Il 21 gennaio, alla vigilia del 30esimo anniversario dell’incarcerazione del leader politico americano Lyndon LaRouche (nella foto col Presidente Reagan) e di sei dei suoi collaboratori, con una montatura giudiziaria basata sull’accusa di non aver ripagato dei prestiti, il LaRouche Political Action Committee ha chiesto che LaRouche venga esonerato pienamente e siano adottate le sue proposte di politica economica.

La dichiarazione fa notare che molti americani sono giustamente sbigottiti nel vedere che “l’apparato dell’inquirente speciale Robert Mueller ha cercato di far destituire il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, perché aveva osato incontrarsi e conversare col Presidente russo Vladimir Putin; perché ha definito ‘obsoleta’ la NATO mettendone in dubbio il ruolo; e perché ha licenziato il direttore dell’FBI, James Comey, come da sue prerogative costituzionali”. L’incredulità è aumentata quando “è stato reso pubblico il fatto che i più alti ranghi dell’FBI, della CIA e del Partito Democratico, tutti su istruzioni dell’intelligence britannica, erano e sono tuttora coinvolti” nel tentativo di golpe.

Ma questi americani, prosegue la dichiarazione, devono capire che Lyndon LaRouche e i suoi collaboratori furono incarcerati nel 1989 e condannati a pene lunghissime a seguito di manovre illegali da parte dello stesso apparato politico. I cinque anni scontati da LaRouche in prigione rappresentarono il riuscito tentativo di impedire che fossero adottate la politica e i principii che proponeva agli Stati Uniti. Se tali politiche fossero state adottate, il mondo oggi sarebbe diverso. Il LaRouche PAC spiega il perché:

* “Dato che non è stata adottata la politica di LaRouche per sostituire il sistema finanziario di saccheggio di Wall Street e della City di Londra con un nuovo ordine economico mondiale più giusto, fondato sullo sviluppo universale e a mezzo di alta tecnologia, centinaia di milioni di persone sono rimaste in povertà e decine di milioni di persone sono morte inutilmente di fame. Solo con l’adozione recente da parte della Cina di politiche molto simili a quelle proposte da LaRouche cinquant’anni fa, il genocidio è stato fermato in molte parti del pianeta.

* “Dato che la politica dello ‘scudo spaziale’ (SDI) di LaRouche, adottata e proposta dal Presidente Ronald Reagan nel 1983, fu sabotata e non attuata, oggi il mondo è sull’orlo dello scontro termonucleare. Solo tornando al progetto originale di LaRouche di un sistema di difesa dai missili balistici (SDI) basato su nuovi principii della fisica – e in cooperazione con Russia e Cina, e non contro di loro – può salvarci da tale scontro nucleare. * “Dato che la proposta di LaRouche di cooperazione tra est e ovest dopo la caduta del muro di Berlino e la riunificazione della Germania (la famosa previsione di LaRouche nell’ottobre 1988) su respinta, e LaRouche fu mandato in carcere tre mesi dopo, la Russia fu saccheggiata e lo fu anche l’Occidente sotto la Thatcher, Bush, e Mitterrand. Fu scatenata un’ondata di guerre permanenti, che è tuttora in corso.

*”Dato che la proposta di LaRouche di una guerra contro la droga e contro l’apparato bancario londinese di ‘Droga SpA’, non fu adottata, oggi abbiamo un’epidemia di droga che avvelena la nostra nazione e il mondo.

*”Dato che la politica di LaRouche di dar via a un nuovo Rinascimento di cultura classica e di scienza è stata accantonata, oggi siamo entrati in un’epoca oscurantista che colpisce in particolare i nostri giovani”.