Il Nicaragua aspira a esplorare lo spazio

Dal 17 al 19 novembre il Nicaragua ha ospitato la VII Conferenza delle Americhe sullo Spazio (CEA VII), patrocinata dall’Ufficio per gli Affari dello Spazio Extra-Atmosferico (UNOOSA), e che ha riunito i rappresentanti di Argentina, Brasile, Costarica, Cuba, Canada, Francia, Giappone, Italia, Messico, Nicaragua, Panama, Perù, Russia, Stati Uniti d’America, Uruguay e Venezuela.

La conferenza è stata aperta dal Vicepresidente del Nicaragua, l’ex Gen. Moses Omar Halleslevens Acevedo, in qualità di Presidente del Consiglio per la Scienza e la Tecnologia (CONICYT), e dal dott. Telémaco Talavera Siles, in qualità di Presidente del Consiglio delle Università. Entrambi hanno un ruolo di rilievo anche nel progetto del Grande Canale Interoceanico di cui abbiamo scritto in passato (vedi qui e qui).

Talavera ha annunciato che il Paese programma di lanciare nel 2017 due satelliti che sono stati commissionati alla società China Great Wall. Nicacast 1 e Nicacast 2 saranno i primi satelliti dell’America Centrale. Uno sarà dedicato esclusivamente alle telecomunicazioni; l’altro alla raccolta di dati. Come ha detto Televera, potranno essere utilizzati anche da altre nazioni dell’America Centrale.

La conferenza era dedicata al tema “Scienza e tecnologia dello spazio per lo sviluppo umano in un ambiente di cooperazione, di cultura di pace e di rispetto del diritto internazionale sullo spazio”. I rappresentanti delle nazioni latinoamericane hanno sottolineato l’importanza della cooperazione regionale per ogni avanzamento delle nazioni interessate in questo campo.

Si è discusso molto di come assicurare al contempo l’istruzione nelle discipline aerospaziali e lo sviluppo tecnologico, e la diffusione di questa cultura nella popolazione in generale. Ovviamente non sono mancati i temi dello “sviluppo sostenibile” e dei “cambiamenti climatici”.

Il Piano d’Azione approvato chiede con urgenza il sostegno delle nazioni sviluppate tramite la cooperazione scientifica e tecnologica. La dichiarazione afferma che l’esplorazione e l’uso dello spazio extra-atmosferico devono essere condotti per il beneficio e l’interesse di tutte le nazioni “senza discriminazioni, in condizioni di uguaglianza e con la libertà di accesso”.

Il Nicaragua ha assunto la presidenza pro-tempore della Conferenza delle Americhe sullo Spazio.