L’ex astronauta Schmitt: gli insediamenti sulla luna sono solo l’inizio

Harrison Schmitt è stato l’ultimo essere umano a camminare sulla Luna e forse il portavoce più perspicace del programma spaziale. I suoi commenti al Daily Telegraph il ​​21 luglio mostrano perché i leader politici farebbero bene ad ascoltare gli astronauti piuttosto che gli ideologi e i collassologi.

“L’umanità si è sempre spostata verso l’esterno negli ultimi due o tre milioni di anni per trovare risorse e davvero per migliorare la propria esistenza, e penso che lo spazio ne faccia parte”, ha affermato. “Probabilmente è nel nostro DNA, è probabilmente una cosa evolutiva. Per sopravvivere, non puoi rimanere in un posto per sempre, che tu sia una famiglia, una tribù o un’intera civiltà. L’insediamento su Luna e Marte è estremamente importante per la diffusione della specie umana in tutto il sistema solare e possibilmente oltre.”

L’ex astronauta dell’Apollo 17 considera la colonizzazione della Luna come la parte facile, in quanto ci saranno i mezzi per produrre acqua, idrogeno e ossigeno come combustibili. “È anche molto fertile, quindi se si vuole, si può produrre cibo. Gli insediamenti sulla Luna saranno un gioco da ragazzi.”

La sua visione è che entro il centesimo anniversario dell’Apollo 11, nel 2069, “ci saranno insediamenti sulla Luna, persone che vivono lì permanentemente, sfruttandone le risorse. Questo non solo faciliterà una missione su Marte, ma permetterà l’estrazione di Elio3, che è un combustibile ideale per la generazione di energia elettrica perché non crea scorie radioattive e la domanda di energia elettrica non diminuirà, la civiltà dipende da essa e questa è una delle sue principali fonti potenziali a lungo termine.”

Non sorprende che, con la sua mentalità scientifica ottimistica, Harrison Schmitt sia stato schierato contro la truffa del cambiamento climatico provocato dall’uomo, non impressionato dal fuoco di sbarramento lanciato contro di lui dagli ideologi verdi. Si è unito a William Happer nella fondazione della “Coalizione CO2” e fa parte del suo consiglio di esperti. https://www.telegraph.co.uk/science/2019/07/21/mining-moon-could-help-save-humanity-says-last-apollo-astronaut/