Per fare di nuovo grande l’America, devono essere adottate la Quattro Leggi di LaRouche

Dopo il discorso del Presidente Donald Trump al Congresso il 28 febbraio, il LaRouche Political Action Committee ha deciso di lanciare una “Week of Action”, una settimana di mobilitazione, a partire dal 6 marzo, per creare sostegno nella popolazione americana per l’attuazione delle “quattro leggi cardinali” di LaRouche. Infatti, se la nuova Amministrazione è veramente decisa a mantenere le promesse di invertire il processo di crollo dei livello di vita negli Stati Uniti e il drammatico aumento del tasso di mortalità e del consumo di droga, dovrà respingere le politiche imposte dagli interessi finanziari che hanno il loro centro nella City di Londra e a Wall Street, e adottare l’alternativa presentata ripetutamente da LaRouche, fondata sul sistema americano di economia fisica.

Le quattro leggi di LaRouche partono dal ripristino della Legge Glass-Steagall, che separerà le banche commerciali da quelle d’affari. Essa non solo metterebbe fine alla bisca speculativa, ma permetterebbe anche la cancellazione dei crediti in sofferenza, consentendo alle banche commerciali di ripartire con il credito alle imprese.

Qui subentra la seconda legge, il ritorno a un sistema creditizio hamiltoniano. Usare il credito produttivo di tale sistema consentirà l’attuazione delle terza e quarta leggi, l’avanzamento verso una nuova piattaforma di sviluppo infrastrutturale, resa possibile da investimenti nelle frontiere scientifiche, come l’esplorazione spaziale e l’energia di fusione nucleare.

Nel suo discorso al Congresso, Donald Trump ha offerto una visione speranzosa per il periodo che condurrà, nel 2026, alla celebrazione del 250esimo anniversario della Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti. In questo contesto, ha parlato dell’esposizione universale di Filadelfia in occasione del centenario del 1876, in cui “i costruttori, artisti e inventori del Paese misero in mostra le loro meravigliose creazioni”. In quell’occasione, va aggiunto, furono presentati il primo telefono, la prima macchina da scrivere, il primo tentativo di luce elettrica e il telegrafo automatico, con grande invidia di altri Paesi, e questo contribuì a diffondere il sistema americano di economia politica in tutto il mondo. Questa imponente dimostrazione di produttività non sarebbe stata possibile senza le politiche protezionistiche adottate da Abramo Lincoln. Trump ha citato Lincoln come un modello dei suoi sforzi economici nazionalisti, dicendo che quest’ultimo ammonì che “l’abbandono della politica protezionistica da parte del governo americano produrrà la povertà e la rovina nel nostro popolo”.

In questo momento, in cui la maggioranza degli americani sperimenta proprio quella “povertà e rovina” da cui metteva in guardia Lincoln, le quattro leggi di LaRouche devono diventare il grido di battaglia del popolo americano, fino a quando l’amministrazione non sarà costretta ad adottarle.