Non domando alla gente di unirsi a noi per moda. Coloro che la moda ci aveva apportati, la moda ci ha ripreso. Che se li tenga. Invecchieranno con lei. Domando invece a tutti coloro che prendono sul serio la vita, per quanto breve, che a tutti noi è data, a loro domando: che cosa farete dei vostri vent’anni? Che cosa farete dei vostri cuori? Che cosa farete dei vostri cervelli? Jean Jaurès, 22 gennaio 1914

Assassinato il 31 luglio 1914, tre giorni dopo la dichiarazione di guerra dell’Impero austro-ungarico alla Serbia. Il 3 agosto il governo tedesco dichiara la guerra alla Francia, convinto, al solito, di riuscire a vincerla con una guerra lampo. Ecco che cosa fecero i ventenni della loro gioventù, dei loro cuori e dei loro cervelli:

Jaurès_che_farete

Nel presente clima di guerra, in cui di grazia non mancano iniziative di pace analoghe alla battaglia di Jean Jaurès, prendiamo a prestito dal nostro movimento fratello Solidarité et Progrès alcuni cortometraggi da lui prodotti nel 2014 per celebrare la battaglia e l’uomo che sfidò su tutti i fronti il partito della guerra, anche sul terreno della filosofia, con una tesi “Sulla realtà del mondo sensibile”, contro le correnti da una parte positiviste e materialiste e dall’altra idealiste e formaliste.

La “repubblica” che portò alla guerra

L’incidente di Fascioda, ovvero quando le nuvole portano la tempesta

Henri Guillemin: l’altro avanguerra (1871-1814)

1870-1914: la repubblica deviata dall’imperialismo britannico

Perché Jean Jaurès fu assassinato

Il socialismo e la vita

Con Jean Jaurès, riaccendiamo tutte le stelle!

Jean Jaurès secondo Henri Guillemin

L’esercito popolare, la più bella idea di Jaurès

Che cosa vuol dire essere “gollisti di sinistra”?

L’esercito nuovo di Jean Jaurès

Il credito democratico contro l’oligarchia

Il “credito democratico” di Jean Jaurès

La mutazione: un sistema di credito pubblico produttivo

Separazione bancaria e credito pubblico alla liberazione dal nazifascismo

Perché si lavora

“La gioventù pensante e il popolo” di Jean Jaurès

“Le miserie del patronato” di Jean Jaurès

“Il canto della campana” di Friedrich Schiller

La scuola è rivoluzionaria!

I fanciulli non sono idioti, la scuola è rivoluzionaria!

La lettera agli istitutori di Jean Jaurès

La lettera agli istitutori di Jules Ferry

Le idee controrivoluzionarie del creatore della Facoltà di Scienze Politiche

Il segreto di Jaurès

Jean Jaurès, educatore del lavoro umano

Con Jean Jaurès, riaccendiamo tutte le stelle!

“Missione Jaurès” proiettato in strada

Perché François Mitterrand non può essere un figura d’ispirazione

Tecnologia, protezionismo ed emissione monetaria: l’attualità del socialismo secondo Jaurès

Jacques Cheminade su Jaurès