Gli Stati Uniti faranno la fine ingloriosa dell’Unione Sovietica?

I prossimi vertici del G7 e della Nato, nonché quello tra Biden e Putin del 16 giugno a Ginevra, segnano una fase in cui il partito guerrafondaio transatlantico considera di fare qualche concessione per non alienarsi completamente i partner occidentali (vedi Nord Stream 2) mentre cerca di mantenere il controllo della situazione. Tuttavia, la dinamica strategica non è cambiata.

Vladimir Putin, dal canto suo, ha dichiarato che per lui, ex cittadino dell’URSS, gli Stati Uniti di oggi rassomigliano all’Impero Sovietico avviato al collasso. “Il problema degli imperi”, ha detto Putin parlando al Forum Economico di San Pietroburgo, “è che essi pensano di essere tanto potenti da potersi permettere imprecisioni e piccoli errori”.

“Ma i problemi si accumulano e, ad un certo punto, non si è più in grado di affrontarli. Gli Stati Uniti ora stanno seguendo la via segnata dall’Unione Sovietica e la loro andatura è fiduciosa e sostenuta.” Come esempio degli errori americani, Putin ha citato le sanzioni, che potrebbero portare a una “de-dollarizzazione” e ad una frammentazione dell’economia mondiale.

Ma l’amministrazione USA sembra incurante di ciò, come indica l’intervista concessa il 6 giugno da Biden al Washington Post. Nel frattempo, l’ipertrofico sistema finanziario transatlantico minaccia di crollare. Gli Stati Uniti e i governi europei non hanno adottato grandi piani di investimenti infrastrutturali per la ripresa post-pandemia, hanno perso la leadership nell’energia e nell’esplorazione dello spazio e non hanno creato occupazione produttiva, limitandosi a distribuire aiuti finanziari da debito pubblico e lanciando una cosiddetta “transizione verde” il cui impatto sulla produzione e sui livelli di vita sarà devastante.

La conferenza online dello Schiller Institute il 26 e 27 giugno affronterà questi temi e indicherà le soluzioni. Ecco il link a cui è possibile registrarsi anche per poter accedere alla traduzione in francese o spagnolo, per chi non parla l’inglese: https://schillerinstitute.nationbuilder.com/20210626-27-conference