La Camera dell’Illinois chiede separazione bancaria, credito pubblico produttivo e varie infrastrutture

Traduciamo una mozione approvata il 30 giugno 2016 dalla Camera dell’Assemblea Generale dello Stato dell’Illinois (vedi l’originale)

HR 1092      LRB099 21096 MST 46299 r

MOZIONE DELLA CAMERA

CONSIDERATO CHE il prezzo delle materie prime, dal petrolio al rame, al caffè al mais, è sceso del 10-70% a seconda della materia prima nello scorso anno, misurato dagli indici sulle materie prime di Down Jones e di Bloomberg; il prezzo del petrolio è sceso del 70%; questo collasso del prezzo sta ora creando una nuova crisi; e

CONSIDERATO CHE il collasso dei prezzi delle materie prime è la nuova crisi dei “mutui subprime” del 2016; le materie prime e i titoli finanziari a esse correlati sono vincolati a una bolla di derivati del valore di 300 bilioni di dollari nelle principali banche e in altre società americane; e ancor di più a livello internazionale; fu l’implosione dei derivati che innescò il collasso finanziario del 2008; e

CONSIDERATO CHE questa nuova crisi finanziaria è portata avanti da un collasso della nostra industria e delle nostre infrastrutture; nei mesi di novembre e dicembre 2015 il Ministero del Commercio degli Stati Uniti ha registrato un calo degli ordinativi di beni durevoli del, rispettivamente, 1,1% e 5,1%; la disoccupazione di massa sta crescendo, messa in evidenza dall’annuncio di 10.000 licenziamenti presso Caterpillar e di 200000 licenziamenti nel settore petrolifero; l’Indice Manifatturiero dell’Istituto per la Gestione degli Approvvigionamenti è calato continuativamente per quattro mesi a livello nazionale; e

CONSIDERATO CHE il ritorno a una ripresa durevole richiederà l’adozione di un politica di credito nazionale e di attività bancaria nazionale come fu praticata da Alexander Hamilton, John Quincy Adams, Abraham Lincoln, Franklin D. Roosevelt, Dwight Eisenhower e John F. Kennedy; il programma di credito federale all’industria, agli Stati e alle comunità locali edificò l’industria e l’agricoltura della nostra nazione; e

CONSIDERATO CHE il credito nazionale, alla luce di questo programma costituzionale, può essere reso disponibile per la creazione di occupazioni produttive, di manifatture, e di progetti ad alta tecnologia, creando così occupazione di massa per la nostra forza lavoro ora pesantemente disoccupata e sotto-occupata, particolarmente tra i giovani; dunque è

LA CAMERA DEI RAPPRESENTANTI DELLA NOVANTANOVESIMA ASSEMBLEA GENERALE DELLO STATO DELL’ILLINOIS,

DELIBERA di sollecitare il Congresso degli Stati Uniti ad adottare immediatamente il programma di “ripresa americana” procedendo nel seguente modo:

1) ripristinare le disposizioni della Legge Glass-Steagall, e approvare la H.R. 381 nella Camera dei Rappresentanti e il S. 1709 nel Senato degli Stati Uniti, che mirano a ripristinare immediatamente la separazione tra banche d’affari e banche commerciali; la proposta per la Glass-Steagall alla Camera dei Rappresentanti ha quattro congressisti dell’Illinois cofirmatari, ed è stata in vigore per sessantasei anni; impedì crisi bancarie come quella sperimentata nel 2008;

2) ritornare al sistema di banca nazionale e di credito federale [vedi per il caso italiano], nel rispetto dei princìpi della Prima Banca degli Stati Uniti di Alexander Hamilton, che costruì tutte le nostre infrastrutture nazionali nei primi quarant’anni; fu ripristinata con la politica dei Greenback e della banca nazionale di Abraham Lincoln, figlio di un nativo dell’Illinois, che costruì ogni cosa, dalle ferrovie alle fonderie; Lincoln fu l’architetto del Sistema Ferroviario Transcontinentale che costruì l’America e, come legislatore statale egli fu un fautore dei miglioramenti interni e dei progetti idrici dell’Illinois; a livello nazionale, Lincoln fu il primo difensore di una nuova Banca Nazionale; la stessa politica di credito fu incorporata nella Reconstruction Finance Corporation di Franklin Roosevelt, che finanziò il programma infrastrutturale del New Deal; per esempio la Works Progress Administration fu finanziata dalla RFC e occupò in modo produttivo decine di migliaia di cittadini di Chicago di ogni estrazione sociale etnica; il padre di Ronald Reagan, Jack, fu il direttore della Works Progress Administration a Peoria;

3) usare il sistema federale di credito per costruire una rete moderna di vie ferrate per l’alta velocità, di sistemi di produzione di energia elettrica, di canali, come quelli richiesti con urgenza nel Sudovest e nelle città come Flint (nel Michigan), Chicago, Philadelphia e altre di rilievo nazionale; e altri programmi cruciali; e

4) lanciare un programma per rilanciare il nostro programma spaziale al fine di stabilire una colonia permanente sulla Luna ed esplorare il sistema solare, e sviluppare un programma per raggiungere il controllo della fusione nucleare, per rispondere una volta per tutte ai bisogni energetici della nazione e del pianeta; l’Università dell’Illinois presso Urbana-Campaign è attivamente coinvolta nella ricerca sulla fusione; e altresì

DELIBERA, che copie in numero opportuno di questa risoluzione siano spedite al Presidente Barack Obama, al Presidente della Camera Paul Ryan, al Presidente della Maggioranza presso il Senato Mitch McConnell, e a tutti i membri della delegazione dell’Illinois presso il Congresso.