Regionali: MoviSol sostiene Chiurli in Toscana

di Leonardo Magrini

C’è un candidato in Toscana, Gabriele Chiurli, che non può non ricevere il nostro supporto. Il “fornaio aretino” è entrato in contatto con MoviSol quando, nel 2013, appena entrato in Consiglio Regionale, presentò una Mozione per chiedere alla giunta toscana di sollecitare il governo a deliberare in tema di separazione bancaria. L’anno successivo, sullo stesso argomento, fece approvare una “legge pronta l’uso” il cui testo giace oggi alla Camera.

Nei due anni trascorsi a Palazzo Panciatichi il Chiurli ha spesso denunciato come le ripetute cessioni di sovranità abbiano svuotato le istituzioni italiane dei poteri assegnati dalla Costituzione, fino a presentare, la settimana scorsa, un esposto alla Procura di Firenze nel quale denuncia le più alte cariche dello Stato.

Tra le tante mozioni presentate, troviamo la richiesta al Governo di sospendere i negoziati sul TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership), l’ennesima cessione di potere alle multinazionali, la richiesta di una Commissione d’Inchiesta sulle responsabilità della finanza nell’attuale crisi, la nazionalizzazione della Banca d’Italia, l’uscita dall’Euro, la convocazione di una nuova conferenza internazionale che ridiscuta gli accordi di Bretton Woods e promuova la collaborazione con i BRICS; tutte campagne che MoviSol conduce da anni.

Se da una parte ci si potrebbe domandare in che modo queste problematiche siano di competenza regionale, dall’altra bisogna constatare che lo spazio di manovra dei governatori è stato ridotto ai minimi termini proprio in virtù del “ce lo chiede l’Europa”. Riconosciamo quindi il merito a Democrazia Diretta di essere praticamente l’unico partito, nello scenario toscano, a dichiarare apertamente come stanno le cose.

In questi due anni MoviSol ha spesso affiancato Democrazia Diretta, il movimento fondato da Gabriele Chiurli e Gianfranco Verdelli con il quale si presenta come candidato presidente alle regionali in Toscana. Oltre alle recenti uscite congiunte nei mercati toscani per parlare di BRICS e separazione bancaria, Chiurli ha sponsorizzato eventi importanti come la conferenza di Natalia Vitrenko per denunciare il golpe in Ucraina o la conferenza sull’informazione con Marcello Foa e Raymond McGovern.

Insomma, a differenza di chi i mezzi li ha ma sostiene campagne come la separazione bancaria soltanto a parole, Chiurli ha svolto un lavoro eccezionale. Per questo motivo, chi condivide le campagne di MoviSol, il 31 maggio voterà Democrazia Diretta alle regionali in Toscana.

Vedi anche…