Helga Zepp-LaRouche in visita in Cina, parla alla conferenza sulle civiltà asiatiche

Helga Zepp-LaRouche, fondatrice e presidente dello Schiller Institute, è appena tornata da una visita di 10 giorni in Cina, che includeva interventi pubblici, interviste e incontri privati. La visita è iniziata con la partecipazione alla Conferenza sul Dialogo tra le Civiltà Asiatiche, che si è tenuta il 15-16 maggio a Pechino ed è stata aperta da un discorso del Presidente Xi Jinping. La signora LaRouche ha riassunto in dieci minuti un testo dal titolo “Il più alto ideale del genere umano è il potenziale per il futuro” che è stato messo agli atti della conferenza e di cui parleremo la prossima settimana.

Ciò che risultava palpabile alla manifestazione, ha sottolineato la signora LaRouche, è che i partecipanti erano molto colpiti dalla crescita economica della Cina e dal suo successo fenomenale nel combattere la povertà e superare l’arretratezza economica.

Helga Zepp-LaRouche ha avuto incontri ad alto livello con esponenti di numerose istituzioni con i quali è in contatto dagli anni Novanta. Tali incontri sono avvenuti in un momento di gravi tensioni tra la Cina e gli Stati Uniti a seguito dell’interruzione dei negoziati commerciali, l’affare Huawei e altre questioni. Cresce in Cina la preoccupazione per gli attacchi contro Huawei, che vengono visti come un tentativo di impedire lo sviluppo ad alta tecnologia del Paese. Ma non solo della Cina, in quanto le misure punitive colpiscono anche altri Paesi in via di sviluppo che dipendono da Huawei, in particolare in Africa. Molti guardano al movimento internazionale di LaRouche in cerca di soluzioni a questi problemi, ha riferito.

La fondatrice dello Schiller Institute ha parlato anche all’Istituto Chongyang per gli Studi di Finanza della Università Renmin, a Pechino, e ha visitato Nanjing, dove ha incontrato l’editore dell’edizione in lingua cinese del primo volume dello studio dell’EIR “The New Silk Road Becomes the World Land-Bridge”, di cui è appena stata pubblicato la ristampa, in quanto viene considerato uno dei libri più importanti della casa editrice. Questa pubblicherà anche una traduzione del secondo volume dello studio.

Molti funzionari d’alto livello in Cina, ha sottolineato la signora LaRouche, sono ben consapevoli delle teorie economiche di Lyndon LaRouche e apprezzano molto il lavoro culturale dello Schiller Institute.