Jeremy Corbyn: l’alternativa per la pace mondiale sta nei BRICS e nella legge Glass-Steagall di separazione bancaria

I nostri lettori erano stati avvisati. Il deputato laburista Jeremy Corbyn, rappresentante della sinistra storica e favorito nella corsa alla guida del partito britannico, fa tremare Tony Blair e l’establishment londinese.

Opponendosi decisamente al bellicismo della NATO, volendo ridurre il potere della monarchia britannica e invertire la rotta europea dell’austerità, Corbyn si è interessato alla dinamica dei BRICS e chiede pubblicamente la netta separazione tra banche d’affari e banche commerciali, alla maniera del Glass-Steagall Act del 1933. Ecco perché i media sono forsennatamente impegnati a trovare argomenti svianti sul suo conto.

Al fine di permettere al pubblico di scoprire “il vero Corbyn” il Citizen Electoral Council (CEC), il movimento che fa capo all’economista americano Lyndon LaRouche in Australia, lo invitò a partecipare a una conferenza a Melbourne sul tema del nuovo paradigma che è offerto al mondo dall’iniziativa dei BRICS.

Oltre a Corbyn, parteciparono altri deputati britannici, tra i quali il laburista Michael Meacher, ex Ministro dell’Ambiente.

Corbyn non poté recarsi fisicamente a Melbourne, ma concesse una intervista il 20 marzo 2015, che fu trasmessa il 29 marzo, giorno della conferenza.

Qui sotto riportiamo la registrazione originale e con il doppiaggio in francese di Solidarité et Progrès.

Intervento di Jeremy Corbyn in inglese

PDF > The Power of the BRICS Process: Views from the UK – Jeremy Corbyn

Intervento di Jeremy Corbyn con doppiaggio in francese