Tracciate le linee del dopo Helsinki

“Dovrebbe essere ovvio per qualsiasi persona pensante che il miglioramento dei rapporti tra Stati Uniti d’America e Russia – e cioè tra le due nazioni che posseggono il 90% delle armi nucleari del mondo, le quali, se usate, sterminerebbero l’umanità – sia una buona cosa. Perciò, i presidenti Trump e Putin hanno il merito assoluto […]

Vai all'articolo...

Si incrina sui migranti il sistema politico tedesco

Per la prima volta dal 1976, l’alleanza tra i partiti democristiani CDU e CSU si è incrinata sul tema dell’immigrazione. Un’indicazione della gravità della situazione è l’annuncio di una seduta comune dell’amministrazione bavarese, guidata dalla CSU, e il governo austriaco il 20 giugno a Linz. Le posizioni delle due amministrazioni sui migranti sono molto vicine […]

Vai all'articolo...

Il Consiglio Europeo segua l’esempio di Singapore sviluppando l’Africa!

di Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute internazionale Il contrasto non potrebbe essere più evidente. A Singapore, il vertice storico tra il Presidente americano Donald Trump e quello della Corea del Nord Kim Jong-un ha avviato un processo che, andando ben oltre la regione stessa, potrebbe garantire la pace mondiale in futuro; al contempo la […]

Vai all'articolo...

Il G7 crolla sotto il peso del vecchio paradigma

Shanghai e Charlevoix sono distanti solo un quarto della circonferenza della Terra, ma mai come oggi sembrano su pianeti diversi. Mentre i partecipanti al vertice della SCO a Shanghai hanno concordato una prospettiva comune di tipo “win-win”, il vertice G7 nel Quebec si è concluso col peggior fiasco nella storia del gruppo. Tanto per cominciare, […]

Vai all'articolo...

L’establishment transatlantico sente che vacilla il suo potere

L’establishment transatlantico ha reagito con un vero e proprio panico ai negoziati per la formazione del governo in Italia. Il fatto che potesse andare al governo una coalizione euroscettica e, per di più, con la separazione bancaria nel programma, ha spinto i burocrati e i loro controllori a una “fuga in avanti” nel tentativo di […]

Vai all'articolo...

Nonostante le molteplici crisi, il fattore determinante è il “quadro più ampio”

La spinta propulsiva nei rapporti internazionali è oggi il paradigma “win-win” e il ripudio della geopolitica da esso rappresentato. Tuttavia, vi sono numerosi punti caldi che potrebbero sfociare in un più ampio conflitto. Il mondo ha assistito all’eccidio di civili palestinesi da parte dell’esercito israeliano il 14 maggio, giorno nel quale gli Stati Uniti hanno […]

Vai all'articolo...

Jens Spahn: il lato oscuro del nuovo governo tedesco

Jens Spahn (nella foto), il Ministro della Sanità del nuovo governo di grande coalizione appena formato a Berlino, ha suscitato grosse polemiche pochi giorni prima del giuramento. Parlando della povertà in Germania, l’11 marzo, ha voluto essere provocatorio sostenendo che “nessuno nel nostro Paese patirà la fame, anche se non esistessero i Banchi Alimentari”. Ha […]

Vai all'articolo...

I socialdemocratici tedeschi danno l’OK al governo di coalizione coi democristiani

Il referendum tenuto dall’SPD tra i suoi 460.000 iscritti al partito ha assegnato un maggioranza del 66% a favore della nuova Grande Coalizione con CDU-CSU. Il dato sembrerà imponente, ma non è stata ancora data risposta alla domanda: come intende il partito rafforzare il proprio profilo rispetto al partner di coalizione e come il suo […]

Vai all'articolo...

L’Africa aspetta ancora gli investimenti dall’Europa

Il primo viaggio all’estero del Ministro degli Esteri cinese Wang Yi (nella foto) nel 2018 lo ha portato nei paesi africani: Ruanda, Angola, Gabon e Repubblica Democratica di São Tomé e Príncipe. La sua visita è iniziata il 14 gennaio in Ruanda, che quest’anno ha la presidenza dell’Unione Africana. Oltre a discutere di progetti bilaterali, […]

Vai all'articolo...

La Germania potrebbe presto avere un governo ma non un nuovo paradigma

L’annuncio che i tre partiti negozianti la coalizione di governo avevano raggiunto un accordo sulla road map da seguire è stato in genere accolto positivamente in Germania e all’estero. Angela Merkel, in carica per gli affari correnti da quattro mesi, si è detta ottimista sul fatto che l’opposizione interna alla SPD verrà superata e si […]

Vai all'articolo...

La Germania affonda sempre più nel disastro energetico

La politica energetica del governo tedesco, basata sui sussidi alle cosiddette rinnovabili, ha rovinato il mercato tedesco ed europeo per nuovi impianti di carbone e gas. Lo ha dichiarato il 20 ottobre l’amministratore delegato di Siemens, Joe Kaeser (nella foto, con Ivanka Trump). Nella stessa occasione Kaeser ha annunciato che la Siemens abbandonerà del tutto […]

Vai all'articolo...

Elezioni tedesche: l’analisi di Helga Zepp-LaRouche

“Il terremoto politico che ha fatto di Alternative fuer Deutschland il terzo partito in Germania, il vincitore in Sassonia ed il secondo partito negli altri stati orientali della Germania, è la continuazione del rifiuto della politica liberista che era già stato espresso dal voto per la Brexit e dalla sconfitta di Hillary Clinton negli Stati […]

Vai all'articolo...

Sigmar Gabriel chiede una nuova politica di distensione con la Russia

La svolta impressa da Trump ai rapporti russo-americani ha riscosso il sostegno del Ministro degli Esteri tedesco Sigmar Gabriel, anche se a modo suo. Dopo aver dichiarato poco prima del vertice G20 ad Amburgo che l’incontro tra Trump e Putin era nell’interesse della Germania se avesse ridotto le tensioni tra Est e Ovest, Gabriel è […]

Vai all'articolo...

Al vertice G20 potrebbe emergere una nuova configurazione politica

Il vertice G20 che si terrà il 7-8 luglio ad Amburgo, in Germania, potrebbe finire col promuovere un’agenda diversa da quella che pianificava il Paese ospite. A quanto pare, gli incontri bilaterali che si terranno ai margini del vertice saranno molto più decisivi dell’evento stesso. Il più atteso è il primo incontro faccia a faccia […]

Vai all'articolo...

La caccia alle streghe anti-russa ha effetti indesiderati

Nel tentativo di sabotare l’intenzione dichiarata del Presidente Trump di migliorare i rapporti con la Russia, il Senato degli Stati Uniti d’America ha superato sé stesso approvando una legge (97 voti a 2) che stabilisce nuove sanzioni e un meccanismo che impedisca al Presidente di toglierle nel futuro. Nel concreto, la legge stabilisce un processo […]

Vai all'articolo...

Il vertice “Belt and Road” in Cina in maggio: l’alternativa alla crisi e alla guerra

Manca meno di un mese al vertice mondiale “The Belt and Road Forum for International Cooperation,” indetto dalla Cina. Il 18 aprile il ministro degli esteri cinese Wang Yi (nella foto) ha dato alcune anticipazioni ai media internazionali, sui partecipanti, l’agenda e i concetti principali del vertice che si terrà a Pechino il 14-15 maggio. […]

Vai all'articolo...

Guardare all’Asia per risolvere le tensioni transatlantiche

Mentre il G20 finanziario a Baden-Baden e la visita del Cancelliere Merkel al Presidente Trump hanno confermato i difficili rapporti tra gli Stati Uniti e l’Unione Europea, c’è l’opportunità di rimetterli in carreggiata con l’iniziativa Belt and Road proposta dalla Cina. Come abbiamo riferito la scorsa settimana, il governo cinese sta organizzando il grande Belt […]

Vai all'articolo...

I dinosauri dell’UE sulla via dell’estinzione

Un incontro di due ore e mezzo tra Merkel e Draghi il 9 febbraio, di cui niente è trapelato all’opinione pubblica. Non corriamo il rischio di sbagliare se affermiamo che il tema principale trattato dai due “reggenti” dell’Eurozona sia come reggere allo tsunami in arrivo da Washington. La bordata sferrata da Peter Navarro, ministro del […]

Vai all'articolo...

Accecati dalla geopolitica, i leader europei proprio non riescono a capire

In un articolo dell’11 febbraio dal titolo “di fronte a promettenti cambiamenti strategici, i politici europei restano accecati dalla geopolitica”, Helga Zepp-LaRouche, presidente di Movisol tedesco (nella foto) esamina la svolta fondamentale in corso e come la Germania, in particolare, potrebbe influire positivamente su tale svolta. Le nuove alleanze che stanno emergendo internazionalmente, “fondate sul […]

Vai all'articolo...

Zepp-LaRouche: mettere nell’agenda del G20 un Piano Marshall per Medio Oriente ed Africa

La fondatrice dello Schiller Institute Helga Zepp-LaRouche ha chiesto al prossimo G20 a guida tedesca di mettere all’ordine del giorno la ricostruzione economica a lungo termine della Siria, con la prospettiva di adesione all’iniziativa cinese della Nuova Via della Seta, quando le condizioni politiche lo permetteranno. C’è bisogno di un programma di ricostruzione sostenuto da […]

Vai all'articolo...

Di fronte al proprio fallimento, i leader europei si trincerano

Il centro del potere economico mondiale si è spostato da molto tempo fuori del mondo transatlantico. La nuova dinamica è incentrata sulla Cina, è sostenuta da Russia, India e una miriade di altri Paesi in via di sviluppo in Asia, Africa e Sud America che ne entrano a far parte entusiasticamente. Perfino gli Stati Uniti […]

Vai all'articolo...

La Merkel rappresenta il vecchio paradigma senza futuro

Helga Zepp-LaRouche, presidente del BueSo (Movisol tedesco, nella foto con Lyndon LaRouche) non crede che altri quattro anni di un governo Merkel facciano del bene alla Germania. In un articolo pubblicato il 26 novembre, la fondatrice dello Schiller Institute evoca la famosa preoccupazione del poeta Heinrich Heine “Quando penso alla Germania di notte”, per chiedersi: […]

Vai all'articolo...

Sei anatre zoppe ancora attaccate al vecchio paradigma

Helga Zepp-LaRouche ha ironizzato sui sedicenti leader del mondo transatlantico in un articolo del 19 novembre, il giorno dopo gli incontri tra il Presidente uscente Obama, la cui eredità è appena andata in fumo alle elezioni presidenziali americane, e i capi di stato e di governo di Germania, Francia, Regno Unito, Italia e Spagna, a […]

Vai all'articolo...

I leader africani mettono Angela Merkel di fronte alla realtà

MoviSol, 21 ottobre 2016

Vai all'articolo...

Chiesto a viva voce alla Camera un dibattito sulla separazione bancaria, ma Renzi boccia gli emendamenti

MoviSol, 3 luglio 2016

Vai all'articolo...

Steinmeier smonta la favola della NATO sull’aggressività della Russia

MoviSol, 22 giugno 2016

Vai all'articolo...

Più vicino il conflitto militare globale?

MoviSol, 22 giugno 2016

Vai all'articolo...

Il mondo è pronto per unirsi entro il nuovo paradigma

MoviSol, 10 giugno 2016

Vai all'articolo...

Helga Zepp-LaRouche denuncia la nuova Operazione Barbarossa della NATO in Lituania

MoviSol, 3 maggio 2016

Vai all'articolo...

Il Presidente Obama chiede ai leader europei di unirsi dietro un mondo unipolare

MoviSol, 27 aprile 2016

Vai all'articolo...

Il “Supersunday” elettorale in Germania: un disastro annunciato

MoviSol, 17 marzo 2016

Vai all'articolo...

La City di Londra über alles, ovvero niente può salvare l’euro

MoviSol, 25 febbraio 2016

Vai all'articolo...

Ankara una Nuova Sarajevo? Non con la Nuova Via della Seta

MoviSol, 22 febbraio 2016

Vai all'articolo...

Un agente dell’Impero Britannico attacca il governo tedesco per la politica sui migranti

MoviSol, 1 febbraio 2016

Vai all'articolo...

Tutte le piste d’intelligence sull’assalto di Colonia portano a Londra

Non si tratta semplicemente di qualche stupratore che, a turno, violenta la sua vittima, ma di decine, o di centinaia di uomini, che si gettano su una o più donne, per strappare i loro abiti, toccarle, penetrarle con le dita, percuoterle o ferirle. Queste righe sono il resoconto dell’assalto di Colonia il giorno di San […]

Vai all'articolo...

Germania: Zepp-LaRouche denuncia i populisti xenofobi alleati ai falchi dell’austerità

Il massiccio assalto orchestrato contro le donne a Colonia a Capodanno, in cui sono stati commessi furti e molestie sessuali da parte di bande criminali di “uomini dall’aspetto nord africano”, domina il dibattito in Germania e le prime pagine dei telegiornali di altri paesi europei dall’inizio del nuovo anno. Questi incidenti sono capitati come il […]

Vai all'articolo...

MoviSol intervistato da Opinione Pubblica sulla Glass-Steagall

Riportiamo integralmente l’intervista concessa da Massimo Lodi Rizzini a Mirco Coppola per Opinione Pubblica di oggi. Lodi Rizzini: “Separazione bancaria unica soluzione a bolle finanziarie” L’esperto: “Eliminare Wall Street e la City. Inutile prendersela solo con la Boschi invece che con tutto il sistema” Sig. Lodi Rizzini iniziamo subito dal decreto salva-banche. Il recente bail-in […]

Vai all'articolo...

Il gen. Kujat e il parlamentare Gehrcke chiedono a Merkel di riunire Stati Uniti e Russia per fermare la guerra in Siria

MoviSol, 21 ottobre 2015

Vai all'articolo...

A quando il dibattito sulla separazione bancaria in Italia?

Editoriale di Liliana Gorini, Presidente MoviSol, 4 ottobre 2015

Vai all'articolo...

Risposta europea alla mossa di Mosca in Siria

MoviSol, 21 settembre 2015

Vai all'articolo...

Migranti: il doppio fallimento dell’Unione Europea

Editoriale di Liliana Gorini, 15 settembre 2015

Vai all'articolo...

Il delirio di onnipotenza di Renzi

Editoriale di Liliana Gorini, 20 luglio 2015

Vai all'articolo...

Il problema non è la Grecia ma il sistema finanziario

MoviSol, 16 luglio 2015

Vai all'articolo...

L’unica riforma utile per Grecia e Italia: Glass-Steagall e cooperazione coi BRICS

Editoriale di Liliana Gorini, 11 luglio 2015

Vai all'articolo...

Helga Zepp-LaRouche chiede le dimissioni di Angela Merkel

MoviSol, 8 luglio 2015

Vai all'articolo...

L’FMI sapeva che la sua offerta alla Grecia era fatta per fallire

MoviSol, 7 luglio 2015

Vai all'articolo...

La Ragione socratica vince sul terrorismo della Troika

Editoriale di Liliana Gorini, 6 luglio 2015

Vai all'articolo...

Galbraith sfata nove miti sulla crisi greca

MoviSol, 4 luglio 2015

Vai all'articolo...

“Non è la Grecia a fallire, ma sono piuttosto la Merkel, Schäuble e l’UE”

Dopo che l’Unione Europea ha respinto nuovamente le proposte avanzate dal governo ellenico, il Premier Tsipras ha annunciato che si terrà un referendum il 5 luglio per chiedere alla popolazione se accettare o meno le nuove misure di austerità dell’UE. A questi sviluppi è dedicata una dichiarazione di Helga Zepp-LaRouche del 28 giugno, dal titolo […]

Vai all'articolo...

Appello per una Glass-Steagall europea

MoviSol, 1 luglio 2015

Vai all'articolo...

Avrà davvero la meglio il “Dio denaro”?

Editoriale di Liliana Gorini, 27 giugno 2015

Vai all'articolo...

Schellnhuber: un Mefistofele maltusiano perseguita il Vaticano

MoviSol, 23 giugno 2015

Vai all'articolo...

Ricostruire il mondo nell’era dei BRICS

MoviSol, 21 giugno 2015

Vai all'articolo...

Putin offre all’Italia la via d’uscita dalla crisi: la cooperazione coi BRICS

Editoriale di Liliana Gorini, 13 giugno 2015

Vai all'articolo...

La politica estera della Merkel fortemente sotto attacco dall’interno

MoviSol, 12 giugno 2015

Vai all'articolo...

Gli sciocchi leader occidentali vanno verso la guerra

MoviSol, 11 giugno 2015

Vai all'articolo...

Lo scandalo sullo spionaggio del BND per conto della NSA farà cadere il governo tedesco?

MoviSol, 13 maggio 2015

Vai all'articolo...

Esperti militari di tutto il mondo lanciano monito sul pericolo di guerra

MoviSol, 7 maggio 2015

Vai all'articolo...

L’Italicum e le dittature di Wall Street

Editoriale di Liliana Gorini, Presidente MoviSol, 3 maggio 2015

Vai all'articolo...

La tragedia dei migranti: le colpe di Cameron e Obama

Editoriale di Liliana Gorini, Presidente MoviSol, 24 aprile 2015

Vai all'articolo...

Intervista con Antonio Fallico sulle sanzioni contro la Russia e la crisi strategica

MoviSol, 9 aprile 2015

Vai all'articolo...

L’Italia, la Russia, il pericolo di guerra

Editoriale di Liliana Gorini, Presidente MoviSol, 7 marzo 2015

Vai all'articolo...

Washington ospita i neonazisti dall’Ucraina, alimentando la follia della guerra nucleare “limitata”

MoviSol, 7 marzo 2015

Vai all'articolo...

Debito: la Grecia non deve niente!

MoviSol, 28 febbraio 2015

Vai all'articolo...

Seminari sui BRICS dell’EIR a Parigi e Monaco di Baviera

MoviSol, 22 febbraio 2015

Vai all'articolo...

I nuovi barbari

Editoriale di Liliana Gorini, Presidente MoviSol, 22 febbraio 2015

Vai all'articolo...

L’accordo di Minsk sarà sabotato dai neonazisti?

MoviSol, 19 febbraio 2015

Vai all'articolo...

Un nuovo paradigma per evitare la guerra

MoviSol, 14 febbraio 2015

Vai all'articolo...

Una settimana cruciale

Editoriale di Liliana Gorini, Presidente MoviSol, 13 febbraio 2015

Vai all'articolo...

Grecia: un governo che sa dire di no

MoviSol, 4 febbraio 2015

Vai all'articolo...

Presidente Mattarella, torniamo alla Europa di De Gasperi

Lettera di MoviSol al neo eletto Presidente Mattarella, 1 febbraio 2015

Vai all'articolo...

LaRouche saluta il ripudio della Troika alle elezioni in Grecia

MoviSol, 28 gennaio 2015

Vai all'articolo...

Riuscirà l’UE a compiere una svolta sulle sanzioni?

MoviSol, 16 gennaio 2015

Vai all'articolo...

La politica anti-russa di Angela Merkel è diretta da Londra?

MoviSol, 29 dicembre 2014

Vai all'articolo...

Aumenta in Germania l’opposizione alla Guerra fredda

MoviSol, 13 dicembre 2014

Vai all'articolo...

G20: Come una banda di matti gioca alla guerra

MoviSol, 20 novembre 2014

Vai all'articolo...

Veterani dell’intelligence USA mettono in guardia la Merkel dalla propaganda sull’Ucraina

MoviSol, 12 settembre 2014

Vai all'articolo...

Si inasprisce lo scontro globale

MoviSol, 17 luglio 2014

Vai all'articolo...

Lo sbarco di Obama in Europa: atterraggio duro

MoviSol, 14 giugno 2014

Vai all'articolo...

Lavrov critica la duplicità dell’Occidente sull’Ucraina e il suo sostegno agli estremisti di estrema destra

MoviSol, 11 aprile 2014

Vai all'articolo...

UE e USA – per non parlare del sistema finanziario – non possono permettersi le sanzioni contro Mosca

MoviSol, 20 marzo 2014

Vai all'articolo...

Gorini intervistata da Milano Post sull’Ucraina

MoviSol, 12 marzo 2014

Vai all'articolo...

Lo scontro geopolitico dell’Unione Europea rischia di far scoppiare la guerra mondiale termonucleare!

di Helga Zepp-LaRouche, 4 febbraio 2014

Vai all'articolo...

La crisi libica rivela l’incompetenza della politica europea

MoviSol, 21 marzo 2011

Vai all'articolo...

IL PASSO SUCCESSIVO

Pace e crescita economica!

La Campagna

Editoriali e Video

  • Infrastrutture e corridoi di sviluppo per Mediterraneo, Africa e Asia

  • 1

L’archivio sul vecchio sito

Login Form

scathd.com boxfetish.net extremeclip.net