Xinhua cita lo Schiller Institute sul ruolo britannico nelle rivolte a Hong Kong

Un articolo dell’agenzia cinese Xinhua in lingua inglese, che cita anche altri esperti francesi, scrive: “Christine Bierre, direttrice del settimanale Nouvelle Solidarité ed esperta dello Schiller Institute in Francia, ritiene che quello che sta accadendo a Hong Kong sia chiaramente un tentativo di rivoluzione colorata sostenuto dai neoconservatori negli Stati Uniti. Ma svolge un ruolo anche il Regno Unito, una ex potenza coloniale (…) questa destabilizzazione avviene… proprio mentre gli Stati Uniti sono impegnati in un braccio di ferro con la Cina sul commercio e la politica monetaria”. (Nella foto Christine Bierre durante una recente missione di fact finding in Cina, al centro della foto).