Così l’High-Tech contribuisce alla lotta contro il Coronavirus

L’Istituto di Studi Internazionali di Shanghai (SIIS) ha pubblicato il 14 febbraio una panoramica delle misure adottate dalle autorità cinesi nella lotta contro la diffusione del coronavirus Covid-19 che, salvo una mutazione più aggressiva, è sul punto di essere sconfitto (vedi http://www.siis.org.cn/Content/Info/4U9UZCTGOGOD).
Il rapporto passa in rassegna “l’approccio dell’intero governo cinese al problema” e la mobilitazione del sistema sociale del Paese, che il SIIS ritiene possa servire da ispirazione alla comunità internazionale per combattere le pandemie che potrebbero scoppiare in futuro.
Tra le misure adottate a livello nazionale: il sostegno finanziario della Bank of China per la produzione delle attrezzature mediche necessarie; gli aiuti medici inviati a Hubei da 19 province, tra cui oltre 32.400 medici qualificati; l’aiuto dell’Esercito per la costruzione in due o tre settimane di nuovi ospedali con 2.600 posti letto; la creazione di ospedali di fortuna per ospitare più di 10.000 pazienti e metterli in quarantena in base allo stadio della malattia.
L’aspetto più affascinante, tuttavia, è l’intensità di adozione di tecnologie avanzate come chiave per sconfiggere i virus in ogni fase. In un capitolo intitolato “Grande contributo delle aziende di Internet”, che riportiamo qui di seguito, il rapporto rileva come “i giganti della tecnologia cinese stanno esplorando come le tecnologie emergenti possano essere applicate per aiutare a combattere il coronavirus. Tencent, Alibaba, Baidu, ZTE, iFLYTEK e JD.com stanno tutti utilizzando attivamente tecnologie come big data, intelligenza artificiale, così come 5G nella diagnosi a distanza, nello screening e nei servizi sanitari”.
“I servizi di diagnosi a distanza vengono utilizzati per ridurre la probabilità di infezione durante le visite in ospedale. Finora, ZTE ha lanciato una piattaforma di diagnosi a lunga distanza 5G collegata all’ospedale della Cina occidentale e al Chengdu Public Health Clinic Center; Tencent, Alibaba Health e Ping An Health Cloud Company hanno anche iniziato a offrire servizi di consulenza medica online per ridurre le visite ospedaliere non necessarie e prevenire le infezioni incrociate”.
“L’analisi dei grandi dati aiuta lo screening nei luoghi pubblici. Megvii e Baidu hanno installato sensori a infrarossi in alcuni settori della metropolitana di Pechino per rilevare la temperatura corporea dei passeggeri, migliorando l’efficienza dell’identificazione dei casi sospetti in luoghi pubblici affollati”.
“Un algoritmo di intelligenza artificiale aiuta a confermare i casi sospetti molto più velocemente. Baidu ha messo a disposizione degli istituti di ricerca medica il proprio sito per la previsione della struttura dell’RNA e dell’algoritmo di sequenziamento del DNA. Una piattaforma di diagnosi e di analisi dell’intero genoma – sviluppata congiuntamente dal Centro provinciale di Controllo delle Malattie di Zhejiang, dall’Accademia DAMO di Alibaba e da MATRIDX – ha notevolmente migliorato la velocità e l’accuratezza della conferma dei casi sospetti”.
“Inoltre, l’intelligenza artificiale è stata ampiamente applicata per garantire le forniture mediche. La iFLYTEK, per esempio, ha aperto la propria piattaforma “AI+Office” per offrire servizi di telelavoro di alta qualità per le imprese e per i privati. Zuoyebang.com fornisce servizi di formazione a distanza. CloudMinds offre una serie di robot multiuso per fornire beni e servizi nelle aree in quarantena e per disinfettare e pulire i reparti”.