Thomas Buffenbarger, presidente della IAMAW (International Association of Machinists and Aerospace Workers, il sindacato che associa i lavoratori metalmeccanici e del settore aerospaziale americano), è da molto tempo fautore della separazione netta tra banche commerciali e banche d’affari. Durante un’audizione alla Sottocommissione per le Banche, le Abitazioni e lo Sviluppo Urbano del Senato il 4 giugno, ha dato una breve lezione di economia fisica pienamente condivisibile.

Buffenbarger ha risposto ad una domanda della Sen. Elizabeth Warren, firmataria della legge “21st Century Glass Steagall Act”. Nel corso della discussione sul ruolo delle banche locali nel concedere prestiti alle imprese e rilanciare l’economia, è stato chiesto a Buffenbarger di esprimere il suo punto di vista.

“Il governo deve ricominciare a pensare in grande. La prima cosa, per sostenere le banche locali, è ripristinare la legge Glass-Steagall”, ha risposto.

Sul problema della gestione delle acque, ha ricordato che il Presidente Franklin Roosevelt affidò al suo sindacato, i macchinisti, ed ai lavoratori elettrici, il compito di costruire la Tennessee Valley Authority, un immenso progetto di gestione idrica ed elettrica. “Se si prende questo concetto e lo si estende a livello nazionale, si affronterà il problema delle risorse idriche. E insieme a quello anche il problema delle fognature e dei rifiuti. “Ma c’è anche la questione dell’energia, se generiamo elettricità a basso costo. Quando l’energia elettrica costa poco, questo incentiva la nascita di imprese”. Quindi è un beneficio sia per gli imprenditori che per i consumatori. “E’ qualcosa che merita un serio ripensamento… la TVA fu, insieme alla Previdenza Sociale, uno dei segni distintivi del programma di Franklin Roosevelt.

“Invece oggi ci ritroviamo a lottare perchè il governo vuole privatizzare la TVA, così come ha fatto con le banche locali. E la nostra esperienza come sindacato, con la deregulation, le privatizzazioni dei trasporti, dell’energia, dei prodotto farmaceutici, delle banche, quasi di ogni aspetto della nostra vita, è stata equivalente al termine ‘distruggere’. Perché vogliamo farlo?

“Dunque raccomando la creazione, pensando in grande, di una banca per lo sviluppo. Una banca che promuova l’innovazione, conceda prestiti a basso costo a coloro che vogliono avviare un’impresa. E che ci sia una supervisione per assicurarsi che forniscano posti di lavoro, i posti di lavoro della classe media di cui abbiamo bisogno per sostenere questo paese”. Questa è una sfida, ha concluso, a cui l’America deve nuovamente guardare. Buffenbarger ha inoltre mandato un messaggio di saluto e congratulazioni alla conferenza dello Schiller Institute che si è tenuta a New York il 15 giugno, sottolineando che la “IAMAW e lo Schiller Institute condividono da molto tempo la visione di un mondo basato su concetti di progresso e su idee che conducano ad un futuro migliore per tutte le nazioni”.