Il film “il diritto di contare” sulle donne nella NASA

Il film “Hidden figures” (in italiano “Il diritto di contare”) che negli Stati Uniti ha superato Guerre Stellari ai botteghini lo scorso weekend, viene usato dalla NASA per ispirare gli studenti e i loro genitori ad aspirare a carriere legate alla ricerca spaziale. L’International Business Times riferisce che l’attrice Octavia Spencer, che nel film impersona Dorothy Vaughan, una delle prime programmatrici al servizio della NASA, ha comprato numerosi biglietti del cinema presso Baldwin Hills a Los Angeles per mantenere la promessa da lei espressa su instagram.com: “Se conoscete una famiglia bisognosa che vorrebbe assistere alla proiezione ma non se lo può permettere, ditele di venire… Mia mamma non avrebbe potuto portare me e i miei fratellini. Così, intendo onorare tutti i genitori, questo weekend…”

In Ohio il Cuyahoga Community College e il Centro di Ricerca Glenn della NASA di Cleveland hanno portato al cinema 350 studenti di quattrordici scuole. Dopo la proiezione, gli studenti hanno ascoltato alcuni professionisti del programma spaziale, tra i quali la dott.ssa Christine Darden, che lavorò nello stesso settore di elaborazione elettronica di Langley che è stato rappresentato nel film (nella foto, una cerimonia in onore di Katherine Johnson). “Non sappiamo quante persone infuenzeremo tra il pubblico”, ha detto, “ma quando andai in pensione dalla NASA, incontrai due ingegneri che dissero che io ero la ragione della loro presenza alla NASA”.