Dire che il viaggio in Asia del Presidente americano Trump è stato storico è a tutti gli effetti un’attenuazione della realtà! Benché la tappa pechinese del viaggio e gli incontri con il Presidente cinese Xi Jinping abbiano goduto del massimo risalto, i suoi vertici con gli altri capi di stato, compreso il Presidente russo Putin, sono stati parimenti produttivi. In ciascuno di quegli incontri, egli ha chiarito che considera conclusa l’epoca nella quale gli Stati Uniti d’America si imponevano come forza imperiale garante di un mondo unipolare.

Non siate scoraggiati né confusi dallo starnazzare delle oche della vecchia aia dell’establishment, un conglomerato di persone che si regge sulle menzogne e le calunnie ai danni di Trump e di coloro che osano incontrarlo e parlargli. Gli starnazzi sono soltanto una manifestazione isterica, preoccupati come sono dell’estinzione del loro ordine mondiale mortifero. Non potranno arrestare il processo messo in marcia grazie alla nuova dinamica mondiale. Lasciate starnazzare quelle oche: abbiamo un compito più importante, quello di assicurare che siano sconfitte differentemente e che il Nuovo Paradigma si dispieghi completamente.

Che fare ora? Dove andare, a partire da questo punto? Collegatevi oggi alla videoconferenza di Helga Zepp-LaRouche, alle ore 18, sul sito www.newparadigm.schillerinstitute.com, per cogliere assieme il significato strategico del viaggio asiatico di Trump e la direzione da intraprendere.