La Dichiarazione di Sana’a adotta il piano dello Schiller Institute per la ricostruzione dello Yemen

Durante un seminario tenuto nel quartier generale dello yemenita Ente Generale per gli Investimenti (YGIA, Yemeni General Investment Authority) è stata approvata la Dichiarazione di Sana’a, che adotta il memorandum dello Schiller Institute dal titolo “Operazione Felix: la ricostruzione dello Yemen e la connessione alla Nuova Via della Seta”, ottantasei pagine firmate da Hussein Askary, […]

Vai all'articolo...

Italia: nasce il primo governo populista dell’UE

L’incubo dell’UE si è materializzato il primo giugno, quando il primo governo populista di un Paese dell’Eurozona ha prestato giuramento. Il tentativo di piazzare a Palazzo Chigi un governo tecnocratico guidato da Carlo Cottarelli, ex funzionario del FMI, è fallito quando ci si è resi conto che non avrebbe ottenuto nemmeno un voto al Parlamento. […]

Vai all'articolo...

Moon a Kim: integrare la penisola coreana con la Belt and Road

Un articolo pubblicato il 7 maggio del South China Morning Post (SCMP) dettaglia il contenuto delle proposte economiche che il Presidente sudcoreano Moon Jae-in (nella foto) avrebbe consegnato al collega nordcoreano Kim Jong-un durante il loro incontro del 27 aprile. L’articolo del SCMP è intitolato “Seul offre a Kim Jong-un un ottimo accordo per collegare […]

Vai all'articolo...

Videoconferenza di Helga Zepp-LaRouche sui successi della Nuova Via della Seta

Mentre un numero crescente di Paesi e imprese aderiscono alla Iniziativa Belt and Road della Cina, o Nuova Via della Seta, e diventano evidenti i vantaggi del “modello di sviluppo cinese” per i Paesi in via di sviluppo, aumentano anche gli attacchi mossi in occidente contro Pechino, come testimoniano la conferenza di Monaco di Baviera […]

Vai all'articolo...

L’America Latina entusiasta della Nuova Via della Seta, mentre Washington perde l’occasione di aderire

L’incontro del 22 gennaio tra il ministro degli Esteri cinese Wang Yi e i 33 ministri degli Esteri della Comunità degli Stati Latino Americani e dei Caraibi (CELAC), tenutosi a Santiago del Cile, è avvenuto all’insegna dell’ottimismo. Tutti i ministri della CELAC hanno accolto favorevolmente l’offerta cinese di cooperazione “win-win” e l’invito ad aderire all’Iniziativa […]

Vai all'articolo...

Il vertice di Soci indica la strada verso un futuro per la Siria

Al vertice sul Dialogo Nazionale Siriano che si è tenuto a Soci, in Russia, il 29-30 gennaio, indetto da Russia, Iran e Turchia, è stato fatto un passo avanti verso una Siria sovrana, unita ed economicamente in ripresa, dopo sette anni di guerre sanguinarie. Il vertice si è concluso con una risoluzione per stabilire una […]

Vai all'articolo...

La crescita economica cinese supera ogni aspettativa

I dati sulla crescita economica cinese per il 2017, al 6,9% su base annua, ha spiazzato i sedicenti “esperti” occidentali che prevedevano un rallentamento. In realtà la crescita è stata perfino superiore alle aspettative degli analisti cinesi. A questa hanno contribuito una serie di fattori. Con la crisi economica nell’Occidente, che gettava ombre sulla capacità […]

Vai all'articolo...

La visita in Cina di Macron potrebbe cambiare le regole del gioco

Lo sviluppo strategico più importante della scorsa settimana è stato sicuramente la visita di tre giorni in Cina (dall’8 al 10 gennaio) del Presidente francese Emmanuel Macron. Nel corso della visita, Macron ha compiuto un’autocritica verso le politiche sbagliate del passato e ha lodato l’Iniziativa Belt and Road della Cina, annunciando che la Francia si […]

Vai all'articolo...

Il Giappone annuncia crediti per la Belt and Road, un esempio per l’Europa

Il governo giapponese pianifica di finanziare progetti della Belt and Road (Nuova Via della Seta) con le proprie istituzioni creditizie, secondo quanto riferisce il quotidiano economico Nikkei il 31 dicembre. “Secondo il piano, Tokyo estenderebbe assistenza finanziaria a imprese giapponesi che partecipassero all’Iniziativa Belt and Road, con un approccio caso per caso”, ha scritto il […]

Vai all'articolo...

2017: and the winner is…

Nel primo numero del 2017 prevedemmo che la dinamica della Nuova Via della Seta, originariamente lanciata dalla Cina nel 2013, sarebbe diventata ben presto determinante per via dell’approccio superiore della cooperazione win-win rispetto a un mondo unipolare. Sottolineammo allora che due vertici sarebbero stati decisivi per consolidare tale dinamica nel corso dell’anno: 1) il primo […]

Vai all'articolo...

L’Asia al centro della ribalta durante il viaggio di Trump

Tutti gli occhi sono puntati sulla visita di Donald Trump in Asia. Il 5 novembre il Presidente americano è arrivato a Tokyo e di lì si sposterà a Seul, dove affronterà sicuramente la crisi nord-coreana. Ma la tappa più importante del viaggio sarà la visita in Cina l’8 novembre. Trump è il primo capo di […]

Vai all'articolo...

La cooperazione tra Stati Uniti, Cina e Russia può porre fine alla geopolitica, aprire una “nuova era di civiltà”

I leader delle tre principali potenze nucleari del mondo si stanno muovendo per migliorare i rapporti tra i loro Paesi e rafforzare la cooperazione in varie aree. Questa dovrebbe essere un’ottima notizia per tutte le persone ragionevoli e amanti della pace nel mondo. Eppure, in Europa e negli Stati Uniti, i media dominanti e quasi […]

Vai all'articolo...

Videoconferenza di Helga Zepp-LaRouche sulla Nuova Via della Seta

Giovedì 2 novembre, alle ore 18, si terrà la consueta videoconferenza di Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute, che si può seguire in diretta sul sito www.newparadigm.schillerinstitute.com. Col Presidente Trump in partenza per l’Asia la posta in gioco è molto alta. Dopo gli importanti sviluppi al XIX Congresso del Partito Comunista Cinese, Trump ha telefonato […]

Vai all'articolo...

Perché l’impero britannico teme la Nuova Via della Seta? Videoconferenza di Helga Zepp-LaRouche

Giovedì 26 ottobre, alle ore 18, si terrà la terza videoconferenza di Helga Zepp-LaRouche sul sito www.newparadigm.schillerinstitute.com. Mentre la Cina procede, guidata dal Presidente Xi Jinping, nell’elaborazione dei piani della Belt and Road Initiative (“Una Cintura, Una Via”, ovvero la Nuova Via della Seta) per esaudire il sogno della cooperazione economica globale quale base della […]

Vai all'articolo...

La dinamica della Nuova Via della Seta è inarrestabile

Il 18 ottobre, il Presidente cinese Xi Jinping (nella foto, col Segretario di Stato USA Tillerson) ha aperto il XIX Congresso del Partito Comunista Cinese presentando una visione ottimistica del futuro per la Cina e per il mondo, basata sul percorso tracciato per i prossimi trent’anni. Puntando sul significato dell’Iniziativa Belt and Road (la Nuova […]

Vai all'articolo...

Helga Zepp-LaRouche sul Quotidiano del Popolo

Alla vigilia del XIX Congresso Nazionale del Partito Comunista Cinese (18 ottobre) il Quotidiano del Popolo ha ospitato Helga Zepp-LaRouche, fondatrice dello Schiller Institute, in un cortometraggio sulle “strade americane”, che raccoglie i pareri ottimistici di una sessantina di giovani americani sullla Cina e sui suoi progetti per il futuro. La redazione del noto quotidiano […]

Vai all'articolo...

I disastri “naturali” in America evidenziano la carenza di infrastrutture

Il 31 agosto il LaRouche Political Action Committee ha lanciato una mobilitazione nazionale, con una dichiarazione dal titolo “I disastri naturali sono originati da Wall Street”, nella quale sottolinea che l’America ha bisogno urgente di “azioni, e azioni subito” per costruire le nuove infrastrutture che avrebbero potuto impedire quei disastri. Tre importanti aree metropolitane americane […]

Vai all'articolo...

L’Unione Europea attacca pretestuosamente la Cina

Nel suo discorso sullo “stato dell’Unione” il 13 settembre, il presidente della Commissione dell’UE Jean-Claude Juncker ha annunciato un “meccanismo di screening” nei settori “strategici” dell’UE. “Se un’impresa pubblica straniera vuole acquistare un porto, parte della nostra infrastruttura energetica o un’impresa tecnologica della difesa in Europa, ciò dovrà avvenire in trasparenza, con uno scrutinio e […]

Vai all'articolo...

Uragani, terremoti, dobbiamo e possiamo prevedere i disastri naturali!

A cavallo dei mesi di agosto e settembre il Sistema Solare ha vissuto tempi tumultuosi. Gli Stati Uniti, il Messico e i Caraibi sono stati colpiti da una successione di uragani intensi, preceduti da brillamenti o eruzioni del Sole tra i quali il più intenso degli ultimi dieci anni. Queste eruzioni luminose emettono getti di […]

Vai all'articolo...

Il vertice BRICS indica la via d’uscita dalla crisi

Visto dal mondo transatlantico, il futuro appare cupo. Oltre al pericolo di guerra nucleare e di crollo del sistema finanziario, e alle devastazioni prodotte dall’austerità e dai disinvestimenti, la fazione dell’”Impero Britannico” è apertamente impegnata, con i suoi servizi di intelligence, nel tentativo di rovesciare il Presidente degli Stati Uniti d’America, al costo di scatenare […]

Vai all'articolo...

Il China Daily pubblica un ampio profilo di Helga Zepp-LaRouche e del suo lavoro

L’edizione del 18 agosto del China Daily USA ha pubblicato un lungo profilo di Helga Zepp-LaRouche a firma del corrispondente americano del quotidiano Chen Weihua, col titolo “Identificarsi con la Cina” e il sottotitolo “Helga Zepp-LaRouche considera l’Iniziativa Belt and Road come il compimento del lavoro suo e di suo marito, l’attivista politico americano Lyndon […]

Vai all'articolo...

Il governo svizzero promuove la Nuova Via della Seta

Le grandi opportunità offerte alle imprese svizzere dalla Nuova Via della Seta, l’iniziativa cinese Belt and Road, sono state colte dal governo di Berna. Dopo la partecipazione del presidente elvetico Doris Leuthard al vertice di Pechino lo scorso maggio e il viaggio in Kazakistan del ministro del Tesoro Ueli Maurer il mese scorso, in cui […]

Vai all'articolo...

Storico accordo italo-cinese sul Lago Ciad

Assistite dai rispettivi governi, l’impresa di ingegneria italiana Bonifica SpA e il conglomerato Power China, una delle maggiori multinazionali cinesi, hanno firmato una lettera d’intenti per cooperare nella verifica della fattibilità ed eventualmente nella costruzione della più grande infrastruttura mai concepita per l’Africa, il progetto integrato per il trasferimento idrico, i trasporti, la produzione di […]

Vai all'articolo...

Il nemico non è la Russia ma Wall Street!

Un crollo finanziario peggiore di quello del 2008 pende come una spada di Damocle sul mondo. Numerose voci si sono aggiunte a questa newsletter nel denunciare il fatto che le banche centrali hanno ormai esaurito l’armamentario a loro disposizione. Il Quantitative Easing ha portato a un aumento dei profitti degli speculatori a danno dei popoli […]

Vai all'articolo...

Conferenza a Bruxelles discute le alternative all’Euro

Esperti internazionali riuniti in un’aula del Parlamento Europeo di Bruxelles il 28 giugno hanno denunciato la prossima implosione del sistema dell’Euro e suggerito modi alternativi di cooperazione tra le nazioni europee. La conferenza, intitolata “Il futuro dell’UE; un nuovo modello di cooperazione tra Stati sovrani” è stata organizzata da Marco Zanni, europarlamentare indipendente iscritto al […]

Vai all'articolo...

La Nuova Via della Seta può risolvere il divario tra Nord e Sud

La Belt and Road Initiative cinese, nota anche come la Nuova Via della Seta, offre l’occasione di sviluppare le aree più depresse dell’Europa, le cui condizioni sono peggiorate nel sistema dell’UE. Per esempio, il Mezzogiorno italiano è storicamente un’area depressa, ma sotto l’Euro il divario con l’Italia Settentrionale è aumentato drammaticamente, come mostrano le ultime […]

Vai all'articolo...

Come fu sabotato un lancio precoce della Via della Seta Marittima in Italia

Fonti direttamente coinvolte nei negoziati con le autorità cinesi nel 2010 e nel 2011, hanno riferito all’EIR che quando il Primo Ministro insediato da Bruxelles, Mario Monti, cancellò la costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina con motivazioni di bilancio, era quasi concluso un accordo con i cinesi per assicurare i finanziamenti mancanti. Pechino aveva […]

Vai all'articolo...

La domanda di Putin è centrata: gli americani sono impazziti?

Questa settimana il mondo assisterà a un’altra tornata di maccartismo. Da un anno l’establishment e i media americani “liberal” hanno rispolverato l’isteria russofoba per contrastare l’intenzione del Presidente Donald Trump di ristabilire buoni rapporti di cooperazione con la Russia e con la Cina. Uno dei maccartisti nel campo del partito democratico, il senatore Mark Warner […]

Vai all'articolo...

Helga Zepp-LaRouche al forum della principale casa editrice cinese

Dopo aver partecipato ad alcuni lavori ai margini del BRF a Pechino il 14-15 maggio, la fondatrice dello Schiller Institute Helga Zepp-LaRouche (al centro nella foto) si è trattenuta in Cina per partecipare ad altre manifestazioni e incontri privati. Il 25 maggio, ella ha tenuto una prolusione presso il Phoenix Publishing Group, il più grande […]

Vai all'articolo...

Il China Daily riprende l’appello di Helga Zepp-LaRouche a Trump di partecipare al Forum sulla BRI

Una settimana prima del Forum Belt and Road (BRI) a Pechino, l’edizione in lingua inglese di China Daily USA ha citato l’appello di Helga Zepp-LaRouche a Trump a partecipare personalmente all’evento. L’articolo di Wang Linyan, datato 5 maggio, era intitolato “Trump incoraggiato a partecipare al Forum Belt-Road” (vedi http://usa.chinadaily.com.cn/epaper/2017-05/05/content_29219579.htm). “La cosa migliore sarebbe se il […]

Vai all'articolo...

Conferenza dello Schiller Institute a New York: urge la cooperazione tra Stati Uniti e Cina

MoviSol, 27 aprile 2017

Vai all'articolo...

Il vertice “Belt and Road” in Cina in maggio: l’alternativa alla crisi e alla guerra

Manca meno di un mese al vertice mondiale “The Belt and Road Forum for International Cooperation,” indetto dalla Cina. Il 18 aprile il ministro degli esteri cinese Wang Yi (nella foto) ha dato alcune anticipazioni ai media internazionali, sui partecipanti, l’agenda e i concetti principali del vertice che si terrà a Pechino il 14-15 maggio. […]

Vai all'articolo...

Guardare all’Asia per risolvere le tensioni transatlantiche

Mentre il G20 finanziario a Baden-Baden e la visita del Cancelliere Merkel al Presidente Trump hanno confermato i difficili rapporti tra gli Stati Uniti e l’Unione Europea, c’è l’opportunità di rimetterli in carreggiata con l’iniziativa Belt and Road proposta dalla Cina. Come abbiamo riferito la scorsa settimana, il governo cinese sta organizzando il grande Belt […]

Vai all'articolo...

Nella “Sinfonia della Belt and Road” c’è posto per Europa e Stati Uniti

Il governo cinese ha lanciato un’offensiva globale per far sì che il prossimo Belt and Road Forum per la cooperazione internazionale (BRF), che si terrà il 14-15 maggio a Pechino, consolidi un “ampio consenso internazionale sull’Iniziativa Belt and Road”, nelle parole del consigliere di Stato Yang Jiechi, il funzionario cinese di più alto livello nell’organizzazione […]

Vai all'articolo...

IL PASSO SUCCESSIVO

Pace e crescita economica!

La Campagna

Editoriali e Video

  • MoviSol a Modena alla vigilia della performance di Vasco Rossi

  • 1

L’archivio sul vecchio sito

Login Form

scathd.com boxfetish.net extremeclip.net