Presidente Mattarella,

Le trasmetto le sincere congratulazioni mie e del Movimento Solidarietà, di cui sono Presidente.

Il Suo compito è certamente arduo, ma nello spirito della Costituzione, e delle parole da Lei pronunciate ieri (sulle difficoltà e le speranze dei Suoi concittadini) sono certa che saprà compiere le scelte giuste per il Paese. Le nostre famiglie, e le nostre imprese, soffrono molto a causa dell’austerità imposta dall’Unione Europea e dalla BCE, al solo scopo di salvare le banche speculative che hanno provocato la crisi, nel nome di quello che il Santo Padre ha giustamente definito “il Dio denaro”.

Mi auguro che, con la Sua autorevole presenza al Quirinale, prevalga l’Europa delle patrie di De Gasperi, Adenauer e de Gaulle, invece dell’Europa della Troika, che ha portato la Grecia alla fame.

A questo proposito mi permetto di segnalarLe la proposta dell’economista americano Lyndon LaRouche (che promuove la legge Glass-Steagall al Congresso USA) per risolvere il problema del debito greco come accadde nel 1953 con la conferenza di Londra, che dimezzò il debito tedesco (cosa che il Cancelliere tedesco Merkel sembra aver dimenticato, come ha sottolineato il Washington Post giorni fa): “Ecco come funzionerebbe la Conferenza Europea sul Debito proposta dalla Grecia”.

Il mio auspicio è che l’Italia sostenga la proposta del governo Tsipras per una conferenza europea sulla remissione del debito, e che promuova la separazione bancaria (adottata dal Presidente F. D. Roosevelt nel 1933) per rilanciare il credito a imprese e famiglie.  

Le auguro buon lavoro!

  Liliana Gorini
Presidente
Movimento Internazionale per i Diritti Civili “Solidarietà”
Milano