India e Giappone pensano a progetti congiunti in Africa ed Asia

Citando un diplomatico indiano il quotidiano The Statesman di Kolkata riferisce che l’India e il Giappone hanno dato inizio al processo di identificazione dei progetti da intraprendere congiuntamente nell’ambito dell’iniziativa detta Corridoio di Sviluppo Afro-Asiatico (CSAA/AAGC): “Le due nazioni sono in contatto continuo. L’idea è di lanciare innanzitutto alcuni progetti infrastrutturali nei Paesi africani, che saranno di beneficio per i relativi popoli”.

La fonte ha smentito che lo scopo del Corridoio di Sviluppo Afro-Asiatico sia quello di contrastare la Cina. Ha affermato che “la visione dell’iniziativa indo-nipponica è basata su quattro pilastri: sviluppo e cooperazione sui progetti; infrastrutture di qualità e connettività tra le istituzioni; miglioramento delle capacità produttive; rapporti tra i popoli”.

Forti del successo dell’iniziativa relativamente all’Africa, le due nazioni intraprenderebbero altri progetti in Asia, afferma la fonte. Il Giappone sta investendo anche in progetti infrastrutturali e di connettività nella regione settentrionale dell’India.

“Naturalmente, vorremmo”, continua la fonte, “che l’iniziativa del Corridoio di Sviluppo Afro-Asiatico fosse fondata su norme internazionali universalmente riconosciute, sul buon governo, sul vigore delle leggi, sull’apertura, sulla trasparenze e sull’equità”. (Nella foto il Premier giapponese Abe durante un incontro con Putin).