Al raduno “Italia 5 Stelle” di Imola l’on. Alessio Mattia Villarosa definisce la separazione bancaria “vera lotta” e “futuro”

Il mattino del 18 ottobre i deputati del M5S nella VI Commissione Permanente della Camera (Finanze) hanno riassunto il loro operato davanti ai partecipanti al raduno grillino di Imola.

L’on. Daniele Pesco ha prima parlato dei recenti scandali finanziarii e del supposto suicidio di David Rossi, poi dei derivati finanziarii. Ha riferito dei numerosi tentativi di accedere agli atti di sottoscrizione da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze e degli esposti presentati in Procura e alla Corte dei Conti.

L’on Alessio Mattia Villarosa ha parlato della povertà in Italia e del reddito di cittadinanza (i 13 miliardi stimati necessari sono negati, mentre “le banche hanno ottenuto 3mila miliardi di euro”), quindi della “vera lotta” al sistema del QE, LTRO, ecc. per tutelare le PMI e in generale la nostra Repubblica.

Dopo aver chiesto che il sistema bancario ritorni pubblico, nel senso di quel servizio pubblico che “quei personaggi” stravolsero con le privatizzazioni del 1992, ha affermato:

“La vera lotta va fatta nel sistema bancario, nel sistema delle transazioni, nel sistema del credito”.

“La divisione tra banche d’affari e banche commerciali è il futuro”, ha esclamato, indicando il manifesto dedicato al ripristino della Legge Glass-Steagall, offerto dal Movimento Solidarietà come illustrazione per tutta la durata dell’evento.

Di seguito hanno parlato anche Hervé Falciani, Elio Lannutti, Marco Saba, Enrico Ceci, Gabriele Gigli.

L’intera conferenza, completa di domande e risposte, è visibile sul canale M5sParlamento di YouTube.com: