Dichiarazione di esperti di Cina da tutto il mondo: la Cina non è un nemico

Pubblichiamo la seguente dichiarazione di Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute, sottoscritta da esperti di Cina da tutto il mondo. Chiediamo ai lettori di sottoscriverla scrivendo a movisol2@libero.it: sottoscrivo la dichiarazione sulla Cina, o commentando “sottoscrivo” sui social media.

Da qualche tempo si è intensificata una campagna internazionale contro la Cina, in cui centri studi, media mainstream e analisi strategiche di ogni tipo dipingono un’immagine della Cina e delle sue presunte intenzioni che semplicemente non è vera ed è estremamente pericolosa. Si sta proiettando un’immagine della Cina come il nemico che nel peggiore dei casi porta alla guerra.

I sottoscritti, avendo tutti avuto un’esperienza diretta con la Cina, sia avendo vissuto o lavorato lì, sia avendola visitata ripetutamente per lunghi periodi di tempo, hanno potuto verificare come la società cinese si sia trasformata in un modo senza precedenti dopo il trauma della Rivoluzione Culturale. Grazie a una politica incentrata sul benessere della popolazione da parte della dirigenza della Repubblica Popolare e allo straordinario duro lavoro del popolo cinese, 850 milioni di persone sono state liberate dalla povertà e la popolazione guarda al futuro con ottimismo, a differenza dell’Occidente, dove la povertà sta aumentando come conseguenza di politiche neoliberiste. La fiducia nel governo è sostanzialmente maggiore che da noi, una tendenza illustrata e rafforzata dal modo in cui la Cina ha efficacemente messo sotto controllo la pandemia di Covid-19.

La Cina ha cinquemila anni di storia e è stata leader nella tecnologia fino al XV secolo; non è quindi sorprendente che oggi la Cina, con una popolazione di 1,4 miliardi di abitanti, si sforzi di svolgere un ruolo sulla scena mondiale. Il socialismo cinese con caratteristiche proprie è fortemente plasmato dalla tradizione confuciana di due millenni e mezzo, a cui si orientava (accanto ad Abramo Lincoln) il fondatore della Cina moderna Sun Yat-sen, e anche se i cinesi tengono alta la tradizione di Karl Marx, il loro attuale sistema economico è molto più influenzato dal sistema americano di Alexander Hamilton e Friedrich List, il più famoso economista straniero in Cina.

La Cina ha una ricca cultura di filosofia, poesia, pittura, architettura e una meravigliosa musica popolare. Il presidente Xi Jinping sottolinea l’importanza dell’educazione estetica soprattutto per i giovani come condizione preliminare per lo sviluppo di un’anima bella, un’idea che trae origine da Friedrich Schiller e Wilhelm von Humboldt e fu promossa dal grande educatore e primo presidente dell’Academia Sinica Cai Yuanpei.

Il successo dell’enfasi posta dalla Cina su scienza, progresso tecnologico e innovazione dimostra che la Cina sta facendo bene ciò che noi occidentali abbiamo apparentemente dimenticato, e faremmo meglio a rispondere all’offerta di cooperazione piuttosto che cercare lo scontro. Dovremmo riprendere il punto di vista di Gottfried Wilhelm Leibniz e trovare, in un Dialogo delle Culture, un modo per risolvere le crisi che tutta l’umanità affronta.

I firmatari:
Helga Zepp-LaRouche, fondatrice e presidente dello Schiller Institute, Germania

Uwe Behrens, manager di logistica e scrittore, Berlino, Germania

Prof. Dr. Ole Doering, Berlino, Germania e Changsha, Cina

Marcelo Muñoz, fondatore ed ex presidente della Cátedra China (Spagna), esperto di Cina dal 1978.

Simón Levy, Fondatore della Cátedra México-China all’Università Nazionale Autonoma del Messico (UNAM)

Carlo Levi Minzi, pianista, Italia

Sebastiano Brusco, pianista, Italia

Jacqueline Myrrhe, giornalista specializzata in ricerca spaziale, Neubrandenburg, Germania
Signora Mileva, cantante lirica, Germania

Professori Elena Bazhenova e Andreii Ostrovskii, Istituto Estremo Oriente dell’Accademia delle Scienze Russa

Prof. Mohamed Ali Ibrahim, docente di economia, fondatore ed ex rettore del College of International Transport and Logistics AASTMT, Egitto
Ex direttore dell’AASTMT a Port Said
Ex consigliere del ministro die Trasporti egiziano

Prof. Engr. Zamir Ahmed Awan,
Sinologo (ex diplomatico), analista, studioso del CCG (Center for China and Globalization), National University of Sciences and Technology (NUST), Islamabad, Pakistan

Yiorgos Veis, ambasciatore ad honorem, vice primo segretario all’ambasciata greca a Pechino 1991-1994, console generale a Hong Kong 2000-2004, poeta

Leonidas Chrysanthopoulos, ambasciatore ad honorem, viceambasciatore dell’ambasciata greca a Pechino

Juergen Heiducoff, veterano dell’Afghanistan e scrittore

Prof.Dr.-Ing Reinhold Meisinger,

Leena Maliki, cantante lirica, Svezia,

Prof. Verner D. Worm, Department of International Economics, Government and Business, Copernhagen Business School.

Enzo Siviero, costruttore di ponti, rettore di eCampus University, Online, Italia,

Ing. Spartak Nano, vicepresidente della Confindustria albanese

Prof. Blagoje Babic, Serbia

Mr. Thore Vestby, ex membro del Parlamento norvegese, cofondatore della Ichi Foundation

Jasminka Simić, giornalista della Radio TV serba, Belgrado, Serbia

Bernd Matthes, consulente Jinan-Deutschland Büro, Dresda

Prof. Wilfried Schreiber, economista, filosofo

Dr. Alawi Swabury, ESSB KG / Europe-Asia-Africa Consulting Institute Berlino

Ruben Dario Guzzetti, analista di questioni internazionali, istituto argentino di studi geopolitici (IADEG)

Andrea Szegö, docente di sociologia, Budapest

Živadin Jovanović, presidente del Belgrade Forum for a World of Equals, Serbia

Bassam El Hachem, docente di sociologia politica alla Scuola di Scienze Sociali dell’Università del Libano

DeWayne Hopkins, consigliere comunale a Muscatine, Iowa; ex sindaco di Muscatine

Michele De Gasperis, fondatore e presidente dell’Istituto One Belt One Road, Italia

Manuela Maioli, Italia

Massimo Lodi Rizzini, Italia

George Floras, Managing Partner, Belt and Road Associates, Grecia

Elisabeth Kiderlen, AD, Hainan Treasure Business Consulting Services (17 anni in Cina)

Eduardo Klinger Pevida, Direttore del Centro per lo Studio e Analisi di Cina ed Asia, Santo Domingo

Mr. Shakeel Ahmad Ramay, Direttore del China Center, Pakistan’s Sustainable Development Policy Institute

Mr. Seymur Mammadov, direttore dell’International Expert Club EuarasiaAZ, Azerbaijan.

Sen. Mike Gravel, ex Senatore americano dal 1969 al 1981, due volte candidato alla nomina democratica alle presidenziali americane

Luis González, sinologo, ex direttore degli Affari Asiatici al Ministero degli Esteri, Santo Domingo

Anne Lettrée, storica d’arte moderna e contemporanea, specialista in arte cinese, AD della Silk Road Business School,

Roberto Predelli, Italia

Dr Kevin Yiding Wang, fondatore e segretario generale di CEIFC Consulting (associazione sino-europoea di cooperazione e scambi economici e culturali),

André Renaud: opinionista per le comunità asiatico francofone d’Europa, fondatore della LCA (Ligue Contre l’Asiaphobie), Belgio

Flavio Crotti, Tianjin, Cina

Ignacio Ramos Ph.D. 达奇 博士, Professor and Delegate for Chinese Affairs 教授中国事务主管
Dept. of International Relations 际关系处, Pontificia Università Comillas 卡米亚斯大学
Madrid, Spagna

Prof. Fabio Massimo Parenti, sinologo, Professore associato alla China Foreign Affairs University, Beijing

Luca Bagatin, Saggista, scrittore, blogger, freelance
 
Maria Morigi, archeologa, studiosa di Religioni orientali e saggista (Trieste, Italia)
 
Daniela Caruso, sinologa, Università Internazionale per la Pace -ONU
 

Adriano Màdaro, giornalista sinologo, membro del Consiglio Direttivo Permanente dell’Accademia Cinese di Cultura Internazionale, Professore associato all’Università di Giornalismo di Pechino