Conferenza internazionale sul Canale di Kra

Il tailandese Padkee Tanapura, un amico dello Schiller Institute sin dagli anni Ottanta, quando iniziò la propria collaborazione con Lyndon LaRouche sulla costruzione del Canale di Kra, ha annunciato una conferenza per il 9 settembre dal titolo “Conferenza Internazionale sulla Tecnologia per una Via Sostenibile verso il futuro Canale Tailandese: uno studio completo di un sistema logistico alternativo per la Via della Seta Marittima”. La conferenza riunirà relatori di alto livello, sia dalla Tailandia, sia da altre parti del mondo, per discutere come rendere concreto il progetto.

Padkee ritiene che la fuga dalla Tailandia, la scorsa settimana, della deposta Primo Ministro Yingluck Shinawatra (sorella del precedente Primo Ministro Thaksin Shinawatra, anche lui deposto), sottrattasi a un procedimento giudiziario politicizzato, possa esser stata facilitata dal governo come atto preventivo, per impedire una nuova fase della polarizzazione della politica nazionale precedente al golpe del 2014 che ha visto scontrarsi i cosiddetti Rossi e Gialli. Questo cambiamento politico potrebbe anche facilitare l’accordo di Prayut in modo da accelerare il progetto del Canale di Kra.

Tra i relatori tailandesi ci sarà Thanin Kraivichien, ex Primo Ministro, ex Presidente della Corte Suprema ed ex Membro del Consiglio Privato: la sua partecipazione indica un possibile sostegno da parte del nuovo re. Anche il capo del Consiglio Privato, Prem Tinsulanonda, ha dimostrato di essere favorevole al progetto infrastrutturale.

Tra i generali a riposo invitati a parlare, sarà presente il Gen. Saiyud Kerdphol, ex Comandante Supremo, il quale parlò anche alla Conferenza di Bangkok del 1984, alla quale presero parte Lyndon LaRouche e altri esponendi dell’EIR.

Il discorso di chiusura sarà tenuto dal Prof. Suchatvee Suwansawat, presidente del prestigioso Istituto di Tecnologia Ladkrabang intitolato al re Mongkut.

Il dott. Norio Yamamoto, presidente della fondazione giapponese Fondo Infrastrutturale Globale (Global Infrastructure Fund), che pure era presente alla Conferenza di Bangkok come rappresentante del fondo della Mitsubishi, sarà tra i relatori.

Parleranno anche esperti del Canale di Panama, del Canale di Suez (dalla Malesia) e del Canale Keil (dalla Germania), oltre a rappresentanti commerciali occidentali e asiatici, e un rappresentante cinese dell’Organizzazione per lo Sviluppo Industriale delle Nazioni Unite.

Parleranno molti altri esperti di canali, trasporto e altri temi inerenti. La conferenza stessa costituisce l’affermazione dell’importanza di questo grande progetto che finalmente vede la luce.