Sabato 21 ottobre a Bologna, davanti all’ingresso del Museo di San Colombano, che ha ospitato il convegno internazionale di organologia dedicato a Luigi Ferdinando Tagliavini dal titolo “Il cembalo a martelli. Da Bartolomeo Cristofori a Giovanni Ferrini”, alla conclusione dell’esecuzione musicale della pianista Temenuschka Vesselinova, MoviSol ha distribuito volantini che ricordano la propria dichiarazione di “indipendenza culturale e musicale” del 30 giugno 2017, vigilia del “Vasco Modena Park”, e chiedono un Nuovo Rinascimento poiché “esiste un equivoco sulla natura della musica (e dell’arte in generale)” e “occorre risalire ai principii e fare ordine mentale” per “per uscire dalla crisi economica”.

Chi ha voluto saperne di più, imbastendo un breve dialogo sul posto, ha dimostrasto entusiasmo per la prospettiva, chiedendo di rimanere in contatto.

Vedi anche…