La Deutsche Bank va verso il precipizio

La scorsa settimana, la Deutsche Bank ha pubblicato i dati del secondo trimestre, accusando una perdita netta di 3,15 miliardi di euro, di cui 2,94 solo nel settore investment. La banca ha annunciato 18.000 licenziamenti in tutto il mondo, equivalenti al 20% del personale. Benché il portafoglio derivati di DB sia di 48.000 miliardi di Euro, il più alto al mondo e 24 volte il debito pubblico tedesco, l’ala estrema degli azionisti del fondo speculativo Cerberus, che detiene solo il 3% delle azioni, sostiene che le perdite siano state causate da una attività troppo modesta nel settore derivati.

Si tratta di una trappola, come ha sottolineato il sito marketwatch il 26 luglio. Le parti di un contratto derivato fanno spesso scommesse multiple simultaneamente con una controparte particolare, secondo la cosiddetta strategia di compensazione, in cui le perdite su una posizione vengono compensate dai guadagni su un’altra. Tuttavia, come ha dichiarato al sito James Lovely, un consulente di hedge funds e controparti in contratti derivati, “questo presuppone che le controparti facciano quello che devono, che le camere di compensazioni facciano quello che devono e che il tuo collaterale sia adeguato… se mai, Dio non voglia, Deutsche Bank dovesse andare gambe all’aria, sarebbe come una barca adatta a un fondale di 3 metri, con uno tsunami di 300 metri”.

Ora, DB intende cedere a BNP Paribas 150 miliardi di Euro di attività legate agli hedge funds. Ma, come dicono in molti, la banca francese non sta molto meglio di quella tedesca. Stando all’economista francese Jean Pierre Chevallier, il rapporto tra capitale sociale e debito di Deutsche Bank è del 36%, mentre quello di BNP Paribas, che dovrebbe salvare la banca tedesca, è del 41%….

Deutsche Bank dovrà affrontare inoltre gravi problemi legali negli Stati Uniti. Il ruolo della sua filiale americana viene scrutinato e si parla di operazioni di riciclaggio del denaro fino a 230 miliardi di Euro in Estonia. Il Dipartimento della Giustizia americano indaga anche sul fatto che la Deutsche Bank possa aver violato le leggi anti-riciclaggio per attività svolte per conto del fondo statale 1Malaysia Development Berhad (1MDB). In questo caso gli inquirenti stanno indagando sul ruolo di Tan Boon-Kee, a capo del settore di DB per clienti e istituzioni finanziarie per l’Asia e il Pacifico, in contatto con il finanziere malese Jho Low, che ha svolto un ruolo centrale nello scandalo 1MDB.

Deutsche Bank è inoltre al centro di titoloni negativi per un altro scandalo. Jeffrey Epstein, il finanziere di Wall Street tristemente famoso per essere stato accusato di traffico e sesso con minori e di cospirazione, detiene decine di conti nella banca tedesca dal 2012 e potrebbe averli usati per finanziare un giro di prostituzione a livello internazionale. La banca ha promesso di cooperare con gli inquirenti americani.