Gorini a LaRouchePAC TV: Christine Lagarde deve dimettersi!

In una lunga intervista a Jason Ross per LPAC TV, dal titolo “Defeating Covid 19: an update from Italy” (sconfiggere il Covid 19: un aggiornamento dall’Italia) Liliana Gorini, presidente di MoviSol, descrive la situazione in Lombardia, dove vive, in Italia e nel resto dell’Europa dando consigli anche agli altri paesi europei e agli Stati Uniti sull’urgenza di imitare il modello cinese, adottato anche dall’Italia, ovvero isolamento totale e investimenti nella costruzione di nuovi ospedali, per sconfiggere questa pandemia. Parla della quotidianità in Italia da quando è stato emesso il nuovo decreto, del fatto che molti si attengono alle norme di isolamento, ma purtroppo ci sono ancora molte persone che non rispettano le regole, e in questo modo aumentano il numero di contagiati, creando gravi problemi al sistema sanitario che non ha posti sufficienti in terapia intensiva, con medici e infermieri allo stremo, soprattutto a Bergamo. “In questo momento ci sta aiutando solo la Cina, che non solo manda mascherine, ventilatori per la terapia intensiva ed altre attrezzature mediche, ma anche un’equipe di esperti che sta valutando l’operato dei nostri medici, giudicato ottimo, ma ha già fatto una prima valutazione: c’è ancora troppa gente in giro”.
Ricorda che è a un gruppo di tenori e soprano cinesi che hanno studiato in Italia, e preparato un video a sostegno dell’Italia con “Nessun dorma” dalla Turandot di Puccini, che si deve l’idea di una flash mob ogni giorno alle 18 sui balconi di molte città italiane, per cantare Nessun Dorma, l’inno nazionale, canzoni popolari, o esprimere il proprio sostegno ai medici con un applauso.
Quanto al resto dell’Europa, denuncia il fatto che l’UE non solo non ci sta aiutando, ma è stata la causa di questa situazione, imponendo tagli draconiani alla sanità e alle pensioni (70.000 letti in meno in 10 anni), mentre Christine Lagarde, a capo della BCE, provoca perfino un crollo in Borsa a Milano con la sua famosa frase “non siamo qui per ridurrre gli spread”. “Christine Lagarde dovrebbe dimettersi” ha detto Gorini. “Questa gente pensa solo a salvare le banche e gli speculatori, non si preoccupa minimamente di salvare vite umane”. E lo dimostra il fatto che l’Eurogruppo ha messo il MES come primo punto all’ordine del giorno, e l’emergenza Coronavirus al terzo punto. “Paesi come Svezia e Gran Bretagna si rifiutano di prendere le stesse misure di contenimento adottate dall’Italia” ha aggiunto. “Boris Johnson parla di immunità del gregge, ma è un’idiozia, l’immunità del gregge ci sarà solo quando sarà vaccinato il 90% della popolazione, e ancora non abbiamo un vaccino, quindi in questo momento l’unico modo di fermare il contagio è il metodo cinese”. E come ha detto Helga Zepp-LaRouche nel suo appello per l’urgente adozione delle 4 leggi di LaRouche, prima tra tutte la legge Glass-Steagall, occorre al contempo cambiare politica economica, mettere fine alla bolla speculativa e dare vita ad un nuovo sistema creditizio che finanzi le infrastrutture, tra cui nuovi ospedali, in tutto il mondo. “Non è un caso che tra i primi firmatari dell’appello della signora LaRouche ci sia un ex consigliere di Regione Lombardia” ha detto Gorini.
Ecco di seguito l’intervista a LPAC TV