La chiusura dei rapporti con Russia e Cina aumenta il pericolo di guerra

Nel consueto dialogo settimanale con Harley Schlanger, Helga Zepp-LaRouche ha commentato la diplomazia aggressiva del Segretario di Stato Blinken e di Biden negli ultimi giorni, indicando il crollo dei rapporti tra Stati Uniti, NATO e UE da una parte e Russia e Cina dall’altra come una situazione estremamente “preoccupante”. La spinta per una “NATO globale” è alimentata dalle continue bugie, come quelle sulla presunta soppressione da parte della Cina degli uiguri e l’attacco “antidemocratico” all’agente britannico Navalny, che poi diventano la giustificazione per le sanzioni. Mentre l’Occidente sbandiera i suoi “valori democratici condivisi” e il sostegno a un “ordine basato sulle regole”, i russi e i cinesi si avvicinano, creando un’opposizione alle pericolose provocazioni geopolitiche contro di loro.

La signora LaRouche ha contrapposto alla campagna in corso anti-Russia e anti-Cina il successo della conferenza tenuta dallo Schiller Institute, che era incentrata su un vero dialogo tra molte nazioni e cittadini di spicco che cercano soluzioni, piuttosto che cercare un vantaggio politico.