La presidente di MoviSol Liliana Gorini è stata intervistata giovedì 31 maggio da Marisa Sottovia a Radio Gamma 5, sul golpe dei banchieri contro il legittimo governo italiano e come uscire da questa crisi. Ha ricordato che i governi si fanno per i cittadini, e non per i mercati, che sono la causa della crisi con le loro speculazioni e “invece di essere rassicurati, dovrebbero andare in galera”. Ha ricordato il quadro più ampio in cui si inserisce la crisi italiana, la crisi spagnola, con le possibile dimissioni dei Premier Rajoy, quella greca, causata dalla stessa Troika che vorrebbe “invadere l’Italia” stando alle parole dell’eurodeputato tedesco Ferber, ma anche la crisi tedesca, con Deutsche Bank che è sul punto del fallimento. Ha risposto a molte domande di ascoltatori, su chi siano “i mercati” e come speculino sui nostri titoli di stato, sullo spauracchio dello spread, che viene usato per fare terrorismo psicologico, in quanto non c’è legame diretto tra lo spread e i mutui (quelli a tassi fissi restano fissi, quelli a tassi variabili dipendono dall’Euribor e non dallo spread).