanda l’introduzione di un Glass-Steagall Act nell’Unione Europea, anche alla luce del fatto che altri mercati finanziari (come gli USA e i paesi dei BRICS) ne stanno discutendo la reintroduzione per migliorare la stabilità del settore bancario. Ciò eviterebbe rischi per i risparmiatori e i contribuenti” (vedi).

Il 20 marzo la Deutsche Wirtschaftsnachrichten (DWN) ha pubblicato un’intervista a Elio Lannutti, in cui l’ex senatore e presidente dell’Adusbef ha anch’egli chiesto, tra l’altro, la reintroduzione della separazione bancaria.

“Dobbiamo regolare la creazione di denaro”, ha dichiarato Lannutti, “che attualmente avviene dal nulla con i derivati, e introdurre un sistema di separazione bancaria – cioè la separazione delle banche commerciali dalle banche d’affari – come quella introdotta dal Presidente Roosevelt nel 1933 con il Glass-Steagall Act. Questo ha protetto gli USA dalle bolle speculative per sessantasei anni, e con essi il resto del mondo globalizzato. Bill Clinton ha poi abrogato il Glass-Steagall Act sotto la pressione della lobby bancaria, che aveva finanziato la sua campagna elettorale.”

La posizione di Lannutti sulla separazione bancaria è nota in Italia. Al Senato, egli sostenne una risoluzione scritta dal collega Oskar Peterlini in collaborazione col movimento di LaRouche. In Germania, il dibattito ristagna e l’intervista del segretario di Adusbef smuoverà certamente le acque (vedi).