Prossimo passo: il vertice Trump-Putin

Nelle ultime settimane sono aumentate le voci di un possibile vertice tra il Presidente Trump e la sua controparte russa Putin. Un articolo del 16 giugno sul Washington Post cita un funzionario anonimo dell’Amministrazione americana e due diplomatici addetti ai lavori che sostengono la possibilità che i due si incontrino a luglio, quando Trump sarà […]

Vai all'articolo...

Il Consiglio Europeo segua l’esempio di Singapore sviluppando l’Africa!

di Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute internazionale Il contrasto non potrebbe essere più evidente. A Singapore, il vertice storico tra il Presidente americano Donald Trump e quello della Corea del Nord Kim Jong-un ha avviato un processo che, andando ben oltre la regione stessa, potrebbe garantire la pace mondiale in futuro; al contempo la […]

Vai all'articolo...

Trump e alleati colpiscono al fianco il morente impero britannico

Il contrasto non avrebbe potuto esser maggiore. Mentre in Canada è stata dimostrata la natura disfunzionale dei vertici dei sette, poi sei, poi cinque (!), ovvero del residuato della geopolitica britannica che ha dominato la diplomazia post-bellica, a Quingdao (Cina) ha fatto passi avanti un sistema globale alternativo tramite l’Organizzazione di Shanghai per la Cooperazione […]

Vai all'articolo...

La dichiarazione congiunta Trump-Kim Jong-un a Singapore

Dichiarazione congiunta del Presidente degli Stati Uniti Donald J. Trump e il Presidente della Repubblica Popolare Democratica di Corea Kim Jong Un al vertice di Singapore 12 giugno 2018 Il Presidente Donald J. Trump degli Stati Uniti d’America Donald J. Trump e il Presidente Kim Jong Un della Commissione per gli Affari di Stato della […]

Vai all'articolo...

L’Italia si smarca dalla decadente UE e dialoga con gli Stati Uniti

Nella sua prima uscita pubblica internazionale, il nuovo Presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte (nella foto col Premier giapponese Abe) ha mosso un piede fuori della nave che affonda. Quando il Presidente Trump ha espresso il desiderio di vedere tornare la Russia al G7 (facendone nuovamente un G8), Conte ha scritto su twitter.com: “Sono d’accordo […]

Vai all'articolo...

Il G7 crolla sotto il peso del vecchio paradigma

Shanghai e Charlevoix sono distanti solo un quarto della circonferenza della Terra, ma mai come oggi sembrano su pianeti diversi. Mentre i partecipanti al vertice della SCO a Shanghai hanno concordato una prospettiva comune di tipo “win-win”, il vertice G7 nel Quebec si è concluso col peggior fiasco nella storia del gruppo. Tanto per cominciare, […]

Vai all'articolo...

Soros al Washington Post: le cose non vanno come vorrei

Dopo l’attacco a Donald Trump da un palco del Festival dell’Economia di Trento, e le accuse a Salvini che ha smentito di essere sulla busta paga di Putin, ma si è detto indignato per il fatto che uno speculatore come Soros venga invitato in Italia, il megaspeculatore è stato intervistato dal Washington Post e ha […]

Vai all'articolo...

Corea: la cooperazione tra le grandi potenze può accelerare il Nuovo Paradigma

Gli spettacolari sviluppi in corso nella penisola coreana, pur non essendo ancora garantiti, dimostrano come la cooperazione tra Stati Uniti, Cina e Russia possa portare a cambiamenti storici per la pace e lo sviluppo. Nell’ultimo mese il leader nordcoreano Kim Jong-un è stato in Cina per incontrare Xi Jinping; il Ministro degli Esteri russo Sergej […]

Vai all'articolo...

Un vertice Trump-Putin è la chiave per sventare il pericolo di guerra

Secondo il Wall Street Journal, che cita un “funzionario ad alto livello dell’Amministrazione”, sono in corso preparativi per un vertice tra il Presidente statunitense e quello russo. È difficile esagerare l’importanza di un simile incontro per ridefinire le relazioni internazionali sulla base della cooperazione e ridurre le tensioni in pericolosi punti caldi come l’Asia Sudoccidentale […]

Vai all'articolo...

Trump dovrebbe incontrare con urgenza Putin

Circola una petizione sul sito della Casa Bianca e quello della presidenza russa, in cui si chiede ai Presidenti Trump e Putin di incontrarsi al più presto per impedire una guerra. La petizione viene firmata da cittadini in tutto il mondo e invitiamo i nostri lettori a farlo. Da molto tempo questo bollettino sollecita tale […]

Vai all'articolo...

Russiagate: ormai evidenti le interferenze britanniche nelle elezioni americane

MoviSol, 31 maggio 2018

Vai all'articolo...

Il golpe dei banchieri contro l’Italia non farà cessare la ribellione all’impero in bancarotta

Il rifiuto di nominare Presidente del Consiglio il Prof. Conte da parte di Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica italiana, è un golpe, ordinato dagli stessi banchieri della City di Londra e della BCE, le cui politiche hanno quasi distrutto l’economia italiana, oltre a quelle della maggior parte delle nazioni aderenti all’Unione Europea. Mattarella non avrebbe […]

Vai all'articolo...

L’establishment transatlantico sente che vacilla il suo potere

L’establishment transatlantico ha reagito con un vero e proprio panico ai negoziati per la formazione del governo in Italia. Il fatto che potesse andare al governo una coalizione euroscettica e, per di più, con la separazione bancaria nel programma, ha spinto i burocrati e i loro controllori a una “fuga in avanti” nel tentativo di […]

Vai all'articolo...

Si evolve positivamente il negoziato commerciale USA-Cina

MoviSol, 24 maggio 2018

Vai all'articolo...

Il Deep State di Obama colluso coi servizi segreti britannici

Alla fine della settimana il Viceministro della Giustizia Rod Rosenstein ha ceduto alle pressioni, incaricando l’Ispettore Generale del suo Ministero dell’indagine sull’ipotizzata infiltrazione dell’FBI e del Ministero della Giustizia nello staff elettorale di Trump nel 2016. Rosenstein ha aggiunto che se l’indagine confermasse i sospetti verranno “prese le misure appropriate”. Stando a nuove rivelazioni, oltre […]

Vai all'articolo...

Nonostante le molteplici crisi, il fattore determinante è il “quadro più ampio”

La spinta propulsiva nei rapporti internazionali è oggi il paradigma “win-win” e il ripudio della geopolitica da esso rappresentato. Tuttavia, vi sono numerosi punti caldi che potrebbero sfociare in un più ampio conflitto. Il mondo ha assistito all’eccidio di civili palestinesi da parte dell’esercito israeliano il 14 maggio, giorno nel quale gli Stati Uniti hanno […]

Vai all'articolo...

Mentre aumentano le tensioni, concentriamoci sul quadro più generale

Le implicazioni della decisione del Presidente Trump sull’accordo con l’Iran non sono ancora chiare. E’ chiaro invece che l’impero britannico e i suoi alleati tentano in tutti i modi di aumentare la tensione, soprattutto tra Stati Uniti e Russia, e tra Stati Uniti e Cina. Il loro obiettivo è sabotare il Nuovo Paradigma, che sta […]

Vai all'articolo...

Mueller insiste nel tentato golpe contro Trump

Poiché il numeroso personale ai suoi ordini non è riuscito a trovare alcuna prova di legami tra il team di Trump e la Russia, l’inquirente speciale Robert Mueller si sta arrampicando sugli specchi e minacciando il Presidente di emettere un mandato di comparizione in caso di rifiuto da parte sua di rispondere a un elenco […]

Vai all'articolo...

Nuovi moniti di un crac finanziario, senza Glass-Steagall

Nomi Prins, ex broker e scrittrice (a sinistra nella foto), ammonisce il Presidente Trump nel suo nuovo libro Collusion: How Central Banker Rigged the World, che il prossimo crac finanziario potrebbe diventare un pessimo ricordo della sua amministrazione, e chiede nuovamente il ripristino della legge Glass-Steagall. Il termine “collusione” viene ripetuto spesso nella caccia alle […]

Vai all'articolo...

L’inchiesta di Mueller è irrimediabilmente contaminata

La scorsa settimana, la Commissione sull’Intelligence della Camera dei Rappresentanti americana ha pubblicato il suo rapporto sulle presunte interferenze russe nelle elezioni presidenziali del 2016. Come già annunciato, non sono state trovate indicazioni di collusione tra Donald Trump e la Russia, o tra questa e la sua campagna. Benché sia comunque pieno di accuse nei […]

Vai all'articolo...

La NASA rinuncia al programma lunare?

La scorsa settimana la comunità scientifica ha appreso, per esempio da theverge.com, che la NASA ha annullato il proprio programma di sviluppo di un mezzo di allunaggio e prospezione mineraria. Per quattro anni gli ingegneri hanno lavorato al Resource Prospector (RP), destinato a ispezionare il Polo Sud lunare con la capacità di compiere carotaggi di […]

Vai all'articolo...

Netanyahu lancia l’ennesima guerra per procura basata su menzogne

Da quando il Presidente russo Putin ha annunciato, il 1 marzo, che l’accerchiamento di “missili antimissile” della NATO contro Russia e Cina non funziona, grazie ad una nuova generazione di armi ipersoniche sviluppate in Russia, chiedendo invece l’apertura di un negoziato, i fautori della geopolitica britannica sono andati fuori di testa. Negli Stati Uniti alcuni […]

Vai all'articolo...

I colloqui con la Corea entrano nella fase cruciale

Oggi i leader delle due Coree, del Sud e del Nord, si incontreranno nella zona smilitarizzata (DMZ) per colloqui tesi a ravvicinare le posizioni in vista di un accordo per eliminare tutte le armi nucleari e le strutture di produzione della bomba dalla penisola coreana. Questi colloqui Nord-Sud, se coronati dal successo, dovrebbero essere seguiti […]

Vai all'articolo...

Montature, notizie false, tentativi di golpe a Washington, tutto made in London

Dal giorno dell’attacco in Siria, si moltiplicano le rivelazioni che indicano che le notizie false di un presunto attacco chimico a Douma, così come le notizie false su Trump, Putin, Xi Jinping e la Siria di Assad, sono tutte invenzioni di reti legate a Londra, il cui obiettivo è sabotare il potenziale di pace attraverso […]

Vai all'articolo...

Siria: Trump con un piede nella trappola geopolitica

L’attacco missilistico condotto da Stati Uniti d’America, Francia e Gran Bretagna il 14 aprile come rappresaglia contro il presunto uso di armi chimiche a Douma non ha avuto alcun effetto sulla situazione militare, ma ha portato il mondo più vicino a uno scontro diretto tra le superpotenze. Il Presidente russo Vladimir Putin ha correttamente notato […]

Vai all'articolo...

Fermiamo la terza guerra mondiale! L’Italia non sia complice di questa follia!

Dopo l’attacco di venerdì scorso contro la Siria, da parte di Stati Uniti, Francia e Regno Unito, e quello di stanotte, presumibilmente da parte di Israele, ripubblichiamo l’appello del LaRouchePAC contro la guerra. Da una settimana a questa parte il LaRouchePAC, il movimento dell’economista e statista americano Lyndon LaRouche, sta tempestando di email e telefonate […]

Vai all'articolo...

E’ scoppiata una guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina?

L’annuncio del Presidente Trump di potenziali dazi per 50 miliardi di dollari su prodotti cinesi, a cui ne ha aggiunti altri 100 in risposta alla contromossa cinese, ha fatto parlare di guerra commerciale inevitabile. Ma è così? Ci sono due questioni da prendere in considerazione, che vengono generalmente ignorate dai difensori del sistema attuale in […]

Vai all'articolo...

La bugia delle armi chimiche ha le gambe corte

I cosiddetti “caschi bianchi” sono notoriamente vicini ad Al-Qaida ma ciononostante i media occidentali li adottano quale fonte credibile sulla Siria, chiamandoli semplicemente “attivisti”. Come minimo, però, dovrebbero ingaggiare un regista migliore, perché le loro denunce dei “crimini di Assad” ripetono sempre lo stesso cliché, in modo che anche i ciechi intravedono la bufala. Il […]

Vai all'articolo...

Fermiamo la terza guerra mondiale! L’Italia non sia complice di questa follia!

Nelle ultime 24 ore il LaRouchePAC, il movimento dell’economista e statista americano Lyndon LaRouche, sta tempestando di email e telefonate il Congresso USA con la seguente dichiarazione, al fine di fermare la terza guerra mondiale. Ritengo che anche l’Italia debba prendere con urgenza posizione contro la follia di un intervento americano in Siria, in cui […]

Vai all'articolo...

Le provocazioni britanniche rischiano di provocare una guerra nucleare

Mentre scriviamo questo annuncio, a mezzogiorno del 10 aprile sulla costa atlantica americana, si accende l’allarme rosso a causa della possibilità che scoppi la guerra generale nei prossimi giorni, a causa delle provocazioni belliche operate dalle alte sfere dell’Impero Britannico. Sfumato il tentativo di incolpare la Russia dell’avvelenamento degli Skripal, quando l’esperto di armi chimiche […]

Vai all'articolo...

L’impero britannico ricorre alla frode per spingere verso la guerra

Proprio mentre la campagna anti-russa scatenata attorno al caso Skripal nel Regno Unito stava ritorcendosi contro gli autori, l’”Impero britannico” ha lanciato un’altra frode, stavolta su un presunto attacco chimico da parte dell’esercito siriano a Duma il 7 aprile. Benché la sola fonte di informazione fossero gli alleati di Al-Qaida, i media hanno sbattuto il […]

Vai all'articolo...

La Cina denuncia l’unilateralismo delle minacce americane di dazi

Le dichiarazioni del governo cinese sono generalmente diplomatiche. Ma non la risposta il 6 aprile dei ministeri cinesi del Commercio e degli Esteri all’annuncio del Presidente Trump di aver dato istruzioni di considerare altri dazi contro la Cina per 100 miliardi di Euro, perché secondo lui la Cina non aveva il diritto di reagire all’appello […]

Vai all'articolo...

Trump manterrà la promessa elettorale di ritirarsi dalla Siria

Dopo aver dichiarato ad un comizio in Ohio il 29 marzo che “lasceremo la Siria, molto presto” ponendo fine alle guerre volute da Obama, il 3 aprile il Presidente Trump ha incaricato il National Security Council di avviare la pianificazione militare per il ritiro, stando a numerosi resoconti sui media. Reuters riferisce che per il […]

Vai all'articolo...

La Nuova Via della Seta determina la situazione strategica

Gli attacchi isterici contro la Russia provenienti dalla Gran Bretagna imperiale e dai suoi servizi segreti, tramite Theresa May e Boris BoJo Johnson, non ingannano nessuno. Anche se alcuni governi hanno accettato servilmente le pericolose provocazioni della May, altri, inclusi gli Stati Uniti, si sono limitati a gesti formali. Ad esempio gli Stati Uniti hanno […]

Vai all'articolo...

Ossenkopp a China.org: se Trump vuole rendere l’America grande ripristini la legge Glass-Steagall invece di porre dazi

Il sito cinese in lingua tedesca China.org ha intervistato il 30 marzo “l’esperto tedesco di Cina Stephan Ossenkopp” sulla politica americana dei dazi nei confronti della Cina. L’esponente dello Schiller Institute ha dichiarato che la crescita economica della Cina ha reso nervose le élite occidentali che non vogliono rinunciare alla propria egemonia nelle regole mondiali […]

Vai all'articolo...

Riflettori puntati sulle interferenze britanniche nel voto americano

Al di fuori dei media dominanti, numerosi osservatori politici hanno stigmatizzato il tentativo spudorato del governo britannico di alimentare una nuova ondata di russofobia, sottolineando l’inconsistenza della versione ufficiale del “caso Skripal”, a cominciare dalla mancanza di prove fornite e nell’assenza di ogni movente da parte dei russi. Mentre il governo ha tratto conclusioni immediate […]

Vai all'articolo...

Il Russiagate era una bufala, ora sotto inchiesta è l’FBI

Il 13 marzo la Commissione sull’Intelligence della Camera dei Rappresentanti americana ha annunciato di aver chiuso la sua inchiesta, durata 14 mesi, sulla presunta “collusione o sul presunto coordinamento tra la campagna di Trump e la Russia per influenzare le elezioni presidenziali del 2016”, non avendo trovato alcuna prova a carico. La Commissione continuerà ad […]

Vai all'articolo...

Il caso Skripal: una bufala britannica per provocare lo scontro con la Russia

Il governo britannico, nella foga di accusare la Russia del presunto attacco con gas nervino contro l’ex spia Sergej Skripal e sua figlia, ha ignorato gli elementi più rudimentali di un’inchiesta regolare. Le inconsistenze sono state messe in evidenza da numerosi esperti. L’indizio principale citato dalla Premier britannica Theresa May è che la sostanza apparentemente […]

Vai all'articolo...

Ai dazi americani l’Europa dovrebbe rispondere “tacendo” invece di minacciare la guerra commerciale

L’annuncio dei dazi sulle importazioni di acciaio e alluminio ha provocato le proteste della Commissione dell’UE e degli economisti che gridano al “protezionismo” e si prestano a vacue minacce di “rappresaglia”. Un economista tedesco, tuttavia, ha espresso un punto di vista differente: Heiner Flassbeck (nella foto), l’ex economista capo dell’UNCTAD (dal 2003 a tutto il […]

Vai all'articolo...

I dinosauri della geopolitica occidentale non sanno come gestire l’evoluzione

Il discorso al Parlamento del Presidente russo Vladimir Putin il 1 marzo è stato un vero e proprio choc per le élite transatlantiche. Come abbiamo riferito la scorsa settimana, Putin ha presentato le nuove armi che la Russia ha sviluppato per adeguarsi ai sistemi di difesa missilistica installati dagli Stati Uniti e dalla NATO, e […]

Vai all'articolo...

Le dimissioni di Cohn potrebbero rilanciare la legge Glass-Steagall che era stata promessa da Trump

L’8 marzo il Presidente Trump ha confermato la sua politica di dazi verso le importazioni di acciaio e alluminio. Circondato da operai del settore siderurgico, Trump ha mantenuto una delle sue promesse elettorali, quella di ribaltare la politica commerciale liberista per rilanciare il settore industriale americano e creare posti di lavoro. Anche se i dettagli […]

Vai all'articolo...

Si prospettano progressi nei colloqui tra le due Coree

Sulla scia della partecipazione comune ai Giochi Olimpici e della visita di due delegazioni nordcoreane ad alto livello in Corea del Sud per l’occasione, il Presidente sudcoreano Moon Jae-in (nella foto) ha detto al Presidente americano Trump che manderà una delegazione a Pyongyang per proseguire i colloqui. Durante la conversazione telefonica di mezz’ora tra Trump […]

Vai all'articolo...

La caccia alle streghe del Russiagate aumenta il pericolo di guerra

La mancanza di prove concrete a sostegno delle accuse di interferenza nelle elezioni americane o “collusione” del team di Trump con i russi non ha impedito all’inquirente speciale Robert Mueller di escogitare nuove teorie del complotto nel tentativo di destituire Donald Trump. Negli ultimi giorni Mueller ha incriminato tredici cittadini e tre società russi che, […]

Vai all'articolo...

Chiudere con la geopolitica per inaugurare una nuova architettura di sicurezza

Nelle ultime settimane abbiamo assistito ad un crescendo della retorica antirussa e, meno marcatamente, di quella avversa alla Cina, impiegata dagli ambienti transatlantici che hanno trovato il culmine della propria azione nell’occasione della tradizionale Conferenza di Monaco di Baviera sulla Sicurezza. Si può soltanto presumere che lo scopo di questa propaganda sia la creazione di […]

Vai all'articolo...

La geopolitica porta alla guerra: videoconferenza di Helga LaRouche

Chiunque dubitasse di quanto afferma Helga Zepp-LaRouche sul rischio di guerra insito nella mancata transizione al nuovo paradigma della Nuova Via della Seta, e l’urgente abbandono del vecchio paradigma, fatto di pregiudizi geopolitici, valuti la follia dell’ultimo rapporto pubblicato dal Center for Strategic and International Studies (CSIS) il 20 febbraio scorso. “Reggere alla sorpresa nei […]

Vai all'articolo...

Non sono cessate le interferenze britanniche nelle elezioni americane

L’euforia mediatica per le incriminazioni di tredici cittadini e tre enti russi emesse il 16 febbraio dall’inquirente speciale Robert Mueller per presunte “interferenze” nelle elezioni americane del 2016 deve essere messa in prospettiva. – L’affare risale a un caso ampiamente pubblicizzato nel 2014 e nulla c’è tra i capi di accusa che non sia noto […]

Vai all'articolo...

Dirottato da Wall Street il piano infrastrutturale della Casa Bianca

Quando era candidato, Donald Trump sottolineò ripetutamente il proprio desiderio di trasformare le infrastrutture obsolete americane nelle “più moderne al mondo” e questo fu un fattore determinante nella sua elezione. Dalla sua inaugurazione, ha ribadito più volte la propria intenzione, provocando un ampio dibattito su quali progetti fossero necessari e come finanziarli. Ma il problema […]

Vai all'articolo...

La conferenza sulla sicurezza a Monaco conferma che il vecchio paradigma è agli sgoccioli

La bancarotta politica, economica e morale dell’usurata concezione geopolitica è emersa ancora una volta alla Conferenza sulla Sicurezza a Monaco (16-18 febbraio). Il livello di ostilità verso la Russia da parte dei rappresentanti occidentali era smisurato, a ruota seguito da quello verso la Cina e condito da una buona dose di anti-Trumpismo. Il ministro degli […]

Vai all'articolo...

L’intelligence britannico ha cercato di distruggere la presidenza Trump?

Questo è l’interrogativo sollevato nel titolo di un articolo pubblicato il 7 febbraio sul weblog di Pat Lang, “Sic Semper Tyrannis”, da un autore regolare che si firma Publius Tacitus. Tacitus si riferisce al promemoria rilasciato il giorno prima dai senatori Grassley e Graham, i quali hanno chiesto al Dipartimento di Giustizia di aprire un’inchiesta […]

Vai all'articolo...

Sventato il golpe negli Stati Uniti, è ora di avviare il nuovo paradigma

Videoconferenza di Helga Zepp-LaRouche giovedì 8 febbraio ore 18 www.newparadigm.schillerinstitute.com La decisione del Presidente Trump di rendere pubblico il memo Nunes, che dettaglia la corruzione dell’FBI nel fiasco del Russiagate, e la pubblicazione di un memo di 8 pagine del Sen. Grassley, ha suscitato l’ira e la disperazione di coloro che tentavano di destituire il […]

Vai all'articolo...

I golpisti negli Stati Uniti sono alle strette

Gli “unilateralisti” angloamericani che cercano di impedire a Donald Trump di costruire buoni rapporti con Russia e Cina hanno subìto duri colpi la scorsa settimana. Si è cominciato il 30 gennaio col Discorso sullo Stato dell’Unione, che ha riscosso più consensi di quanto previsto, e si è raggiunto il culmine il 2 febbraio col rilascio […]

Vai all'articolo...

Non c’è ripresa senza la Glass-Steagall

Nei mesi che hanno preceduto il Discorso sullo Stato dell’Unione pronunciato da Trump il 30 gennaio, il Comitato Politico di Lyndon LaRouche (LPAC) ha condotto una mobilitazione nazionale per convincere il Presidente ad adottare una vera politica economica, basata sulle “quattro leggi” di LaRouche: riforma bancaria alla Glass-Steagall (separazione bancaria), banca nazionale, investimenti nelle infrastrutture […]

Vai all'articolo...

Trump sventa il tentativo di golpe rendendo pubblico il memo Nunes

Dopo la pubblicazione voluta dal Presidente Trump del memorandum di quattro pagine redatto dalla Commissione sull’Intelligence della Camera, presieduta dall’on. Nunes, i cospiratori del Russiagate e il Partito Democratico americano non hanno saputo che fare, salvo raccomandarsi che non lo leggiate, poiché potrebbero aiutare Trump. John McCain, a dire il vero, si è spinto a […]

Vai all'articolo...

Russiagate: ora è sotto torchio l’FBI

Chi legge i giornali e guarda la TV apprende che l’inquirente speciale Robert Mueller (nella foto con Bush), dopo aver interrogato il Ministro americano della Giustizia Sessions, spiccato un mandato di comparizione per l’ex consigliere di Trump Steve Bannon, sta per decidere se incriminare Trump per intralcio alla giustizia e convocarlo per un interrogatorio. Inoltre, […]

Vai all'articolo...

La politica globale sempre più plasmata dalla Nuova Via della Seta: urge l’adesione degli Stati Uniti

Videoconferenza di Helga Zepp LaRouche giovedì ore 18 www.newparadigm.schillerinstitute.com Al centro della discussione del forum economico di Davos appena concluso sono state la relazione presentata nell’edizione dell’anno scorso dal Presidente cinese Xi Jinping e i progressi continui della Nuova Via della Seta (iniziativa anche detta ‘Una Cintura, Una Via’, in inglese Belt and Road Initiative). […]

Vai all'articolo...

Il nuovo libro contro Trump è letteralmente “da pazzi”

Ora che l’inchiesta dell’Inquirente Speciale Mueller è stata screditata dall’emergere della rete di corruzione che l’ha ispirata, gli istigatori britannici del golpe tentano il Piano B, chiedere l’impeachment di Donald Trump perché “mentalmente incapace”, conformemente al 25esimo emendamento. Tale emendamento stabilisce che se membri del governo giungono alla conclusione che il Presidente “è incapace di […]

Vai all'articolo...

I britannici invocano la guerra pur di fermare la cooperazione con Russia e Cina

La copertina dell’edizione natalizia di Newsweek ritrae il Presidente russo e annuncia “Putin si sta preparando per la terza guerra mondiale”. Il quotidiano tedesco Bildzeitung insiste sulla stessa fantasiosa fake news, riferendo quanto affermato da due anonimi esponenti dell’Alleanza Atlantica a proposito dell’esercitazione militare Zapad 2017 condotta da Russia e Bielorussia: si sarebbe trattato di […]

Vai all'articolo...

Annaspa il Russiagate, tra prove di ingerenze dell’FBI e dell’intelligence britannico

L’inchiesta sulle presunte interferenze russe nelle elezioni presidenziali americane per assicurare la vittoria di Donald Trump, alias il Russiagate, non ha ancora raccolto una sola prova di queste accuse, ma ha portato alla luce gli spudorati tentativi dell’FBI e del Dipartimento di Giustizia di minare la Presidenza di Trump, come abbiamo riportato. Il contrattacco da […]

Vai all'articolo...

La Casa Bianca chiede ai sauditi di togliere il blocco contro lo Yemen

In una breve dichiarazione del 6 dicembre, il Presidente Trump ha chiesto alla leadership saudita di ”consentire che cibo, carburante e medicinali arrivino al popolo yemenita che ne ha disperatamente bisogno. Bisogna farlo immediatamente per motivi umanitari”. Due giorni dopo, la Casa Bianca ha lanciato un appello alla ”coalizione a guida saudita” a togliere il […]

Vai all'articolo...

Mobilitazione di Natale del LaRouchePAC per le quattro leggi di LaRouche

Il LaRouche PAC si accinge a stampare due documenti destinati a un’ampia diffusione durante il mese di dicembre, per neutralizzare il golpe in corso a Washington contro il Presidente Trump e per rendere concrete le politiche economiche che i suoi elettori vorrebbero vedere attuare. Da una parte è conclusa la ristampa del dossier dal titolo […]

Vai all'articolo...

Video conferenza di Helga Zepp-LaRouche: il nuovo paradigma dopo il viaggio in Asia del Presidente americano Trump

Dire che il viaggio in Asia del Presidente americano Trump è stato storico è a tutti gli effetti un’attenuazione della realtà! Benché la tappa pechinese del viaggio e gli incontri con il Presidente cinese Xi Jinping abbiano goduto del massimo risalto, i suoi vertici con gli altri capi di stato, compreso il Presidente russo Putin, […]

Vai all'articolo...

Il bilancio della visita di Trump in Asia

Per molti aspetti, la visita di Donald Trump in Asia è stata storica. Dopo aver consolidato i già buoni rapporti con il premier giapponese Shinzo Abe e il leader sudcoreano Moon Jae-in nella prima parte del viaggio, la sua “visita di stato plus” in Cina è stato un momento saliente, seguito dalla partecipazione ai vertici […]

Vai all'articolo...

Gorini a Radio Gamma 5: separazione bancaria e Nuova Via della Seta cruciali per la crescita in Italia

Giovedì 9 novembre Liliana Gorini, presidente di Movisol, è stata nuovamente intervistata da Marisa Sottovia a Radio Gamma 5, su due temi importanti per il mondo e per il nostro paese: il dibattito in corso sulla separazione bancaria e la visita di Trump in Cina, e le prospettive di crescita aperte anche per l’Italia dalla […]

Vai all'articolo...

Il capo dello staff della Casa Bianca: la Cina non è un nemico

La maggior parte dei media transatlantici manca di obiettività nei confronti della Cina. Le iniziative di Pechino vengono solitamente inquadrate in presunti disegni egemonici e Xi Jinping viene acriticamente paragonato a Mao. Pressato su questo tema, il capo dello staff della Casa Bianca John Kelly ha impartito una lezione di sobrietà. In un’intervista a Laura […]

Vai all'articolo...

L’Asia al centro della ribalta durante il viaggio di Trump

Tutti gli occhi sono puntati sulla visita di Donald Trump in Asia. Il 5 novembre il Presidente americano è arrivato a Tokyo e di lì si sposterà a Seul, dove affronterà sicuramente la crisi nord-coreana. Ma la tappa più importante del viaggio sarà la visita in Cina l’8 novembre. Trump è il primo capo di […]

Vai all'articolo...

La cooperazione tra Stati Uniti, Cina e Russia può porre fine alla geopolitica, aprire una “nuova era di civiltà”

I leader delle tre principali potenze nucleari del mondo si stanno muovendo per migliorare i rapporti tra i loro Paesi e rafforzare la cooperazione in varie aree. Questa dovrebbe essere un’ottima notizia per tutte le persone ragionevoli e amanti della pace nel mondo. Eppure, in Europa e negli Stati Uniti, i media dominanti e quasi […]

Vai all'articolo...

Mentre prosegue il Russiagate, emerge la pista britannica

L’operazione per destituire dal potere il Presidente Trump andava liquidata fin dall’inizio come “Made in London”. Stando all’autorevole dossier su Robert Mueller pubblicato dal LaRouchePAC, i servizi segreti britannici presero di mira Trump fin dal 2015, con il GCHQ a guidare la cordata. Fu la ditta britannica Orbis, in collaborazione con un’impresa americana, la Fusion […]

Vai all'articolo...

Perché l’impero britannico teme la Nuova Via della Seta? Videoconferenza di Helga Zepp-LaRouche

Giovedì 26 ottobre, alle ore 18, si terrà la terza videoconferenza di Helga Zepp-LaRouche sul sito www.newparadigm.schillerinstitute.com. Mentre la Cina procede, guidata dal Presidente Xi Jinping, nell’elaborazione dei piani della Belt and Road Initiative (“Una Cintura, Una Via”, ovvero la Nuova Via della Seta) per esaudire il sogno della cooperazione economica globale quale base della […]

Vai all'articolo...

Consigliere di Trump: rischio crac dei derivati, urge la legge Glass-Steagall

Parlando ad un gruppo di consulenti bancari ai margini degli incontri annuali del Fondo Monetario a Washington, Gary Cohn (nella foto), consulente economico del Presidente Trump, ha messo in guardia dal pericolo di un crollo del mercato dei derivati e di alcune megabanche, stando al Financial Times. Cohn ha confermato quanto afferma un recente rapporto […]

Vai all'articolo...

Donald Trump userà la bomba del debito contro Wall Street?

Quando il Presidente Trump ha proposto, dopo la sua visita a Portorico devastato dall’uragano, che il debito dell’isola venga “spazzato via”, Wall Street è immediatamente andata in panico. I soliti sospetti dei media da “Fake News” hanno cominciato a diffondere la linea che a) non può farlo, b) non sa di cosa parla, e c) […]

Vai all'articolo...

Quo vadis Europa?

I recenti sviluppi sottolineano le due dinamiche fondamentalmente opposte che stanno evolvendo nel mondo in questo momento. L’approccio geopolitico degli ultimi decenni negli Stati Uniti e in Europa si sta rivelando fallimentare e sempre più manifestamente contrario al bene comune. La rivolta contro questo paradigma è risultata evidente nel voto sulla Brexit, nella sconfitta di […]

Vai all'articolo...

L’inquirente speciale Mueller e il caso LaRouche

Per tutti coloro che vogliano comprendere che cosa si nasconde dietro all’operazione di cambio di regime negli Stati Uniti con il Russiagate, è consigliabile la lettura del dossier su Robert Mueller pubblicato il 29 settembre dall’EIR (Executive Intelligence Review). La giornalista investigativa Barbara Boyd sfata il mito di Mueller come “incorruttibile” ed equo, rivelando invece […]

Vai all'articolo...

Conferenza stampa a New York del Comitato “Giù le mani da Colombo”

Il Presidente dell’Italy America Chamber of Commerce (IACC), Alberto Milani e il Presidente del Premio Eccellenza Italiana, George G. Lombardi, hanno emesso il seguente comunicato stampa del Comitato Giù le Mani da Colombo, che terrà una conferenza stampa giovedì 12 ottobre a New York. “Come tutti sanno- riferisce il comunicato stampa – il Sindaco e […]

Vai all'articolo...

Riuscirà Trump a disinnescare il pericolo di una guerra mondiale?

Da quando il Presidente Trump ha pronunciato il suo discorso all’Assemblea Generale dell’ONU il 18 settembre, i media hanno sfornato titoloni allarmistici sul pericolo imminente di una guerra tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord, e/o su nuove provocazioni pericolose nei confronti di Iran e/o Siria, da parte di un Presidente americano irrazionale […]

Vai all'articolo...

Yemen: fermiamo la carneficina con la Nuova Via della Seta

Il 16 settembre il movimento politico di LaRouche negli Stati Uniti ha emesso una dichiarazione con cui chiede un’inchiesta internazionale sul genocidio saudita nello Yemen, dichiarazione che viene distribuita all’Assemblea Generale dell’ONU in corso a New York. Le recenti nuovi rivelazioni sul ruolo dei sauditi negli attacchi terroristici alle torri gemelle (vedi sotto) hanno messo […]

Vai all'articolo...

Gorini: giù le mani da Cristoforo Colombo!

Liliana Gorini, presidente di MoviSol, ha inviato al Presidente Trump ed alle associazioni italo-americane negli Stati Uniti la seguente lettera aperta: Signor Presidente, in qualità di cittadina italiana e presidente di MoviSol, il movimento di LaRouche in Italia, faccio appello a Lei affinché intervenga in difesa di Cristoforo Colombo e di Columbus Day. Gli stessi […]

Vai all'articolo...

Il disastro di Houston sia l’ultimo! LaRouche sulle misure urgenti da prendere

A differenza del cosiddetto “riscaldamento globale”, la catastrofe in Texas è un ennesimo disastro antropogenico, il risultato di omissioni e negligenze dei politici eletti, che per anni hanno continuato a sostenere lo schema speculativo di Wall Street e le ambizioni imperiali dell’establishment, sostenendo che la manutenzione e la costruzione di nuove infrastrutture non fosse finanziariamente […]

Vai all'articolo...

Charlottesville: una nuova fase nel golpe contro Trump

La campagna per la delegittimazione e destituzione del Presidente degli Stati Uniti d’America, iniziata con la frode del “Russiagate”, è stata seriamente menomata dalla rivelazione dell’analisi forense delle condizioni del trafugamento dai calcolatori del Partito Democratico americano, fatta dai Veterans Intelligence Professionals for Sanity (VIPS) e poi da The Nation. La corrispondenza elettronica fu trafugata […]

Vai all'articolo...

Gli americani si lasceranno distruggere da una fraudolenta “rivoluzione culturale”?

Gli Stati Uniti stanno sprofondando nel caos, mentre giovani e poveri di ogni carnagione e credo politico vengono indotti a riversare il proprio scontento in scontri violenti che non prevedono vincitori. Si tratta della solita tattica imperiale britannica, dello schema gang-countergang elaborato dall’ufficiale militare britannico Frank Kitson e usato dai britannici per disperdere gli oppositori […]

Vai all'articolo...

Solo la separazione bancaria e il credito produttivo possono neutralizzare le minacce di guerra civile negli Stati Uniti

L’operazione fraudolenta del Russiagate atta a destituire il Presidente Trump si è rivelata una frode. Ray McGovern e William Binney, due dirigenti dei Veterans Intelligence Professionals for Sanity (VIPS), hanno tenuto lo scorso sabato una conferenza a New York (vedi video), passando in rassegna per il LaRouche PAC le analisi forensi che provano che i […]

Vai all'articolo...

Petizione al Presidente Trump: il Russiagate è una frode

La seguente petizione del LaRouchePAC al Presidente Trump è stata sottoscritta da centinaia di cittadini americani: Lyndon LaRouche (nella foto) afferma a proposito della frode del cosiddetto “Russiagate” costruita per colpire il Presidente americano Trump: “Il popolo americano deve esigere che il tentativo di golpe per mano britannica ai danni della Presidenza e della nazione […]

Vai all'articolo...

Cambia il vento sul Russiagate

Nonostante gli sforzi per costruire un muro di silenzio intorno al memorandum pubblicato il 24 luglio dai Veteran Intelligence Professionals for Sanity (VIPS), che dimostra, prove forensi alla mano, che non c’è stato nessun tentativo di “hacking” russo nelle elezioni presidenziali americane del 2016, la notizia ha fatto il giro del mondo, aprendo un grosso […]

Vai all'articolo...

Denunciare la frode del Russiagate

Il memorandum pubblicato il 24 luglio dai Veteran Intelligence Professionals for Sanity (VIPS) dimostra che le e-mail dei calcolatori del Comitato Nazionale Democratico passate a Wikileaks non furono rubate da hacker russi, ma provenivano da una fuga di notizia interna. Questi accertamenti smontano l’intera favola delle elezioni presidenziali americane manipolate dal Cremlino, fatto che spiega […]

Vai all'articolo...

Chiamare il bluff britannico: sono in bancarotta e mentono sul Russiagate

Da Seattle a Greenwich, dalla Francia all’Italia, il movimento internazionale che fa capo all’economista americano LaRouche è in piena mobilitazione per fermare il golpe dell’impero britannico mirante a destituire Trump, golpe basato sulla grande menzogna secondo cui il Presidente russo Vladimir Putin sarebbe l’autore dell’attacco hacker ai computer del DNC (la direzione del Partito Democratico […]

Vai all'articolo...

Ray McGovern: il Russiagate è una frode, urge un’inchiesta sull’FBI

L’ex analista della CIA Ray McGovern, un membro fondatore dei VIPS, è stato intervistato dal LaRouche PAC il 28 luglio sulle implicazioni del loro recente memo e in particolare perché urga un’inchiesta sul ruolo dell’FBI (vedi notizia accanto). Una volta rivelato che i computer del DNC avevano subito un “attacco di hacker”, sostiene McGovern, l’FBI […]

Vai all'articolo...

Il presunto attacco hacker russo era in realtà un lavoro dall’interno

Il 24 luglio i Veteran Intelligence Professionals for Sanity (VIPS, professionisti veterani di intelligence per la sanità) hanno reso pubblico un memorandum straordinario che dimostra conclusivamente che i presunti attacchi hacker russi al Democratic National Committee (DNC) non erano affatto attacchi hacker, bensì una fuga di notizia da parte di qualcuno che aveva accesso ai […]

Vai all'articolo...

Ex direttore della NASA: cooperare con la Cina nelle missioni sulla Luna

Dopo un discorso del 14 luglio a Huntsville, in Alabama, l’ex direttore della NASA Charlie Bolden è stato intervistato da Lee Roop per il sito al.com. Parlando del programma lunare, difeso dalla mannaia di Obama, ha proposto che esso venga rilanciato in cooperazione con la Cina: “Non abbiamo bisogno di loro per andare su Marte, […]

Vai all'articolo...

La pace con Russia e Cina va bene, la pace con Wall Street no!

Nella settimana successiva al G20 di Amburgo si sono già sentiti gli effetti della serie degli incontri bilaterali ai margini del vertice. Il più importante, come abbiamo riferito la settimana scorsa, è stato il faccia a faccia tra il Presidente Putin e il Presidente Trump, giudicato positivamente da entrambi i leader, e che ha mandato […]

Vai all'articolo...

L’incontro tra Putin e Trump domina il vertice G20

La storia considererà sicuramente l’incontro bilaterale tra il Presidente Donald Trump e Vladimir Putin, il 7 luglio 2017, come l’avvenimento più importante del G20 di Amburgo (7-8 luglio). Al termine dell’incontro, il Segretario di Stato americano Rex Tillerson ha dichiarato che “c’è stata una chimica chiaramente positiva tra i due leader”, cosa confermata dalla sua […]

Vai all'articolo...

Al vertice G20 potrebbe emergere una nuova configurazione politica

Il vertice G20 che si terrà il 7-8 luglio ad Amburgo, in Germania, potrebbe finire col promuovere un’agenda diversa da quella che pianificava il Paese ospite. A quanto pare, gli incontri bilaterali che si terranno ai margini del vertice saranno molto più decisivi dell’evento stesso. Il più atteso è il primo incontro faccia a faccia […]

Vai all'articolo...

Messaggio di Roger Stone a Bruxelles: auspico che il Presidente Trump adotti la legge Glass Steagall

Su iniziativa dell’europarlamentare Marco Zanni, si è tenuta il 28 giugno al Parlamento Europeo a Bruxelles un’importante conferenza sul tema “Oltre l’UE: un modello di cooperazione tra Stati sovrani”, di cui riferiremo ampiamente nei prossimi giorni. A conclusione degli interventi Harley Schlanger (nella foto), stretto collaboratore di Lyndon LaRouche, ha dato lettura di questo messaggio […]

Vai all'articolo...

Importanti iniziative per consolidare i buoni rapporti tra Washington, Mosca e Pechino

Gli sviluppi degli ultimi dieci giorni indicano che gli Stati Uniti forse stanno rispondendo all’appello lanciato da Lyndon ed Helga Zepp-LaRouche tre anni fa, ripetuto con maggiore intensità dopo l’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca, affinché gli Stati Uniti accettino l’offerta della Cina di entrare a far parte della Nuova Via della Seta. Il […]

Vai all'articolo...

I democratici perdono altre due elezioni, ma i golpisti non demordono

Il Partito Democratico americano ha speso la cifra record di 30 milioni di dollari (!) per una campagna per il Congresso nella sesta circoscrizione della Georgia. Eppure il loro candidato Jon Ossof ha perso l’elezione speciale il 20 giugno per un margine del 4%, benché la sua antagonista repubblicana, Karen Handel, non fosse per niente […]

Vai all'articolo...

La caccia alle streghe anti-russa ha effetti indesiderati

Nel tentativo di sabotare l’intenzione dichiarata del Presidente Trump di migliorare i rapporti con la Russia, il Senato degli Stati Uniti d’America ha superato sé stesso approvando una legge (97 voti a 2) che stabilisce nuove sanzioni e un meccanismo che impedisca al Presidente di toglierle nel futuro. Nel concreto, la legge stabilisce un processo […]

Vai all'articolo...

Trump nel mirino: in risposta urge la legge Glass Steagall e l’adesione alla Nuova Via della Seta

Nelle ultime settimane è comparsa una testa di Trump mozzata e imbrattata di sangue: l’occasione è stata offerta dalla messa in scena del Giulio Cesare da parte della compagnia teatrale “Shakespeare in the Park” al Central Park di New York. Il finto Trump è stato assassinato brutalmente, ma non è mancata un’eco nella realtà: la […]

Vai all'articolo...

I repubblicani di Wall Street sabotano il ripristino della legge Glass-Steagall

Mentre il “Deep State”, i servizi deviati, tentano il golpe contro il Presidente americano con il Russiagate, e un loro uomo ha sparato contro un congressista amico di Trump, il 6 giugno la congressista Marcy Kaptur (al centro nella foto) ha lanciato un appello urgente parlando alla Commissione Regolamenti della Camera, a sostegno di un […]

Vai all'articolo...

La domanda di Putin è centrata: gli americani sono impazziti?

Questa settimana il mondo assisterà a un’altra tornata di maccartismo. Da un anno l’establishment e i media americani “liberal” hanno rispolverato l’isteria russofoba per contrastare l’intenzione del Presidente Donald Trump di ristabilire buoni rapporti di cooperazione con la Russia e con la Cina. Uno dei maccartisti nel campo del partito democratico, il senatore Mark Warner […]

Vai all'articolo...

La verità scomoda sulla lobby dei cambiamenti climatici

MoviSol, 6 giugno 2017

Vai all'articolo...

Perchè il G7 è “fallito”

Contrariamente alla versione propinata dai principali media sull’esito del G7 a Taormina, il “fallimento” universalmente riconosciuto non è stato di natura politica, bensì storica. Per capirlo, occorre paragonare il comunicato finale del G7 con quello del Belt and Road Forum (BRF) che si era concluso dieci giorni prima a Pechino. Mentre il comunicato del BRF […]

Vai all'articolo...

La Nuova Via della Seta renderà possibile la crescita in tutto il mondo

Il seguente articolo è stato pubblicato dalla rivista cinese China Invest, e consiste nell’intervento di Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute, nell’ambito del Forum Belt and Road a Pechino. Benché quasi tutti fossero inizialmente contrari alla iniziativa cinese Belt and Road (Una Cintura, Una Via, BRI), o si limitassero a tacerne l’esistenza, di recente molti […]

Vai all'articolo...

IL PASSO SUCCESSIVO

Pace e crescita economica!

La Campagna

Editoriali e Video

  • MoviSol a Modena alla vigilia della performance di Vasco Rossi

  • 1

L’archivio sul vecchio sito

Login Form

scathd.com boxfetish.net extremeclip.net