Le prossime settimane saranno cruciali per la diplomazia tra Stati Uniti e nazioni asiatiche

Un turbinio di attività diplomatiche tra Stati Uniti e Cina lascia ben sperare che il rapporto logoro tra le due principali economie al mondo possa migliorare. Dopo una conversazione telefonica positiva del 1 novembre tra Trump e Xi Jinping, è stato deciso che i due si incontreranno in un vertice prolungato ai margini del G20, seguito da una cena.

Il 7 novembre, all’interno della Casa Bianca, il consigliere di Stato cinese Wang Jiechi ha incontrato il consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton per fissare i dettagli del vertice. Due giorni dopo si è unito ai due Ministri della Difesa (Jim Mattis e Wei Fenghe) e al Segretario di Stato americano Mike Pompeo per il dialogo 2 + 2 sulla sicurezza, avviato nel marzo 2017 durante l’incontro a Mar-a-Lago (in Florida) tra Trump e Xi. Alla conferenza per la stampa successiva all’incontro dei quattro è stato sottolineato il miglioramento del dialogo e il progresso sulle questioni controverse, nonché l’accordo sul fatto che una maggiore cooperazione strategica sia vitale per la sicurezza e per la prosperità della regione indo-pacifica. I funzionari cinesi hanno difeso la loro posizione sulle disputate isole del Mar Cinese Meridionale, ma hanno indicato che i due Paesi sono impegnati a risolvere la disputa commerciale prima che diventi una vera e propria guerra commerciale.

Trump terrà un vertice formale col Presidente russo Putin a Buenos Aires, dopo il breve incontro a Parigi durante la commemorazione per la fine della prima guerra mondiale. I miglioramenti nei rapporti degli Stati Uniti, sia con la Russia sia con la Cina, saranno determinanti per il progresso nei negoziati sulla denuclearizzazione della penisola coreana. I colloqui continuano, ma su alcune questioni si è raggiunta un’impasse. La scorsa settimana è stato rinviato un incontro a New York tra Pompeo e un negoziatore nordcoreano d’alto livello, e il Presidente Trump ora dice che il suo secondo incontro con Kim Jong-un si terrà all’inizio del 2019 invece che prima della fine dell’anno.

Russia e Cina svolgono un ruolo importante, insieme alla Corea del Sud, nell’avviare i colloqui sulla denuclearizzazione coreana. Il Presidente sudcoreano Moon Jae-in ha appena partecipato al primo vertice russo-coreano sulla cooperazione interregionale, che si è tenuto l’8 novembre nella città sudcoreana di Pohang, dove ha sottolineato l’importanza della creazione di una cooperazione trilaterale con Russia e Corea del Nord.