La Banca d’Inghilterra se la prende ancora con la Cina, prevedendo un nuovo crac

La Banca d’Inghilterra ha pubblicato una nota di avvertimento sulla fragilità delle banche inglesi, che risulterebbero troppo esposte al mercato cinese e di altre economie in via di sviluppo, nella misura di tre volte e mezza il loro capitale di classe uno.

Le banche maggiormente interessate sono la HSBC e Standard Chartered, secondo il Financial Times.

La banca centrale inglese ha pertanto adeguato il suo stress-test previsto per dicembre, considerando l’eventualità di un calo della crescita cinese dal 7% all’1,7%! Perché ciò possa accadere, tuttavia, occorrerebbe un crollo ben più ampio nel settore occidentale. La Banca d’Inghilterra, in sostanza, continua a proiettare sulla Cina la bancarotta del sistema finanziario globale.