Per iniziativa tedesca l’operazione “Anaconda 16” in verità non è stata condotta sotto la bandiera della NATO

L’esercitazione del mese scorso in Polonia denominata “Anaconda 16” non è stata condotta sotto la bandiera della NATO, benché i media avessero diffuso l’informazione contraria. Ufficialmente era solo un’esercitazione congiunta del Ministero polacco della Difesa e del contingente militare americano in Europa.

Defense News ha riferito il 17 luglio che, “mentre i funzionari di entrambe le nazioni facevano pressioni sui quartieri generali di Bruxelles per dichiarare l’operazione come propria dell’Alleanza Atlantica, la Germania ha capitanato un pugno di nazioni europee contrarie, stando alle fonti”.

“Nell’imminenza dell’esercitazione, ‘vi erano voci nell’Alleanza che erano preoccupate che la cosa fosse troppo grande’, ricorda l’ex comandante supremo della NATO, il Gen. Philip Breedlove. ‘La dirigenza politica dell’Alleanza ha deciso di tenerle separate per non essere troppo bellicosi’, ha dichiarato a Defense News“.

La rivista ricorda che in questo contesto di una sequenza di esercizi militari quasi simultanei, dei quali “Anaconda 16” era il massimo, il Ministro tedesco degli Esteri Frank-Walter Steinmeier ha fatto le sue note dichiarazioni sulle provocazioni della NATO contro la Russia.