MoviSol a Santa Maria di Leuca contro l’enciclica “Laudato Si”

MoviSol ha manifestato domenica nell’ambito di un evento contro le trivellazioni a largo del Capo di Leuca, raccogliendo diversi applausi tra i passanti nella zona. L’enciclica “Laudato Si” è diventata il cavallo di battaglia degli ambientalisti. Se possiamo credere nella buona fede di molti aderenti a questi movimenti, lo stesso discorso non si può applicare a chi l’enciclica ha contribuito a scriverla. Alla conferenza di Copenaghen sul clima del 2009 Schellnhuber, consulente di Angela Merkel e Cavaliere dell’Impero Britannico, dichiarò che “abbiamo stabilito le stime della capacità portante del pianeta, e cioè meno di un miliardo di persone” (http://dotearth.blogs.nytimes.com/…/scientist-warming-cou…/…). Sarebbe interessante chiedergli che fine dovrebbero fare gli altri sei miliardi di abitanti. La risposta potremmo elaborarla valutando le sue proposte circa le fonti rinnovabili: la civiltà richiede energia e senza energia non è possibile sostenere l’attuale popolazione. E questo si chiama “genocidio”…