Helga LaRouche: il cambiamento per il meglio è alla nostra portata

Nel mondo è in corso una trasformazione paradigmatica che pone una sfida all’intera epoca della geopolitica, fatta di distruzioni di nazioni per mezzo di guerre ma anche di manipolazioni finanziarie; questa trasformazione prepara un’epoca di politiche per il mutuo sviluppo (win-win policies) trainate dall’iniziativa cinese “Una Cintura, Una Via” (Belt and Road Initiative, altro nome della Nuova Via della Seta). I recenti sviluppi asiatici, con il vertice di Singapore tra il Presidente americano e quello nordcoreano e il vertice in Cina della Shanghai Cooperation Organization, sono indicativi del grande potenziale offerto dalla pacifica cooperazione economica. I benefici di questa nuova epoca possono essere visti nei nuovi progetti infrastrutturali presentati ovunque, in Eurasia, in Africa e nelle Americhe Centrale e Meridionale. Un crescente numero di nazioni europee comincia a intravedere le prospettive positive di questo cambiamento.

Il prospettato incontro tra i Presidenti russo e americano è parte di questa nuova geometria nei rapporti tra le nazioni e la sua crescente probabilità indica che il Presidente Trump è riuscito a porre fine alla cinghia contenitiva costruita con il cosiddetto Russiagate. Affinché questo passo venga compiuto devono attivarsi i cittadini di tutte le nazioni, con un’azione dal duplice valore, e cioè innalzando la capacità di pensare creativamente e ritrovando la passione per la partecipazione politica. Le videoconferenze settimanali di Helga Zepp-LaRouche sono un contributo chiave a questo processo di informazione e mobilitazione della popolazione in un momento storico così promettente.

L’appuntamento è per questo giovedì 21 giugno 2018, alle ore 18 sul sito newparadigm.schillerinstitute.com.