Helga LaRouche: tornare a Glass-Steagall e ad un nuovo sistema creditizio

Concludiamo il resoconto della conferenza dello Schiller Institute con una sintesi del discorso di apertura di Helga Zepp-LaRouche.
Nel suo intervento di apertura, Helga Zepp-LaRouche ha fatto appello ai leader dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell’ONU (UNSC) affinché “dichiarino l’intenzione di porre fine all’economia della bisca finanziaria, ripristino un regime [di separazione bancaria] alla Glass-Steagall e un nuovo sistema creditizio sul modello di Bretton Woods per fornire credito a programmi di industrializzazione per i paesi in via di sviluppo. Ciò deve iniziare con la costruzione di un sistema sanitario moderno in ogni nazione del pianeta, in modo da sconfiggere questa pandemia e quelle che potrebbero scoppiare nel futuro.”
Il programma sviluppato dallo Schiller Institute nello studio “The New Silk Road becomes the World Land Bridge”, assieme a “un programma d’urto per la realizzazione dell’energia di fusione e della cooperazione internazionale attorno alla colonizzazione della Luna e di Marte (…) può stabilire la nuova piattaforma economica in cui tutte le nazioni trarranno benefici da una maggiore produttività dell’economia”.
Se questi leader si accorderanno per sostituire lo scontro geopolitico con la cooperazione economica win-win per il bene comune dell’umanità, ciò creerà la base per una nuova architettura di sicurezza e per riaffermare il principio dell’inammissibilità della guerra nucleare.
Nella parte conclusiva del suo intervento la fondatrice dello Schiller Institute ha affermato: “Dobbiamo respingere la cultura popolare degenerata che gli imperi hanno sempre usato per instupidire la popolazione e controllarla degradandone gli impulsi, proprio come facevano i Romani, quando radunavano le masse al circo per assistere agli spettacoli cruenti e divenire complici della decisione se il gladiatore dovesse vivere o morire. E dobbiamo trarre le nostre conclusioni dal fatto che Joe Biden ha rivelato la depravazione della propria controcultura accostandosi a ‘star’ come Cardi B, il cui video rivela l’immagine dell’uomo che l’oligarchia è ben felice di veder adottata dalle masse, perché una popolazione così degradata non ne sfiderà mai il potere.”
“Se l’umanità vuole sfuggire alla catastrofe incombente, le grandi culture del mondo devono far valere le loro tradizioni migliori, le più grandi idee dei loro filosofi e poeti, le più nobili opere dei loro compositori, i più bei capolavori della pittura, scultura e architettura. Dovremmo farci ispirare tutti dai tesori che l’umanità ha prodotto finora e cominciare a pensare come patrioti e cittadini del mondo in un tutt’uno. Non solo sul pianeta terra, ma come membri della stessa specie che presto si stabilirà in un villaggio sulla Luna e in una città su Marte.”
“I cinque leader del vertice che si terrà devono avere il coraggio di proiettare una visione magnifica del futuro della specie umana, dei milioni di genii che devono ancora nascere e che essi devono proteggere creando un Nuovo Paradigma nei rapporti internazionali. E devono pensare e agire a livello della Coincidentia Oppositorum, la coincidenza degli opposti”.