I candidati larouchiani negli Stati Uniti conducono una campagna sulle Quattro leggi di LaRouche

Il LaRouche Political Action Committee ha schierato due candidati nelle imminenti elezioni di metà mandato negli Stati Uniti: Kesha Rogers nel Texas e l’allevatore Ron Wieczorek nello stato agricolo del South Dakota.

La Rogers si candida nella IX circoscrizione contro l’attuale congressista in carica Al Green, che guida la campagna per l’impeachment del Presidente Trump. Per via dei temi che affronta, la campagna della Rogers ha assunto un’importanza nazionale, se non internazionale, come ha riconosciuto il leader di Solidarité et Progrès, l’ex candidato presidenziale francese Jacques Cheminade.

Cheminade è compiaciuto dell’alternativa al “disastroso comportamento dei due partiti americani principali” rappresentata dalla Rogers nella tradizione sia di Abramo Lincoln sia di Franklin Roosevelt. Cheminade aggiunge che “la sua elezione sarà il modo migliore di porre fine al regime della City di Londra e di Wall Street, e liberare il mondo dalla dittatura finanziaria”, in quanto la candidata indipendente promuove le quattro leggi di LaRouche: separazione bancaria (Glass-Steagall), credito pubblico produttivo, banca nazionale, energia di fusione e tecnologie avanzate per il futuro. Il leader francese loda anche l’impegno della Rogers per una politica di investimenti nella ricerca spaziale, un tema particolarmente sensibile per la presenza della NASA a Houston.

Quest’ultimo punto è stato riconosciuto anche dall’ex dirigente dell’ente spaziale Bob Thompson, che ha rilasciato una dichiarazione in cui invita gli elettori a studiare il programma della Rogers. Ha sostenuto la sua candidatura anche il Senatore dello Stato della Virginia Richard Black, noto negli Stati Uniti e nel mondo per la sua decisa opposizione alle avventure militari all’estero (regime change), sottolineando il fatto che la Rogers ha denunciato il tentativo di golpe contro Trump.

Sostegno anche dall’ex consigliere di Trump Roger Stone, che attribuisce grande importanza alla sua denuncia del “golpe anticostituzionale” mirante a impedire la politica di dialogo e sostegno alla “sovranità di tutte le nazioni” di Trump. “Ha avuto il coraggio di sfidare l’apparato di Bush e Obama nel Texas, e di ergersi al di sopra dei partiti”, ha detto Stone.

La scorsa settimana Kesha Rogers ha rilasciato una dichiarazione dal titolo “La mia politica per la scuola: ogni bambino può diventare un genio”, in cui sottolinea che “uno dei punti forti della mia campagna e una mia passione personale è l’importanza dell’istruzione classica nella musica, nell’arte e nella scienza. Voglio che tutti i bambini del mio distretto, afro-americani, ispanici, asiatici e bianchi, aspirino a diventare geni e ricevano l’istruzione classica per poterlo diventare. Ritengo che il futuro e l’istruzione dei nostri figli siano della massima importanza nel promuovere le prossime generazioni di menti creative, che faranno le prossimo scoperte rendendo possibile il progresso del genere umano. Intendo rappresentare al Congresso l’avanzamento della grande cultura classica. È la cosa più importante che una generazione possa trasmettere a quella successiva, la capacità di fare nuove scoperte sempre più profonde. Per farlo, abbiamo bisogno di un’economia prospera e di rilanciare la sfida dell’esplorazione spaziale e della creazione di fonti energetiche come la fusione nucleare”.