In questi anni di convegni, di conferenze, su argomenti di ogni genere – ne abbiamo organizzati diverse centinaia. Questo Convegno e’ tra i più difficili, non perché si parli di economia, denaro. E’ difficile in quanto si ha la sensazione (peraltro sbagliata) che sia quasi impossibile incidere, come cittadini, sugli Amministratori politici, per riportare la SEPARAZIONE BANCARIA, ovvero impedire alle grandi banche di continuare ad usare il denaro dei semplici cittadini ed anche degli imprenditori come base per la loro speculazione selvaggia, senza scrupoli.

A scanso di equivoci si ricorda che e’ stato Clinton nel 1999 ad affossare la Separazione Bancaria ripristinando la “banca universale” ed abrogando la famosa legge Glass-Steagall voluta dal Presidente Roosevelt. A prima vista si può pensare che “banca universale” sia meglio della separazione bancaria. Gestire gli Istituti bancari in modo “universale” e non “separato” , soprattutto da parte delle grandi banche, permette di fare mescolanza tra denaro frutto del lavoro, dell’impresa e del risparmio ed il denaro tossico, della speculazione. Quindi attenzione a non farsi ingannare da parole roboanti, tendenti all’utopia e che invece nascondono l’ingordigia rapace di alcuni grandi gruppi finanziari.

“La separazione delle attività bancarie (tra ordinarie e speculative) consentirebbe di salvaguardare meglio i risparmi dei cittadini anche perché eliminerebbe i conflitti d’interesse interni agli istituti di credito che svolgono sia attività di raccolta del risparmio che attività d’investimento e permetterebbe, inoltre, di incoraggiare lo spostamento delle risorse nell’economia reale, a discapito delle attività speculative che hanno molta responsabilità nell’attuale crisi economica. Alcuni esperti affermano che la massa di denaro speculativo equivale a circa 20 volte il prodotto interno lordo mondiale. La speculazione finanziaria oltre ad avere alcune somiglianze con il gioco d’azzardo se è esercitata da persone che dispongono di masse enormi di denaro condiziona pesantemente la nostra vita quotidiana ed anche la vita degli stati.

A noi semplici cittadini il denaro serve per alimentarci, vestirci, curarci, pagare i mutui della casa, permettere ai nostri figli una buona istruzione, … Invece se si leggono i dati riguardanti la ricchezza delle multinazionali finanziarie e non solo si scopre che costoro si consorziano nelle cosiddette lobby ed investono svariati milioni per condizionare con i loro consulenti ed addetti i parlamenti nazionali e transnazionali. I grandi gruppi non sembrano infatti per nulla scalfiti a causa della crisi iniziata nel 2007-2008. Talvolta i loro utili sono cresciuti del 340%.

La separazione bancaria è osteggiata soprattutto da grandi gruppi che esercitano pressioni sulle scelte dei politici nazionali ed internazionali. L’attività lobbistica presso gli uffici dell’Unione Europea è forte soprattutto perché normata e resa trasparente e teoricamente accessibile a tutti i cittadini.

E’ nell’interesse di tutti noi semplici cittadini e cittadine riempire la Sala Riolfo di Alba, sabato 12 novembre, in modo da inviare un forte messaggio ai nostri Amministratori locali perché operino al fine di far sbloccare nel Parlamento Italiano le proposte di legge presentate da tutti i gruppi politici per far si che venga ripristinata la separazione bancaria. Si ricorda per correttezza che le banche di credito cooperativo sono le più propense alla separazione bancaria e le meno propense a far uso della speculazione bancaria, eccetto sporadici casi. Quindi ricordatevi di questo importante convegno di sabato 12 novembre e cercate d’esserci. Non si trattano argomenti difficili, anzi. Difficile e complicata la gestione del denaro non è, anche se si vuol far credere che occuparsi di economia non sia così semplice… Attenzione a tutte le storie costruite ad arte per esercitare potere sulla maggioranza delle persone da parte di un’esigua minoranza di ricchi e potenti sempre più ricchi!

Ecco il programma: www.spiriti-liberi.it organizza Sabato 12 novembre 2016 – ore 9,30 -12,30 Alba c/o sala Riolfo – cortile della Maddalena, via Maestra Convegno su: “L’ ECONOMIA REALE tra Separazione Bancaria e Microcredito”

Interverranno Liliana Gorini Presidente del Movimento Solidarietà Laura Castelli, Parlamentare Gianna Gancia, Cons Regionale Paolo Alemano, Cons Regionale Fabrizio Biolè, Sindaco di Gaiola Introdurranno: Marta Giovannini, avvocato Ivano Martinetti, Cons comunale Modera il convegno ed il dibattito Gianni Rinaudo

A

deriscono al Convegno: http://www.altritasti.it/,www.ciberneticasociale.org, www.stopalconsumoditerritorrio.it, … Gruppi FaceBook : “Ferrovie del Piemonte: nuovi orizzonti”; Ferrovie: i raccordi industriali ,… INGRESSO LIBERO!

Cordiali saluti Gianni Rinaudo

a nome del blog http://www.spiriti-liberi.it