Il governo tedesco risponde a un’interpellanza sui fondi sauditi al terrorismo

Le famose “ventotto pagine” hanno richiamato l’attenzione del parlamentare verde tedesco Hans-Christian Ströbele, grazie all’iniziativa, a metà maggio, di un militare di carriera ora in pensione. Il 31 maggio Ströbele ha presentato un’interrogazione parlamentare al Ministro della Sicurezza Interna. L’interrogazione riguardava le attività saudite in Germania a partire dal 1995 e ciò che le ventotto pagine suggeriscono sul ruolo saudita nell’attentato dell’11 settembre 2001.

Ora il Ministro ha risposto, ma in modo ampiamente evasivo:

“Il governo non ha prove di connessioni o di sostegno a islamisti violenti in Germania da parte di funzionari dell’Arabia Saudita, dal 1995. Il governo conosce la versione pubblicata del rapporto [d’inchiesta sull’11 settembre]. Fatti oltre a quelli, non sono documentati. La decisione, inoltre, su quanta parte di tale rapporto d’inchiesta sarà resa pubblica resta di competenza giuridica dell’amministrazione americana”.