image

image

Category Archives: Europa

Il perfido piano per fare della BEI una “banca climatica”

Trova ostacoli il piano di trasformare la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) in un’entità chiamata “climate bank” (banca climatica) che a partire dal prossimo anno sospenderebbe ogni investimento nelle tecnologie e nelle fonti di energia fossili. Il piano, appoggiato dalle fondazioni ambientaliste britanniche, metterebbe la BEI (l’istituto finanziario multilaterale più grande del mondo) in […]

Leggi l'articolo...

Gli agricoltori si mobilitano in Francia e Germania contro la politica dell’UE

Il 22 ottobre sono scesi in piazza gli agricoltori di Francia e Germania, stufi del declino dei loro livelli di vita e della campagna contro l’agricoltura condotta dagli ambientalisti. Centinaia di agricoltori e attivisti di entrambi i Paesi hanno partecipato alla sfilata di trattori di fronte al Parlamento Europeo a Strasburgo col motto “fermiamo l’agro-business”, […]

Leggi l'articolo...

La politica liberista prende tre schiaffi sonori

Nello scorso fine settimana gli elettori hanno impartito sonore sconfitte alle élite neoliberiste in Argentina, Turingia (Germania) e Umbria, veicolando la richiesta di un Nuovo Paradigma di politica economica, sociale e di rapporti internazionali proveniente da tutti i continenti. In Argentina, il candidato dell’opposizione Alberto Fernandez, correndo in ticket con l’ex Presidente Cristina Fernandez de […]

Leggi l'articolo...

Il Consiglio Europeo salva il nucleare dalla furia del Green New Deal

Il 25 settembre il Consiglio Europeo, che riunisce i capi di stato e di governo dell’UE, ha dato il via libera a una proposta per creare un sistema europeo di classificazione, o “tassonomia”, che fornisca agli investitori una lista di quali attività economiche debbano essere considerate sostenibili dal punto di vista climatico. Con grande disdetta […]

Leggi l'articolo...

I costi esorbitanti dell’illusorio piano di azione sul clima del governo tedesco

Mentre 1,4 milioni di persone (quasi tutti giovani) manifestavano per le strade tedesche venerdì 20 settembre, il “gabinetto sul clima” della Cancelliera Angela Merkel approvava un piano di azione che si propone di fungere da modello per il resto del mondo. Ma è improbabile che i numerosi Paesi che hanno optato per lo sviluppo dell’energia […]

Leggi l'articolo...

Il Salone dell’Automobile di Francoforte nel mirino di XR

Gruppi ambientalisti radicali e altri movimenti sotterranei hanno annunciato una mobilitazione contro il Salone Internazionale dell’Automobile di Francoforte (IAA) che si terrà dal 12 al 22 settembre. La polizia teme forti azioni di disturbo e si prepara a essere presente in forze. Si ritiene che l’attacco da parte di attivisti mascherati a un concessionario automobilistico […]

Leggi l'articolo...

Seminario dello Schiller Institute: la Nuova Via della Seta in Africa ed Asia Sudoccidentale

Il 29 agosto si è tenuto a Berlino un seminario ad alto livello dell’EIR e dello Schiller Institute intitolato “Il ruolo della Nuova Via della Seta per la pace e la stabilità in Asia Sudoccidentale e Africa”, con la partecipazione di studiosi dell’Accademia Cinese delle Scienze Sociali. L’evento è stato moderato da Stephan Ossenkopp, che […]

Leggi l'articolo...

Cambiamenti climatici tra Atene e Berlino

Il nuovo governo greco, guidato dal partito conservatore Nuova Democrazia, promette di essere più servile del governo precedente verso i creditori della Grecia. Riconoscendo i nuovi padroni, il Premier greco Kyriakos Mitsotakis (foto) ha fatto visita a Berlino il 28 agosto per incontrare la Cancelliera tedesca Angela Merkel e, stando ai resoconti sui media greci, […]

Leggi l'articolo...

Elezioni locali in Germania: indeboliti i partiti di governo

Le elezioni nei due Stati orientali del Brandeburgo e della Sassonia hanno fatto registrare forti perdite per i democristiani della CDU e per i socialdemocratici della SPD, una conseguenza non tanto delle considerazioni regionali degli elettori, ma piuttosto del malcontento generale verso quei due partiti. Se si tenessero ora le elezioni politiche, la CDU e […]

Leggi l'articolo...

Il mondo non ha bisogno della City di Londra, ma di Cina e Russia sì

Mentre il mondo entra in una recessione globale e i banchieri centrali complottano “soluzioni” al collasso finanziario che equivalgono ai sacrifici umani di massa, il G7 a Biarritz ha dimostrato ancora una volta di essere un organismo che inutile. Emmanuel Macron ha messo i cambiamenti climatici in cima alla scaletta, ricevendo una meritata accusa di […]

Leggi l'articolo...

Corbyn chiede un voto di sfiducia ed elezioni anticipate per fermare la Brexit senza accordo

Il leader laburista Jeremy Corbyn ha annunciato giovedì che intende chiedere un voto di sfiducia per il governo di Boris Johnson quanto rientrerà il Parlamento in settembre, al fine di impedire l’intenzione di Johnson di attuare la Brexit il 31 ottobre senza un accordo con l’UE che sostituisca la politica esistente su commercio, investimenti, viaggi […]

Leggi l'articolo...

Angela Merkel porta a compimento l’inverdimento del governo tedesco

La Cancelliera tedesca Angela Merkel ha dichiarato a una conferenza per la stampa a Berlino il 1 agosto che le manifestazioni per il clima del movimento dei venerdì per il futuro “hanno indubbiamente contribuito” all’agenda sulla tutela del clima del proprio governo. Le misure da prendere verranno decise dal “gabinetto sul clima” durante la sessione […]

Leggi l'articolo...

La scelta è tra il monetarismo del FMI o la Nuova Via della Seta

O reinventeremo l’ordine monetario del dopoguerra (FMI, Banca Mondiale ecc) o il mondo transatlantico diventerà irrilevante e il paradigma della Nuova Via della Seta diventerà dominante. Questo, in sintesi, è il messaggio dato dal Ministro delle Finanze francese Bruno Le Maire (foto) a una manifestazione sul 75esimo anniversario della conferenza di Bretton Woods il 16 […]

Leggi l'articolo...

UE: la von der Leyen presenta la sua agenda ambientalista radicale

La priorità assoluta nella politica dell’UE sarà “la tutela del clima”, come ha chiarito abbondantemente la nuova presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen nel suo discorso a Strasburgo il 16 luglio. Facendo eco alla linea dei “fondamentalisti del clima” ha dichiarato che “la nostra sfida più pressante è mantenere sano il nostro pianeta”, […]

Leggi l'articolo...

Ursula von der Leyen rappresenta il sistema in bancarotta che chiede lo spopolamento

Il discorso del 16 luglio di Ursula von der Leyen ha fatto accapponare la pelle perché rappresenta un rilancio dell’ambientalismo ideato dall’Impero britannico per attuare il sogno maltusiano di spopolamento globale. La fondatrice e presidente dello Schiller Institute, Helga Zepp-LaRouche, ha lanciato l’allarme, ricordando la richiesta del 2011 del cavaliere dell’Impero Britannico Hans Joachim “John” […]

Leggi l'articolo...

Rinnovabili e speculazione finanziaria minacciano la Germania di gravi black-out

In tre distinte giornate del mese scorso, il 6, 12 e 25 giugno, il carico base di energia elettrica prodotta in Germania ha subìto tali riduzioni che è stato impossibile mantenere la rete elettrica alla tensione di 50 hertz necessari per garantire una fornitura ininterrotta di elettricità. L’intera “sicurezza del sistema” era minacciata da un […]

Leggi l'articolo...

La Commissione UE tenta di ricattare anche la Svizzera

È pratica comune che leader di governo e di istituzioni uscenti si astengano dal prendere decisioni dalle gravi conseguenze a lungo termine. Ma la Commissione UE uscente fa esattamente l’opposto. Con l’Italia ha chiesto l’avvio di una procedura d’infrazione sul debito finora non mai applicata e che, se approvata, applicherebbe un meccanismo infernale di ispezioni […]

Leggi l'articolo...

E’ pensabile un ritorno all’energia nucleare in Germania?

In Germania è iniziata una discussione sulla necessità del ritorno al nucleare, anche se dal punto di vista pragmatico e limitato al raggiungimento degli “obiettivi climatici” stabiliti. Ciononostante è stata rotta la censura, che dura da otto anni, sul dibattito nucleare, e giusto in tempo, visto che le centrali nucleari dovrebbero essere chiuse entro la […]

Leggi l'articolo...

La crisi del governo austriaco rientra in un piano più ampio di destabilizzazione

La pubblicazione di un video girato in segreto che mostra il vicecancelliere austriaco Heinz Christian Strache durante un incontro privato, con una bionda presumibilmente russa che si offre di investire denaro illegale in Austria, ha provocato il 18 maggio le dimissioni immediate del leader del Partito della Libertà dal governo. Rilanciato ampiamente da tutti i […]

Leggi l'articolo...

Dopo le elezioni europee: è ora di avviare una discussione seria sulla politica economica

Le elezioni europee sono finite. Sono state presentate come una gara tra le forze pro UE ed anti UE, tra europeisti e populisti, ma è mancato un dibattito sulla sostanza di quella che dovrebbe essere una politica dell’UE. Facendo le somme, ci sarà un aumento delle forze populiste nel nuovo Parlamento Europeo, ma non c’è […]

Leggi l'articolo...

L’ex ambasciatore greco Chrysanthoupoulos inchioda la Commissione UE sull’austerità

Il 12 gennaio scorso, l’ex ambasciatore greco Leonidas Chrysanthopoulos inviò una lettera alla Commissione Europea esigendo il risarcimento dei danni per il taglio del 60% della pensione, come conseguenza della politica di austerità imposta dall’UE alla Grecia. La Commissione ha risposto solo l’8 maggio, quattro mesi dopo, quando Chrysanthopoulos ha pubblicato la propria lettera sui […]

Leggi l'articolo...

L’ambasciatore Chrysantopoulos: come l’UE viola i trattati e ignora i suoi cittadini

L’ambasciatore Leonidas Chrysantopoulos, ex segretario generale dell’Organizzazione di Cooperazione Economica del Mar Nero, ha deciso di rendere pubblico un suo ricorso alla Commissione Europea per risarcimento danni a seguito del taglio del 60% della pensione come parte della politica di austerità imposta dalla Troika alla Grecia. Come ha spiegato a Movisol, per Chrysantopoulos si tratta […]

Leggi l'articolo...

Mentre si avvicinano le elezioni europee, la propaganda russofoba diventa uno sport popolare in Germania

In occasione del 70esimo anniversario della NATO celebrato il 4 aprile a Washington, la propaganda contro la Russia, in particolare contro Vladimir Putin, è giunta al culmine nei media dominanti e negli ambienti politici in Germania. La sera stessa Claus Kleber, conduttore del magazine informativo heute journal sulla rete televisiva ZDF, la seconda rete pubblica, […]

Leggi l'articolo...

Jacques Cheminade sul rogo di Notre Dame

Jaccques Cheminade, ex candidato presidenziale francese e leader di Solidarité et Progrés, ha rilasciato ieri sera la seguente dichiarazione sul rogo di Notre Dame. “Ho appena appreso dell’incendio alla cattedrale Notre Dame de Paris. Desidero esprimere la forte emozione che proviamo tutti, amici e alleati politici, un’emozione ancor più forte perché abbiamo appena concluso il […]

Leggi l'articolo...

Il Parlamento britannico teme la Nuova Via della Seta

La Commissione Affari Esteri della House of Commons (camera bassa) del Parlamento britannico ha pubblicato il 4 aprile un documento strategico in cui si raccomanda al governo di Sua Maestà di non firmare alcun Memorandum d’Intesa con la Cina sulla Belt and Road Initiative (BRI, o Nuova Via della Seta). Lungi dall’essere un semplice atto […]

Leggi l'articolo...

Mentre l’economia tedesca è in stallo, Duisburg guarda alla Nuova Via della Seta

Gli ultimi dati recenti sull’economia tedesca, la principale in Europa, non sembrano promettenti. Alcuni indicatori: gli ordini esteri per l’industria sono in declino da diversi mesi consecutivi; il principale gruppo di consiglieri economici del governo è stato costretto a correggere la propria prognosi per il 2019, da una crescita dell’1.9% a solo lo 0.8%; la […]

Leggi l'articolo...

Fondata in Germania una nuova iniziativa di PMI per la Nuova Via della Seta

Il 29 marzo, nella città portuale di Brema è stata ufficialmente fondata l’Associazione Federale per la Via della Seta Tedesca (BVDSI). Il fatto che la nuova iniziativa rifletta il desiderio delle piccole e medie imprese tedesche di cooperare all’interno dell’Iniziativa Belt and Road cinese ha già provocato commenti preoccupati e in parte anche maliziosi dei […]

Leggi l'articolo...

Cheminade: la Francia segua l’esempio dell’Italia sulla Nuova Via della Seta

Traduciamo una dichiarazione dell’ex candidato alla presidenza della Francia, Jacques Cheminade, inviata alla stampa nazionale e ad alcune istituzioni francesi alla vigilia della visita di Xi Jinping a Nizza. Ora che la visita del Presidente cinese è conclusa, l’autore la ripropone quale appello a trasformare in azioni le parole spese durante il minivertice tra Angela […]

Leggi l'articolo...

Vaclav Klaus denuncia l’agenda del Club di Roma e la mancanza di democrazia nell’UE

L’ex Presidente della Repubblica Ceca Vaclav Klaus ha accusato l’Unione Europea di essere un sistema corrotto e inefficiente come il Consiglio per la Mutua Assistenza Economica, o COMECON, l’organizzazione guidata dall’Unione Sovietica che decideva delle economie dell’Europa Orientale tra il 1949 ed il 1991. Klaus ha vissuto sotto il comunismo per quarant’anni ed è stato […]

Leggi l'articolo...

Congratulazioni dalla Francia per il convegno sulla Nuova Via della Seta a Milano

Riceviamo da Jacques Cheminade, ex candidato presidenziale francese, e volentieri pubblichiamo questo messaggio di congratulazioni. Da tutti i membri e sostenitori del partito francese Solidarité et Progrès, congratulazioni a MoviSol ed alla Regione Lombardia per aver organizzato il convegno del 13 marzo sulla Nuova Via della Seta. Questo convegno giunge nel momento più appropriato, 9 […]

Leggi l'articolo...

La decarbonizzazione costerà cifre astronomiche

Il governo tedesco si è posto l’obiettivo di raggiungere il 100% di decarbonizzazione del settore dei trasporti entro il 2050. Quello che ciò significa e quali saranno i costi è stato oggetto di uno studio dell’Associazione di Ricerca dei Motori a Combustione (FVV), presentato in grande stile alla Conferenza Internazionale dei Motori a Combustione Interna […]

Leggi l'articolo...

Una “nuova architettura di sicurezza” è nell’interesse dei paesi europei

L’evoluzione del quadro strategico è caratterizzata questa settimana da una possibile svolta decisiva nei negoziati commerciali tra Stati Uniti d’America e Repubblica Popolare della Cina e dal secondo vertice tra Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un, previsto per il 27-28 febbraio ad Hanoi. Allo stesso tempo, il “partito della guerra” transatlantico è in […]

Leggi l'articolo...

Il “canto del cigno” degli eurocrati a Strasburgo

I brutali attacchi e i veri e propri insulti che i leader eurofanatici del Parlamento Europeo hanno riservato al Primo Ministro italiano Giuseppe Conte il 12 febbraio a Strasburgo erano “il proprio canto del cigno”, come lo stesso Conte ha commentato in un’intervista ai quotidiani italiani il 14 febbraio. Conte ha compiuto di Strasburgo la […]

Leggi l'articolo...

La crisi franco-italiana accelera la decomposizione dell’UE

Il 7 febbraio, il governo francese ha richiamato l’ambasciatore a Roma in risposta alla presunta “interferenza” italiana negli affari interni della Francia. Questo, nello stesso momento in cui Parigi e altri governi europei stavano allestendo una sorta di coalizione dei volenterosi per rovesciare il presidente eletto del Venezuela Nicolas Maduro. La crisi franco-italiana, la peggiore […]

Leggi l'articolo...

La politica energetica tedesca è “la più stupida del mondo”

Questo è il titolo di un editoriale del 29 gennaio sul Wall Street Journal, scritto dopo che la Commissione per l’Uscita dal Carbone tedesca aveva concluso la seduta finale con la raccomandazione di chiudere le centrali a carbone entro il 2038. “Avendo sprecato innumerevoli miliardi di euro nelle rinnovabili e inflitto costi dell’energia tra i […]

Leggi l'articolo...

Cheminade: il movimento dei gilet gialli rifiuta il vecchio paradigma

Mentre la mobilitazione dei gilet gialli in Francia entra nella sua 13esima settimana, esso ha dato il via a una serie di iniziative di protesta in altri Paesi europei. Su questo movimento l’ex candidato presidenziale Jacques Cheminade è stato intervistato da Sophie Shevardnadze per RT; l’intervista è stata pubblicata il 2 febbraio col titolo “Le […]

Leggi l'articolo...

Il Trattato di Aquisgrana, ovvero la tentata fuga in avanti di due anatre zoppe

Il 22 gennaio il Presidente Macron e il Cancelliere tedesco Angela Merkel hanno firmato un trattato d’amicizia tra i due Paesi che può essere giustamente descritto come la creazione di uno “stato unico”. Il Trattato di Aquisgrana viene presentato dagli autori come un “secondo Trattato dell’Eliseo” in riferimento al trattato di amicizia firmato nel 1963 […]

Leggi l'articolo...

Theresa May subisce una sconfitta storica sulla Brexit, ma sopravvive al voto di sfiducia

Pur essendo passata alla storia come il Premier inglese che ha subito la più grande sconfitta al Parlamento in tempi moderni, Theresa May non ha intenzione di dimettersi, e nessuno dei suoi compagni di partito desidera eliminarla, perché a questo punto nessuno desidera prendere il calice avvelenato del Premier al posto suo, né auspicano elezioni […]

Leggi l'articolo...

Il settore dei trasporti austriaco esorta l’Europa ad aderire alla Nuova Via della Seta

La principale rivista austriaca di trasporti, Verkehr, ha pubblicato nel numero 49 uno speciale di venti pagine sulla Nuova Via della Seta, nel quale si consiglia all’Europa di superare lo scetticismo verso la Cina e assumere un ruolo attivo per incrementare la connettività tra Europa e Asia. Il progetto di estendere le ferrovie russe a […]

Leggi l'articolo...

Nel 2019 la priorità per l’Europa sarà lo sviluppo dell’Africa

Il mondo transatlantico si accinge ad accomiatarsi dal 2018 in uno stato di turbolenza e sotto la minaccia di un crac finanziario peggiore del 2008. La protesta di massa in Francia non è che l’ultima manifestazione di una rivolta generale contro il paradigma neoliberista, l’ingiustizia sociale e l’austerità che attraversa il vecchio continente. Emmanuel Macron, […]

Leggi l'articolo...

L’Europa ha bisogno di una visione per l’avvenire!

di Helga Zepp-LaRouche È in corso una rivolta contro Macron, in Francia; il caos sulla Brexit in Inghilterra; la probabile continuazione delle vecchia e fallace politica da parte dei partiti SPD, CDU e CSU, in Germania. Nelle più popolose nazioni dell’Europa i nodi vengono al pettine, dopo anni e anni di politiche neoliberiste. L’Unione Europea, […]

Leggi l'articolo...

Il Portogallo diventa il primo membro dell’UE ad aderire ufficialmente all’Iniziativa Belt and Road

Durante la visita del Presidente cinese Xi Jinping in Portogallo, il 4-5 dicembre, i due Paesi hanno firmato un memorandum d’intesa sulla “cooperazione nel contesto della Via della Seta Marittima e della Belt and Road”, nonostante le pressioni, esplicite e nascoste, esercitate da Bruxelles per non farlo. Il governo portoghese e quello cinese concordano che […]

Leggi l'articolo...

L’Europa paga il prezzo di decenni di monetarismo neoliberista

La rivolta in Francia contro Macron e la sua politica di austerità si sta trasformando in un processo di sciopero di massa; la Gran Bretagna è dilaniata dallo scontro sulla Brexit mentre si disintegra il governo di Theresa May; in Germania i due principali partiti del dopoguerra sono nel caos ma, ciononostante, decisi a non […]

Leggi l'articolo...

Cheminade: ecco che cosa dovrebbe fare un governo degno di questo nome nei confronti dei gilet gialli

Pubblichiamo una dichiarazione di Jacques Cheminade, ex candidato alla Presidenza in Francia Il vostro movimento si batte per un governo del popolo e per il popolo, che è il principio costituzionale della nostra Repubblica. Ciò che un governo degno di questo nome dovrebbe fare è agire conformemente a tale principio. Non accade da quando ci […]

Leggi l'articolo...

Helga LaRouche: ribellione in Europa alla politica di austerità

Nel corso della consueta videoconferenza del giovedì, che pubblichiamo di seguito, Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute, ha affrontato i seguenti temi: La ribellione in Europa, dai gilet gialli alla Brexit, alla crisi politica in Germania – il fermento di massa continua a crescere contro l’ordine neoliberista prossimo all’implosione. L’eccezione in Europa è l’Italia, che […]

Leggi l'articolo...

La Spagna aderisce sottovoce alla Nuova Via della Seta

Nonostante i sabotaggi di Bruxelles, la Spagna ha messo in chiaro durante la visita del Presidente cinese Xi Jinping il 27-28 novembre che anche Madrid ha capito che il futuro sta nella cooperazione con la Cina nell’Iniziativa Belt and Road (BRI, o Nuova Via della Seta). Ancora timoroso di agire indipendentemente dall’Unione Europea, il governo […]

Leggi l'articolo...

L’Unione Europea minaccia il diritto al cibo dei greci

La Grecia doveva essere l’esempio del successo del programma di “aiuti” dell’Unione Europea per salvare un Paese dalla bancarotta con l’austerità sociale. I risultati sono stati devastanti e perfino l’ex capo dell’Eurogruppo Dijsselbloem ha ammesso lo scorso settembre che il programma è fallito, per via delle condizioni troppo dure imposte. Un centro di studi non-profit, […]

Leggi l'articolo...

Si sviluppa in Francia la protesta contro l’austerità di Macron

Il movimento dei gilet gialli ha aumentato la propria mobilitazione la scorsa settimana, dopo le manifestazioni in tutto il paese il 17 novembre, per protestare contro la politica antisociale del governo, incluso il vergognoso aumento dei prezzi del carburante nel nome dell’ecologia. Il 24 novembre centinaia di migliaia di manifestanti hanno partecipato a varie azioni, […]

Leggi l'articolo...

Manifestazione in Grecia a sostegno dell’Italia

Lunedì prossimo, alle 19:00, il movimento di cittadini greci “Diexodos Hellas”, capeggiato da Giorgia Bittakou, terrà davanti all’ambasciata italiana at Atene una manifestazione di solidarietà con l’Italia, impegnata nello scontro con l’Unione Europea. Sostiene la manifestazione anche Leonidas Chrysanthopoulos, ex ambasciatore e amico dello Schiller Institute. Chi voglia far pervenire un messaggio ai manifestanti può […]

Leggi l'articolo...

L’UE si sbriciola e gli eurocrati sognano l’Impero europeo

In preparazione del vertice dell’UE del 4 dicembre, al quale i Paesi membri si presenteranno divisi come non mai, gli unionisti irriducibili si lanciano in una fuga in avanti nel tentativo di mantenere inalterata la costruzione attuale. Il fantasista Emmanuel Macron ha creato grande subbuglio, poco prima delle celebrazioni per il centenario della fine della […]

Leggi l'articolo...

Francia: Cheminade sta con i gilet gialli

Il 17 novembre circa trecentomila francesi hanno inscenato blocchi stradali in tutto il Paese per protestare contro i forti aumenti del prezzo dei carburanti nelle ultime settimane, l’ultimo in una serie di malcontenti per la politica anti-sociale di Macron. La rivolta dei “gilet gialli” ha mobilitato molti cittadini solitamente apolitici, esponenti delle classi medie inferiori, […]

Leggi l'articolo...

Solidarité et Progrès sostiene l’appello degli insegnanti francesi contro i tagli all’istruzione

Dichiarazione di Solidarité et Progrès, il movimento dell’ex candidato presidenziale Jacques Cheminade (foto) nel giorno dello sciopero degli insegnanti. La presente dichiarazione sarà discussa in sessione plenaria dal Parlamento francese, in merito al bilancio del Ministero dell’Istruzione per il 2019. Solidarité et Progrès sostiene l’appello del 12 novembre 2018 di tutti i sindacati degli insegnanti, […]

Leggi l'articolo...

Lo Schiller Institute ad Atene per presentare la prospettiva della Nuova Via della Seta

L’ 8 novembre Dean Andromidas (al centro nella foto), rappresentante dello Schiller Institute e condirettore dell’EIR Strategic Alert, è stato nel porto del Pireo per illustrare al Consiglio dei Direttori dell’Associazione Ellenica degli Armatori della Navigazione a Corto Raggio l’idea del Canale Eurasiatico tra il Mar Nero e il Mar Caspio, in primis proposta dal […]

Leggi l'articolo...

Mentre è in arrivo il crac sistemico, le autorità finanziarie giocano col fuoco

Il Fondo Monetario Internazionale ha appena ammonito nel suo ultimo Economic Outlook che “si prospettano grosse sfide per l’economia globale e per evitare una seconda Grande Depressione”. Il rapporto faceva parte dei preparativi per l’incontro annuale dell’FMI che si è tenuto la scorsa settimana a Bali (vedi https://www.imf.org/en/Publications/WEO/Issues/2018/09/24/world-economic-outlook-october-2018). “È indicativo che l’FMI pronunci la famosa […]

Leggi l'articolo...

Nuovo libro tedesco: il pericolo di guerra viene dall’Occidente

“Perché abbiamo bisogno di pace e amicizia con la Russia” è il titolo di un nuovo libro nelle edicole tedesche che raccoglie articoli di 25 rinomati scrittori, tra cui la giornalista Gabriele Krone-Schmalz, considerata tra i massimi esperti di politica russa, e Willy Wimmer (foto), ex Viceministro tedesco della Difesa. Il libro è stato curato […]

Leggi l'articolo...

Il crepuscolo della Merkel

“Per quanto tempo ancora sarà Cancelliera la Merkel?” titolava il tabloid tedesco Bild il 26 settembre, riferendo i risultati di un sondaggio dell’INSA pubblicato il giorno prima. Dopo la serie di crisi all’interno della Grande Coalizione (CDU/CSU ed SPD), il 36% degli interpellati ritiene che la coalizione guidata dalla Merkel crollerà prima della fine della […]

Leggi l'articolo...

Nasce BRIX durante il Forum svedese sulla Nuova Via della Seta

“Se vuoi arricchirti, per prima cosa costruisci una strada!”, dice un vecchio proverbio cinese citato da Hussein Askary, esponente dello Schiller Institute, nel moderare il II Forum Commerciale Sino-Svedese, ospitato dal Consiglio Commerciale Sino-Svedese e dalla neonata associazione chiamata Belt & Road Executive Group in Sweden (BRIX) presso il Grand Hotel Winter Garden di Stoccolma, […]

Leggi l'articolo...

Sovranità nazionale e ritorno ai principii di Westfalia

La dinamica messa in moto dalla Iniziativa Belt and Road cinese è stata un fattore determinante, anche se discreto, dell’Assemblea Generale dell’ONU di quest’anno. Il Ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha tenuto molti incontri bilaterali con altri leader di rilievo mondiale ed è intervenuto in numerose conferenze a New York, durante le quali ha […]

Leggi l'articolo...

Lo spirito della Via della Seta e l’Europa delle tre scimmiette

La scorsa settimana abbiamo documentato come Cina e Russia abbiano recentemente rafforzato la cooperazione economica e strategica. Questo processo non sarà disturbato dalla recente decisione del Dipartimento di Stato americano di applicare sanzioni al Dipartimento di Sviluppo dei Macchinari di Pechino e al suo direttore, per l’acquisto di forniture militari russe nel 2017. La Cina […]

Leggi l'articolo...

La Grecia esce dai programmi della Troika in pessime condizioni economiche

Con grande fanfara è stato annunciato in agosto che la Grecia è uscita dai programmi di aiuto della Troika. Ma non è stato detto che l’infame programma dell’UE ha lasciato l’economia greca in uno stato di collasso. Il PIL è crollato di un terzo dal 2008, il debito estero supera i 337 miliardi di Euro, […]

Leggi l'articolo...

Corbyn lancia la campagna “fabbrichiamo in Gran Bretagna”

Il leader laburista britannico Jeremy Corbyn ha lanciato una campagna per la re-industrializzazione, “fabbrichiamo in Gran Bretagna”, con un discorso a Birmingham rivolto agli imprenditori. Anche se lo nega, Corbyn ha suonato un po’ come un Donald Trump laburista, includendo un duro attacco alla City di Londra. Corbyn ha accusato il Partito Conservatore di continuare […]

Leggi l'articolo...

Il destino della City di Londra è determinante per la Brexit

Se Theresa May riuscirà nel suo intento, il governo britannico negozierà con l’UE un accordo per mantenere la piena integrazione finanziaria e i privilegi della City di Londra. Il libro bianco sul rapporto tra Regno Unito e Unione Europea, dal titolo The Future Relationship between the United Kingdom and the European Union, pubblicato il 12 […]

Leggi l'articolo...

Il governo May le prende da tutti i lati

È stata una settimana dura per la Premier britannica Theresa May. Quarantotto ore dopo dopo aver annunciato che il governo britannico è unito dietro la sua nuova strategia per la Brexit, si è dimesso David Davis, il suo principale negoziatore. Poche ore dopo si sono dimessi altri quattro Ministri, tra cui quello degli Esteri Boris […]

Leggi l'articolo...

Istituto austriaco propone la Via della Seta Europea dall’Atlantico agli Urali

Il governo austriaco, che ha assunto dal 1 luglio la presidenza di turno dell’UE, ha già indicato l’intenzione di indire un vertice speciale UE-Africa entro la fine dell’anno e di operare per allentare le sanzioni imposte contro la Russia. Vienna potrebbe anche promuovere un importante progetto infrastrutturale, se adottasse la proposta di una Via della […]

Leggi l'articolo...

Ucraina: il PSPU vince una battaglia importante per la democrazia

Il 4 luglio il Partito Socialista Progressista Ucraino (PSPU), guidato dalla nota economista Natalia Vitrenko (foto), ha vinto l’appello contro il Ministero della Giustizia, che si era rifiutato di registrare il partito secondo le nuove leggi, così impedendogli di presentare candidati alle elezioni e aggiungendosi agli atti di squadrismo e banditismo condotti contro membri e […]

Leggi l'articolo...

Infrastrutture e corridoi di sviluppo per Mediterraneo, Africa e Asia

Collegamenti Stabili nel Mediterraneo e Ponte di MessinaDai corridoi Africani alla Via della Seta Venerdì 23 febbraio 2018, dalle 9:15 alle 17:45, si teneva a Novedrate (CO) il convegno organizzato dall’Università eCampus per approfondire le tematiche, le criticità e le prospettive legate ai collegamenti nel Mediterraneo, con particolare attenzione alla complessa questione del ponte sullo […]

Leggi l'articolo...

Seminario sulla Nuova Via della Seta a Zurigo

Il 23 giugno si è tenuta a Zurigo, indetta da Impulswelle, un’associazione svizzera che collabora con lo Schiller Institute, una conferenza su “La Nuova Via della Seta come ponte tra Est ed Ovest”. Diversi relatori hanno affrontato differenti aspetti della politica della Nuova Via della Seta, dalla storia all’economia, dalla risposta dell’Occidente allo sviluppo dell’Africa. […]

Leggi l'articolo...

Si incrina sui migranti il sistema politico tedesco

Per la prima volta dal 1976, l’alleanza tra i partiti democristiani CDU e CSU si è incrinata sul tema dell’immigrazione. Un’indicazione della gravità della situazione è l’annuncio di una seduta comune dell’amministrazione bavarese, guidata dalla CSU, e il governo austriaco il 20 giugno a Linz. Le posizioni delle due amministrazioni sui migranti sono molto vicine […]

Leggi l'articolo...

Il Consiglio Europeo segua l’esempio di Singapore sviluppando l’Africa!

di Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute internazionale Il contrasto non potrebbe essere più evidente. A Singapore, il vertice storico tra il Presidente americano Donald Trump e quello della Corea del Nord Kim Jong-un ha avviato un processo che, andando ben oltre la regione stessa, potrebbe garantire la pace mondiale in futuro; al contempo la […]

Leggi l'articolo...

E’ fattibile la galleria ferroviaria sotto allo Stretto di Gibilterra

La Società Spagnola per gli Studi della Comunicazione Stabile attraverso lo Stretto di Gibilterra S.A. (SECEGSA), nella persona del suo presidente Rafael Garcia-Monge Fernández ha affermato a una conferenza di ingegneri a Gibilterra che, a patto di costruire otto fresatrici dedicate a piena sezione (dette in gergo “talpe meccaniche”), si potrà scavare una galleria ferroviaria […]

Leggi l'articolo...

L’Austria accoglie Putin a braccia aperte e migliora i propri rapporti con la Russia

Il Presidente russo Vladimir Putin ha ricevuto una calorosa accoglienza durante la sua breve visita in Austria il 5 giugno, nell’occasione dei 50 anni di cooperazione tra i due Paesi nel settore del gas naturale. Politicamente, questa è un’altra indicazione dello smantellamento della posizione anti-russa dell’Unione Europea. Il Cancelliere Sebastian Kurz ha dichiarato ai media […]

Leggi l'articolo...

L’establishment transatlantico sente che vacilla il suo potere

L’establishment transatlantico ha reagito con un vero e proprio panico ai negoziati per la formazione del governo in Italia. Il fatto che potesse andare al governo una coalizione euroscettica e, per di più, con la separazione bancaria nel programma, ha spinto i burocrati e i loro controllori a una “fuga in avanti” nel tentativo di […]

Leggi l'articolo...

Nonostante le molteplici crisi, il fattore determinante è il “quadro più ampio”

La spinta propulsiva nei rapporti internazionali è oggi il paradigma “win-win” e il ripudio della geopolitica da esso rappresentato. Tuttavia, vi sono numerosi punti caldi che potrebbero sfociare in un più ampio conflitto. Il mondo ha assistito all’eccidio di civili palestinesi da parte dell’esercito israeliano il 14 maggio, giorno nel quale gli Stati Uniti hanno […]

Leggi l'articolo...

Le nuove sanzioni contro la Russia avranno conseguenze in Europa

Il 16 aprile la commissione dell’industria tedesca per i rapporti con l’Est (Ost-Ausschuss) ha pubblicato un rapporto di quindici pagine sulle conseguenze delle nuove sanzioni del Congresso americano contro la Russia, quantificate in perdite dirette delle imprese tedesche per centinaia di milioni (vedi http://www.ost-ausschuss.de/content/neue-us-sanktionen-gegen-russland). In particolare, il mercato dell’alluminio sarà colpito duramente dato che la […]

Leggi l'articolo...

L’Austria diventa la principale portavoce in Europa della Nuova Via della Seta

Nel maggio scorso sembrava che i rapporti tra Austria e Cina avessero raggiunto il punto più basso, quando il Ministro austriaco dei Trasporti annullò all’ultimo momento la sua partecipazione al Forum Belt and Road a Pechino. Da allora, invece, hanno avuto una rapida ripresa, culminando il 10 aprile nella presenza in qualità di relatore del […]

Leggi l'articolo...

I francesi in piazza contro l’incubo sociale di Macron

Il 22 marzo oltre duecentomila dipendenti pubblici, lavoratori delle ferrovie, studenti, infermieri, insegnanti, controllori di traffico aereo e molti altri, sono scesi in piazza in Francia per protestare contro le riforme sociali ed economiche del governo. Solo a Parigi sono scesi in piazza 50.000 manifestanti, ma anche le altre manifestazioni in centottanta città hanno avuto […]

Leggi l'articolo...

Jens Spahn: il lato oscuro del nuovo governo tedesco

Jens Spahn (nella foto), il Ministro della Sanità del nuovo governo di grande coalizione appena formato a Berlino, ha suscitato grosse polemiche pochi giorni prima del giuramento. Parlando della povertà in Germania, l’11 marzo, ha voluto essere provocatorio sostenendo che “nessuno nel nostro Paese patirà la fame, anche se non esistessero i Banchi Alimentari”. Ha […]

Leggi l'articolo...

Skrypal ucciso dai servizi segreti britannici?

Se lo chiede l’agenzia stampa Sputnik, citando due fonti europee, Marcello Ferrada de Noli, fondatore della rivista The Indicter pubblicata dai Medici Svedesi per i Diritti Umani, ed Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute. Dopo le accuse rivolte dalla Premier britannica May (nella foto con Putin) ai russi per l’assassinio dell’ex spia russa a Londra, […]

Leggi l'articolo...

Ai dazi americani l’Europa dovrebbe rispondere “tacendo” invece di minacciare la guerra commerciale

L’annuncio dei dazi sulle importazioni di acciaio e alluminio ha provocato le proteste della Commissione dell’UE e degli economisti che gridano al “protezionismo” e si prestano a vacue minacce di “rappresaglia”. Un economista tedesco, tuttavia, ha espresso un punto di vista differente: Heiner Flassbeck (nella foto), l’ex economista capo dell’UNCTAD (dal 2003 a tutto il […]

Leggi l'articolo...

I socialdemocratici tedeschi danno l’OK al governo di coalizione coi democristiani

Il referendum tenuto dall’SPD tra i suoi 460.000 iscritti al partito ha assegnato un maggioranza del 66% a favore della nuova Grande Coalizione con CDU-CSU. Il dato sembrerà imponente, ma non è stata ancora data risposta alla domanda: come intende il partito rafforzare il proprio profilo rispetto al partner di coalizione e come il suo […]

Leggi l'articolo...

La conferenza sulla sicurezza a Monaco conferma che il vecchio paradigma è agli sgoccioli

La bancarotta politica, economica e morale dell’usurata concezione geopolitica è emersa ancora una volta alla Conferenza sulla Sicurezza a Monaco (16-18 febbraio). Il livello di ostilità verso la Russia da parte dei rappresentanti occidentali era smisurato, a ruota seguito da quello verso la Cina e condito da una buona dose di anti-Trumpismo. Il ministro degli […]

Leggi l'articolo...

L’Europa difenda i diritti di un partito di opposizione in Ucraina minacciato da squadracce neonaziste

La seguente lettera aperta è stata inviata dal Comitato Centrale del Partito Socialista Progressista dell’Ucraina (PSPU), a seguito della sua riunione del 9 febbraio 2018, in vista di un’udienza in tribunale prevista per il 20 febbraio. Il contesto dell’udienza e del sottostante appello è il seguente: Il 6 luglio 2017 il PSPU è comparso in […]

Leggi l'articolo...

Successo della raccolta firme in Francia per la separazione bancaria

I paradossi colpiscono l’intelletto. In una Francia imbronciata, la mobilitazione nazionale di Solidarité et Progrès del 14 gennaio ha suscitato curiosità e interesse, talvolta emozioni, spesso domande, ma soprattutto entusiamo. Nello spirito di contribuire a far convergere le lotte, Solidarité et Progrès ha organizzato in tutta la Francia, assieme a un numero crescente di associazioni […]

Leggi l'articolo...

La Germania potrebbe presto avere un governo ma non un nuovo paradigma

L’annuncio che i tre partiti negozianti la coalizione di governo avevano raggiunto un accordo sulla road map da seguire è stato in genere accolto positivamente in Germania e all’estero. Angela Merkel, in carica per gli affari correnti da quattro mesi, si è detta ottimista sul fatto che l’opposizione interna alla SPD verrà superata e si […]

Leggi l'articolo...

La visita in Cina di Macron potrebbe cambiare le regole del gioco

Lo sviluppo strategico più importante della scorsa settimana è stato sicuramente la visita di tre giorni in Cina (dall’8 al 10 gennaio) del Presidente francese Emmanuel Macron. Nel corso della visita, Macron ha compiuto un’autocritica verso le politiche sbagliate del passato e ha lodato l’Iniziativa Belt and Road della Cina, annunciando che la Francia si […]

Leggi l'articolo...

Helga Zepp-LaRouche propone un’agenda per le consultazioni in Germania

I negoziati per la formazione del governo che si trascinano da quasi quattro mesi con attori differenti sono caratterizzati dalla mancanza di qualsiasi concetto per il futuro. Questo è il giudizio espresso da Helga Zepp-LaRouche in un articolo pubblicato il 6 gennaio. Il tasso di approvazione di Angela Merkel riflette ciò. Secondo l’ultimo sondaggio DIMAP, […]

Leggi l'articolo...

Voci da Francia, Germania e Italia raccomandano la cooperazione con la Cina

Mentre la visita del Presidente francese Macron in Cina rilancia la Nuova Via della Seta come alternativa alla crisi economica in Europa, recenti dichiarazioni pubbliche del Ministro francese dell’Economia, Bruno LeMaire e dell’ex ambasciatore tedesco Michael Schaefer riflettono il crescente orientamento verso la politica cinese della Belt and Road da parte di ambienti delle élite […]

Leggi l'articolo...

Il Giappone annuncia crediti per la Belt and Road, un esempio per l’Europa

Il governo giapponese pianifica di finanziare progetti della Belt and Road (Nuova Via della Seta) con le proprie istituzioni creditizie, secondo quanto riferisce il quotidiano economico Nikkei il 31 dicembre. “Secondo il piano, Tokyo estenderebbe assistenza finanziaria a imprese giapponesi che partecipassero all’Iniziativa Belt and Road, con un approccio caso per caso”, ha scritto il […]

Leggi l'articolo...

Jeremy Corbyn alla Morgan Stanley: “avete ragione, siamo una minaccia”

Secondo un rapporto della Morgan Stanley pubblicato la scorsa settimana, un governo guidato dal leader laburista Jeremy Corbyn è più pericoloso di una Brexit disordinata. Infatti, i mercati temono che se il governo di Theresa May non sarà in grado di portare a casa l’accordo desiderato con l’UE, potrebbero essere indette le elezioni anticipate prima […]

Leggi l'articolo...

UE: un europeo su cinque è povero

Uno studio presentato la settimana scorsa dall’Ufficio Statistiche sul Redditi e le Condizioni di Vita di Bruxelles (SILC) per il 2016 indica che il 23,4% della popolazione nell’UE, 117 milioni di persone, vive già in condizioni di povertà o rischia a breve di rientrare in questa categoria. Dal 2008 la percentuale non è diminuita. Anche […]

Leggi l'articolo...

L’UE rifiuta una riforma bancaria

Mentre il sistema finanziario accumula livelli di titoli tossici superiori a quelli del 2008, la Commissione dell’UE ha accantonato l’ultima pretesa di riformare il sistema finanziario, ritirando la proposta di legge di “Riforma Strutturale” che giaceva incagliata al Parlamento Europeo dal 2015. Il 24 ottobre, la Commissione ha presentato il proprio “Programma di Lavoro 2018” […]

Leggi l'articolo...

Una lettera aperta di Helga Zepp-LaRouche al Presidente della Germania

Il 4 novembre Helga Zepp-LaRouche ha scritto una lettera aperta al Presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier (nella foto) dal titolo “Il numero di rifugiati nel mondo è arrivato a 66 milioni: i prossimi 50 anni del nostro pianeta”, come risposta al discorso pronunciato dal Presidente tedesco due giorni prima alla Singapore Management University. In quell’occasione, Steinmeier […]

Leggi l'articolo...

La Germania affonda sempre più nel disastro energetico

La politica energetica del governo tedesco, basata sui sussidi alle cosiddette rinnovabili, ha rovinato il mercato tedesco ed europeo per nuovi impianti di carbone e gas. Lo ha dichiarato il 20 ottobre l’amministratore delegato di Siemens, Joe Kaeser (nella foto, con Ivanka Trump). Nella stessa occasione Kaeser ha annunciato che la Siemens abbandonerà del tutto […]

Leggi l'articolo...

Seminario a Parigi sulla Nuova Via della Seta

Lo Schiller Institute francese e l’Accademia Geopolitica di Parigi hanno tenuto il 24 ottobre una conferenza congiunta sulla Nuova Via della Seta, aperta da Ali Rastbeen dell’Accademia Geopolitica e da Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute. Hanno preso la parola anche Christine Bierre, redattrice capo del periodico Nouvelle Solidarité, sulle radici confuciane della Nuova Via […]

Leggi l'articolo...

La dinamica della Nuova Via della Seta è inarrestabile

Il 18 ottobre, il Presidente cinese Xi Jinping (nella foto, col Segretario di Stato USA Tillerson) ha aperto il XIX Congresso del Partito Comunista Cinese presentando una visione ottimistica del futuro per la Cina e per il mondo, basata sul percorso tracciato per i prossimi trent’anni. Puntando sul significato dell’Iniziativa Belt and Road (la Nuova […]

Leggi l'articolo...

Spagna: la secessione deve essere quella dall’Euro

La crescita del movimento indipendentista catalano è in gran parte conseguenza della politica di austerità imposta dall’Unione Europea e dalla BCE a seguito del crac finanziario del 2008 e dei salvataggi bancari. La disoccupazione supera il 20% (per i giovani il 50%) e molti lasciano il Paese in cerca di un lavoro. Secondo la banca […]

Leggi l'articolo...

Quo vadis Europa?

I recenti sviluppi sottolineano le due dinamiche fondamentalmente opposte che stanno evolvendo nel mondo in questo momento. L’approccio geopolitico degli ultimi decenni negli Stati Uniti e in Europa si sta rivelando fallimentare e sempre più manifestamente contrario al bene comune. La rivolta contro questo paradigma è risultata evidente nel voto sulla Brexit, nella sconfitta di […]

Leggi l'articolo...

Il governo francese e l’UE costretti ad accettare il progetto del Canale Senna-Nordeuropa

Il 3 ottobre il governo di Parigi ha raggiunto un accordo per il finanziamento di uno dei più importanti progetti infrastrutturali della storia europea: un canale navigabile di collegamento tra la regione parigina e la rete di canali dell’Europa Settentrionale. Un po’ di storia “Renderò il porto di Anversa un pistola puntata al cuore dell’Inghilterra”, […]

Leggi l'articolo...

Il vero referendum per la Spagna dovrebbe essere sull’adesione alla Nuova Via della Seta

Dichiarazione del Movimiento LaRouche España, 2 ottobre 2017 Dieci anni fa, imbottito di derivati finanziari e altri titoli tossici, privi di qualunque valore intrinseco, il sistema finanziario mondiale fece un tonfo, trascinando con sé l’economia fisica del mondo. Le misure di austerità e l’emissione di moneta fiat in tutta la regione finanziaria transatlantica da parte […]

Leggi l'articolo...

Video conferenza di Helga Zepp-LaRouche sullo “spirito della Nuova Via della Seta”

Giovedì 5 ottobre, alle ore 18 ora italiana (12 ora americana) si terrà la prima di una serie di “webcast”, o videoconferenze internazionali, di Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute e moglie dell’economista americano Lyndon LaRouche, sullo “spirito della Nuova Via della Seta”. La videoconferenza sarà in inglese, è possibile seguirla collegandosi al sito www.newparadigm.schillerinstitute.com […]

Leggi l'articolo...

IL PASSO SUCCESSIVO

Pace e crescita economica!

La Campagna

Editoriali e Video

  • Infrastrutture e corridoi di sviluppo per Mediterraneo, Africa e Asia

    Infrastrutture e corridoi di sviluppo per Mediterraneo, Africa e Asia

  • 1

L’archivio sul vecchio sito

Login Form

scathd.com boxfetish.net extremeclip.net