Conferenza dello Schiller Institute: i primi discorsi tradotti in italiano

Pubblichiamo in italiano i primi interventi della prima sessione della conferenza internazionale dello Schiller Institute che si è tenuta il 25 e 26 aprile, dedicati all’urgenza di un Nuovo Paradigma nei rapporti internazionali. Si tratta dell’introduzione di Dennis Small, dello Schiller Institute, che ricorda come l’economista Lyndon LaRouche avesse previsto già negli anni Settanta lo sviluppo di nuove pandemie a causa della politica di austerità e tagli al bilancio, soprattutto verso i paesi in via di sviluppo, politica che negli ultimi dieci anni ha colpito duramente anche il nostro paese e tutta l’Europa.
Segue l’intervento di Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute (nella foto col marito Lyndon LaRouche, mancato lo scorso anno), che chiede una politica di cooperazione con Cina, Russia ed India per sconfiggere la pandemia e rilanciare l’economia reale, denunciando i tentativi dei neoconservatori americani di accusare la Cina e seguire un corso pericoloso che porta alla guerra.
Subito dopo c’è l’intervento del viceambasciatore russo presso le Nazioni Unite Dimitri Polyanskij.
Nei prossimi giorni pubblicheremo anche gli altri interventi della prima sessione, quello del console generale cinese a New York e quello di Michele Geraci, economista ed ex sottosegretario allo Sviluppo Economico nel precedente governo. Tutti, coralmente, si sono detto d’accordo con la signora LaRouche sull’urgenza di una politica di dialogo e cooperazione e di un vertice tra le quattro potenze per sconfiggere la pandemia e rilanciare la nostra economia.