Russia: gravi conseguenze se Finlandia e Svezia aderiscono alla NATO

“È abbastanza ovvio che l’adesione di Finlandia e Svezia alla NATO… avrebbe gravi conseguenze militari e politiche che richiederebbero una risposta adeguata da parte russa”, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova (foto) nel suo briefing settimanale del 24 dicembre. I persistenti tentativi della NATO di “attirare questi paesi nell’orbita dei suoi interessi e delle sue politiche opportunistiche” non sono passati inosservati alla Russia, ha detto, secondo RT. La politica di non far parte di alcuna alleanza, tradizionalmente perseguita da Stoccolma ed Helsinki, viene vista da Mosca come “un fattore importante per garantire la stabilità nel nord Europa”, ha ribadito la Zakharova.

Pare che gli svedesi stiano aumentando la loro prontezza militare, in particolare per quanto riguarda l’isola di Gotland nel Mar Baltico. “Abbiamo adeguato la nostra prontezza alla situazione attuale. È grave e preoccupante. Naturalmente, ora stiamo facendo di più e siamo pronti per un’azione più rapida del solito. “Siamo pronti per vari sviluppi, anche nelle immediate vicinanze del nostro confine”, ha detto il comandante supremo delle forze armate svedesi Micael Buden in un’intervista al quotidiano Dagens Nyheter ripresa dall’agenzia TASS. “Tra le tensioni in Ucraina e in Europa, è necessario che le nostre misure di prontezza al combattimento includano anche Gotland e il Mar Baltico. Dobbiamo essere pronti ad agire in varie direzioni”, ha detto il comandante.