Helga LaRouche: il pericolo di una guerra nucleare va preso sul serio

Nel corso del suo dialogo settimanale con Harley Schlanger, Helga Zepp LaRouche è tornata sui moniti dati dal presidente russo Putin nel suo discorso nazionale del 21 aprile. Putin ha avvertito del pericolo che vengano superate le “linee rosse”, che costringerebbero la Russia ad agire per difendere la sua sicurezza e sovranità nazionale. Tra le minacce che ha identificato c’è il coinvolgimento occidentale in un tentativo di colpo di stato in Bielorussia, e l’assassinio del suo presidente. Invece di prendere Putin in parola e di impegnarsi nel dialogo per risolvere le differenze, i falchi guerrafondai in Occidente stanno aumentando le tensioni, chiedendo ai governi di punire la Russia, ed inventando nuove giustificazioni come l’accusa che la Russia era dietro un’esplosione in un deposito di munizioni nella Repubblica Ceca nel 2014!
Come al solito, in prima linea nell’inventare accuse c’è la propaganda britannica, con Chatham House e The Economist}.

La signora LaRouche ha sfatato il mito della nuova candidata a Cancelliera del Partito Verde in Germania, Annalena Baerbock, sottolineando che il programma dei Verdi non è solo anti-industriale e per lo smantellamento della moderna produzione di energia, ma aggressivamente anti-Russia/anti-Cina, in linea con la spinta degli speculatori di Davos per il Grande Reset e il Green Deal. Questo è coerente con la spinta per la riduzione radicale della popolazione, che è sempre stato il principale impegno di coloro che stanno dietro al movimento verde.

Ha esortato i telespettatori a registrarsi alla prossima conferenza dello Schiller Institute l’8 maggio, per aiutarci a svegliare la popolazione sul vero pericolo che ci minaccia, proveniente da una banda di fanatici impegnati a ridurre la popolazione mondiale attraverso guerre, carestie e malattie.