Parlando alla vigilia del Forum Economico dell’Est a Vladivostok, Zhu Xian, vicepresidente della Nuova Banca per lo Sviluppo (NDB, nota anche come la banca dei BRICS, Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) ha dichiarato: “Abbiamo stabilito buoni rapporti con l’AIIB (Banca Asiatica per lo Sviluppo delle Infrastrutture). Inoltre abbiamo avviato una discussione su possibili forme di cooperazione. In primo luogo pianifichiamo di co-finanziare alcuni progetti. In secondo luogo abbiamo già firmato un accordo importante sulla cooperazione. Al momento ci sono molti progetti di investimento che hanno bisogno di finanziamenti. Ecco perché non dovremmo competere, ma complementarci”. Lo riferisce l’agenzia russa Tass.

Sia l’AIIB che la NDB hanno sede in Cina, e sono state create per finanziare grandi progetti infrastrutturali la cui carenza ha paralizzato lo sviluppo in Eurasia, e nel resto del mondo. Nominalmente la NDB si concentra sui cinque paesi che compongono il gruppo BRICS, mentre l’AIIB sui paesi asiatici. Zhu ha aggiunto: “ci complementiamo… Vogliamo diventare l’istituzione finanziaria del XXI secolo, ma non essere la copia delle istituzioni finanziarie tradizionali” riferendosi alla Banca Mondiale ed al Fondo Monetario Internazionale. Anche se i progetti di finanziamento congiunto non sono ancora stati finalizzati, Zhu Xian ha aggiunto che “gli esperti della NDB stanno studiando la possibilità di finanziare progetti per la costruzione di strade in Russia”. Inoltre Zhu ha dichiarato a Sputnik: “Abbiamo piani in altre mercati nazionali dei titoli, inclusa la Russia. Siamo già in discussione col governo russo sulla possibilità di emettere titoli basati sul rublo anche in Russia.”