Category Archives: Europa

Istituto austriaco propone la Via della Seta Europea dall’Atlantico agli Urali

Il governo austriaco, che ha assunto dal 1 luglio la presidenza di turno dell’UE, ha già indicato l’intenzione di indire un vertice speciale UE-Africa entro la fine dell’anno e di operare per allentare le sanzioni imposte contro la Russia. Vienna potrebbe anche promuovere un importante progetto infrastrutturale, se adottasse la proposta di una Via della […]

Leggi l'articolo...

Ucraina: il PSPU vince una battaglia importante per la democrazia

Il 4 luglio il Partito Socialista Progressista Ucraino (PSPU), guidato dalla nota economista Natalia Vitrenko (foto), ha vinto l’appello contro il Ministero della Giustizia, che si era rifiutato di registrare il partito secondo le nuove leggi, così impedendogli di presentare candidati alle elezioni e aggiungendosi agli atti di squadrismo e banditismo condotti contro membri e […]

Leggi l'articolo...

Infrastrutture e corridoi di sviluppo per Mediterraneo, Africa e Asia

Collegamenti Stabili nel Mediterraneo e Ponte di MessinaDai corridoi Africani alla Via della Seta Venerdì 23 febbraio 2018, dalle 9:15 alle 17:45, si teneva a Novedrate (CO) il convegno organizzato dall’Università eCampus per approfondire le tematiche, le criticità e le prospettive legate ai collegamenti nel Mediterraneo, con particolare attenzione alla complessa questione del ponte sullo […]

Leggi l'articolo...

Seminario sulla Nuova Via della Seta a Zurigo

Il 23 giugno si è tenuta a Zurigo, indetta da Impulswelle, un’associazione svizzera che collabora con lo Schiller Institute, una conferenza su “La Nuova Via della Seta come ponte tra Est ed Ovest”. Diversi relatori hanno affrontato differenti aspetti della politica della Nuova Via della Seta, dalla storia all’economia, dalla risposta dell’Occidente allo sviluppo dell’Africa. […]

Leggi l'articolo...

Si incrina sui migranti il sistema politico tedesco

Per la prima volta dal 1976, l’alleanza tra i partiti democristiani CDU e CSU si è incrinata sul tema dell’immigrazione. Un’indicazione della gravità della situazione è l’annuncio di una seduta comune dell’amministrazione bavarese, guidata dalla CSU, e il governo austriaco il 20 giugno a Linz. Le posizioni delle due amministrazioni sui migranti sono molto vicine […]

Leggi l'articolo...

Il Consiglio Europeo segua l’esempio di Singapore sviluppando l’Africa!

di Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute internazionale Il contrasto non potrebbe essere più evidente. A Singapore, il vertice storico tra il Presidente americano Donald Trump e quello della Corea del Nord Kim Jong-un ha avviato un processo che, andando ben oltre la regione stessa, potrebbe garantire la pace mondiale in futuro; al contempo la […]

Leggi l'articolo...

E’ fattibile la galleria ferroviaria sotto allo Stretto di Gibilterra

La Società Spagnola per gli Studi della Comunicazione Stabile attraverso lo Stretto di Gibilterra S.A. (SECEGSA), nella persona del suo presidente Rafael Garcia-Monge Fernández ha affermato a una conferenza di ingegneri a Gibilterra che, a patto di costruire otto fresatrici dedicate a piena sezione (dette in gergo “talpe meccaniche”), si potrà scavare una galleria ferroviaria […]

Leggi l'articolo...

L’Austria accoglie Putin a braccia aperte e migliora i propri rapporti con la Russia

Il Presidente russo Vladimir Putin ha ricevuto una calorosa accoglienza durante la sua breve visita in Austria il 5 giugno, nell’occasione dei 50 anni di cooperazione tra i due Paesi nel settore del gas naturale. Politicamente, questa è un’altra indicazione dello smantellamento della posizione anti-russa dell’Unione Europea. Il Cancelliere Sebastian Kurz ha dichiarato ai media […]

Leggi l'articolo...

L’establishment transatlantico sente che vacilla il suo potere

L’establishment transatlantico ha reagito con un vero e proprio panico ai negoziati per la formazione del governo in Italia. Il fatto che potesse andare al governo una coalizione euroscettica e, per di più, con la separazione bancaria nel programma, ha spinto i burocrati e i loro controllori a una “fuga in avanti” nel tentativo di […]

Leggi l'articolo...

Nonostante le molteplici crisi, il fattore determinante è il “quadro più ampio”

La spinta propulsiva nei rapporti internazionali è oggi il paradigma “win-win” e il ripudio della geopolitica da esso rappresentato. Tuttavia, vi sono numerosi punti caldi che potrebbero sfociare in un più ampio conflitto. Il mondo ha assistito all’eccidio di civili palestinesi da parte dell’esercito israeliano il 14 maggio, giorno nel quale gli Stati Uniti hanno […]

Leggi l'articolo...

Le nuove sanzioni contro la Russia avranno conseguenze in Europa

Il 16 aprile la commissione dell’industria tedesca per i rapporti con l’Est (Ost-Ausschuss) ha pubblicato un rapporto di quindici pagine sulle conseguenze delle nuove sanzioni del Congresso americano contro la Russia, quantificate in perdite dirette delle imprese tedesche per centinaia di milioni (vedi http://www.ost-ausschuss.de/content/neue-us-sanktionen-gegen-russland). In particolare, il mercato dell’alluminio sarà colpito duramente dato che la […]

Leggi l'articolo...

L’Austria diventa la principale portavoce in Europa della Nuova Via della Seta

Nel maggio scorso sembrava che i rapporti tra Austria e Cina avessero raggiunto il punto più basso, quando il Ministro austriaco dei Trasporti annullò all’ultimo momento la sua partecipazione al Forum Belt and Road a Pechino. Da allora, invece, hanno avuto una rapida ripresa, culminando il 10 aprile nella presenza in qualità di relatore del […]

Leggi l'articolo...

I francesi in piazza contro l’incubo sociale di Macron

Il 22 marzo oltre duecentomila dipendenti pubblici, lavoratori delle ferrovie, studenti, infermieri, insegnanti, controllori di traffico aereo e molti altri, sono scesi in piazza in Francia per protestare contro le riforme sociali ed economiche del governo. Solo a Parigi sono scesi in piazza 50.000 manifestanti, ma anche le altre manifestazioni in centottanta città hanno avuto […]

Leggi l'articolo...

Jens Spahn: il lato oscuro del nuovo governo tedesco

Jens Spahn (nella foto), il Ministro della Sanità del nuovo governo di grande coalizione appena formato a Berlino, ha suscitato grosse polemiche pochi giorni prima del giuramento. Parlando della povertà in Germania, l’11 marzo, ha voluto essere provocatorio sostenendo che “nessuno nel nostro Paese patirà la fame, anche se non esistessero i Banchi Alimentari”. Ha […]

Leggi l'articolo...

Skrypal ucciso dai servizi segreti britannici?

Se lo chiede l’agenzia stampa Sputnik, citando due fonti europee, Marcello Ferrada de Noli, fondatore della rivista The Indicter pubblicata dai Medici Svedesi per i Diritti Umani, ed Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute. Dopo le accuse rivolte dalla Premier britannica May (nella foto con Putin) ai russi per l’assassinio dell’ex spia russa a Londra, […]

Leggi l'articolo...

Ai dazi americani l’Europa dovrebbe rispondere “tacendo” invece di minacciare la guerra commerciale

L’annuncio dei dazi sulle importazioni di acciaio e alluminio ha provocato le proteste della Commissione dell’UE e degli economisti che gridano al “protezionismo” e si prestano a vacue minacce di “rappresaglia”. Un economista tedesco, tuttavia, ha espresso un punto di vista differente: Heiner Flassbeck (nella foto), l’ex economista capo dell’UNCTAD (dal 2003 a tutto il […]

Leggi l'articolo...

I socialdemocratici tedeschi danno l’OK al governo di coalizione coi democristiani

Il referendum tenuto dall’SPD tra i suoi 460.000 iscritti al partito ha assegnato un maggioranza del 66% a favore della nuova Grande Coalizione con CDU-CSU. Il dato sembrerà imponente, ma non è stata ancora data risposta alla domanda: come intende il partito rafforzare il proprio profilo rispetto al partner di coalizione e come il suo […]

Leggi l'articolo...

La conferenza sulla sicurezza a Monaco conferma che il vecchio paradigma è agli sgoccioli

La bancarotta politica, economica e morale dell’usurata concezione geopolitica è emersa ancora una volta alla Conferenza sulla Sicurezza a Monaco (16-18 febbraio). Il livello di ostilità verso la Russia da parte dei rappresentanti occidentali era smisurato, a ruota seguito da quello verso la Cina e condito da una buona dose di anti-Trumpismo. Il ministro degli […]

Leggi l'articolo...

L’Europa difenda i diritti di un partito di opposizione in Ucraina minacciato da squadracce neonaziste

La seguente lettera aperta è stata inviata dal Comitato Centrale del Partito Socialista Progressista dell’Ucraina (PSPU), a seguito della sua riunione del 9 febbraio 2018, in vista di un’udienza in tribunale prevista per il 20 febbraio. Il contesto dell’udienza e del sottostante appello è il seguente: Il 6 luglio 2017 il PSPU è comparso in […]

Leggi l'articolo...

Successo della raccolta firme in Francia per la separazione bancaria

I paradossi colpiscono l’intelletto. In una Francia imbronciata, la mobilitazione nazionale di Solidarité et Progrès del 14 gennaio ha suscitato curiosità e interesse, talvolta emozioni, spesso domande, ma soprattutto entusiamo. Nello spirito di contribuire a far convergere le lotte, Solidarité et Progrès ha organizzato in tutta la Francia, assieme a un numero crescente di associazioni […]

Leggi l'articolo...

La Germania potrebbe presto avere un governo ma non un nuovo paradigma

L’annuncio che i tre partiti negozianti la coalizione di governo avevano raggiunto un accordo sulla road map da seguire è stato in genere accolto positivamente in Germania e all’estero. Angela Merkel, in carica per gli affari correnti da quattro mesi, si è detta ottimista sul fatto che l’opposizione interna alla SPD verrà superata e si […]

Leggi l'articolo...

La visita in Cina di Macron potrebbe cambiare le regole del gioco

Lo sviluppo strategico più importante della scorsa settimana è stato sicuramente la visita di tre giorni in Cina (dall’8 al 10 gennaio) del Presidente francese Emmanuel Macron. Nel corso della visita, Macron ha compiuto un’autocritica verso le politiche sbagliate del passato e ha lodato l’Iniziativa Belt and Road della Cina, annunciando che la Francia si […]

Leggi l'articolo...

Helga Zepp-LaRouche propone un’agenda per le consultazioni in Germania

I negoziati per la formazione del governo che si trascinano da quasi quattro mesi con attori differenti sono caratterizzati dalla mancanza di qualsiasi concetto per il futuro. Questo è il giudizio espresso da Helga Zepp-LaRouche in un articolo pubblicato il 6 gennaio. Il tasso di approvazione di Angela Merkel riflette ciò. Secondo l’ultimo sondaggio DIMAP, […]

Leggi l'articolo...

Voci da Francia, Germania e Italia raccomandano la cooperazione con la Cina

Mentre la visita del Presidente francese Macron in Cina rilancia la Nuova Via della Seta come alternativa alla crisi economica in Europa, recenti dichiarazioni pubbliche del Ministro francese dell’Economia, Bruno LeMaire e dell’ex ambasciatore tedesco Michael Schaefer riflettono il crescente orientamento verso la politica cinese della Belt and Road da parte di ambienti delle élite […]

Leggi l'articolo...

Il Giappone annuncia crediti per la Belt and Road, un esempio per l’Europa

Il governo giapponese pianifica di finanziare progetti della Belt and Road (Nuova Via della Seta) con le proprie istituzioni creditizie, secondo quanto riferisce il quotidiano economico Nikkei il 31 dicembre. “Secondo il piano, Tokyo estenderebbe assistenza finanziaria a imprese giapponesi che partecipassero all’Iniziativa Belt and Road, con un approccio caso per caso”, ha scritto il […]

Leggi l'articolo...

Jeremy Corbyn alla Morgan Stanley: “avete ragione, siamo una minaccia”

Secondo un rapporto della Morgan Stanley pubblicato la scorsa settimana, un governo guidato dal leader laburista Jeremy Corbyn è più pericoloso di una Brexit disordinata. Infatti, i mercati temono che se il governo di Theresa May non sarà in grado di portare a casa l’accordo desiderato con l’UE, potrebbero essere indette le elezioni anticipate prima […]

Leggi l'articolo...

UE: un europeo su cinque è povero

Uno studio presentato la settimana scorsa dall’Ufficio Statistiche sul Redditi e le Condizioni di Vita di Bruxelles (SILC) per il 2016 indica che il 23,4% della popolazione nell’UE, 117 milioni di persone, vive già in condizioni di povertà o rischia a breve di rientrare in questa categoria. Dal 2008 la percentuale non è diminuita. Anche […]

Leggi l'articolo...

L’UE rifiuta una riforma bancaria

Mentre il sistema finanziario accumula livelli di titoli tossici superiori a quelli del 2008, la Commissione dell’UE ha accantonato l’ultima pretesa di riformare il sistema finanziario, ritirando la proposta di legge di “Riforma Strutturale” che giaceva incagliata al Parlamento Europeo dal 2015. Il 24 ottobre, la Commissione ha presentato il proprio “Programma di Lavoro 2018” […]

Leggi l'articolo...

Una lettera aperta di Helga Zepp-LaRouche al Presidente della Germania

Il 4 novembre Helga Zepp-LaRouche ha scritto una lettera aperta al Presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier (nella foto) dal titolo “Il numero di rifugiati nel mondo è arrivato a 66 milioni: i prossimi 50 anni del nostro pianeta”, come risposta al discorso pronunciato dal Presidente tedesco due giorni prima alla Singapore Management University. In quell’occasione, Steinmeier […]

Leggi l'articolo...

La Germania affonda sempre più nel disastro energetico

La politica energetica del governo tedesco, basata sui sussidi alle cosiddette rinnovabili, ha rovinato il mercato tedesco ed europeo per nuovi impianti di carbone e gas. Lo ha dichiarato il 20 ottobre l’amministratore delegato di Siemens, Joe Kaeser (nella foto, con Ivanka Trump). Nella stessa occasione Kaeser ha annunciato che la Siemens abbandonerà del tutto […]

Leggi l'articolo...

Seminario a Parigi sulla Nuova Via della Seta

Lo Schiller Institute francese e l’Accademia Geopolitica di Parigi hanno tenuto il 24 ottobre una conferenza congiunta sulla Nuova Via della Seta, aperta da Ali Rastbeen dell’Accademia Geopolitica e da Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute. Hanno preso la parola anche Christine Bierre, redattrice capo del periodico Nouvelle Solidarité, sulle radici confuciane della Nuova Via […]

Leggi l'articolo...

La dinamica della Nuova Via della Seta è inarrestabile

Il 18 ottobre, il Presidente cinese Xi Jinping (nella foto, col Segretario di Stato USA Tillerson) ha aperto il XIX Congresso del Partito Comunista Cinese presentando una visione ottimistica del futuro per la Cina e per il mondo, basata sul percorso tracciato per i prossimi trent’anni. Puntando sul significato dell’Iniziativa Belt and Road (la Nuova […]

Leggi l'articolo...

Spagna: la secessione deve essere quella dall’Euro

La crescita del movimento indipendentista catalano è in gran parte conseguenza della politica di austerità imposta dall’Unione Europea e dalla BCE a seguito del crac finanziario del 2008 e dei salvataggi bancari. La disoccupazione supera il 20% (per i giovani il 50%) e molti lasciano il Paese in cerca di un lavoro. Secondo la banca […]

Leggi l'articolo...

Quo vadis Europa?

I recenti sviluppi sottolineano le due dinamiche fondamentalmente opposte che stanno evolvendo nel mondo in questo momento. L’approccio geopolitico degli ultimi decenni negli Stati Uniti e in Europa si sta rivelando fallimentare e sempre più manifestamente contrario al bene comune. La rivolta contro questo paradigma è risultata evidente nel voto sulla Brexit, nella sconfitta di […]

Leggi l'articolo...

Il governo francese e l’UE costretti ad accettare il progetto del Canale Senna-Nordeuropa

Il 3 ottobre il governo di Parigi ha raggiunto un accordo per il finanziamento di uno dei più importanti progetti infrastrutturali della storia europea: un canale navigabile di collegamento tra la regione parigina e la rete di canali dell’Europa Settentrionale. Un po’ di storia “Renderò il porto di Anversa un pistola puntata al cuore dell’Inghilterra”, […]

Leggi l'articolo...

Il vero referendum per la Spagna dovrebbe essere sull’adesione alla Nuova Via della Seta

Dichiarazione del Movimiento LaRouche España, 2 ottobre 2017 Dieci anni fa, imbottito di derivati finanziari e altri titoli tossici, privi di qualunque valore intrinseco, il sistema finanziario mondiale fece un tonfo, trascinando con sé l’economia fisica del mondo. Le misure di austerità e l’emissione di moneta fiat in tutta la regione finanziaria transatlantica da parte […]

Leggi l'articolo...

Video conferenza di Helga Zepp-LaRouche sullo “spirito della Nuova Via della Seta”

Giovedì 5 ottobre, alle ore 18 ora italiana (12 ora americana) si terrà la prima di una serie di “webcast”, o videoconferenze internazionali, di Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute e moglie dell’economista americano Lyndon LaRouche, sullo “spirito della Nuova Via della Seta”. La videoconferenza sarà in inglese, è possibile seguirla collegandosi al sito www.newparadigm.schillerinstitute.com […]

Leggi l'articolo...

Elezioni tedesche: l’analisi di Helga Zepp-LaRouche

“Il terremoto politico che ha fatto di Alternative fuer Deutschland il terzo partito in Germania, il vincitore in Sassonia ed il secondo partito negli altri stati orientali della Germania, è la continuazione del rifiuto della politica liberista che era già stato espresso dal voto per la Brexit e dalla sconfitta di Hillary Clinton negli Stati […]

Leggi l'articolo...

L’Unione Europea attacca pretestuosamente la Cina

Nel suo discorso sullo “stato dell’Unione” il 13 settembre, il presidente della Commissione dell’UE Jean-Claude Juncker ha annunciato un “meccanismo di screening” nei settori “strategici” dell’UE. “Se un’impresa pubblica straniera vuole acquistare un porto, parte della nostra infrastruttura energetica o un’impresa tecnologica della difesa in Europa, ciò dovrà avvenire in trasparenza, con uno scrutinio e […]

Leggi l'articolo...

Draghi continua a gonfiare la bolla benché soffino venti contrari

Se il manager di Deutsche Bank, dall’alto dei 50 mila miliardi di euro di scommesse derivate, scende in campo per sollecitare la BCE ad aumentare i tassi, allora la situazione è grave. “Vediamo segni di bolle in sempre più parti del mercato dei capitali, dove non ce le aspettavamo”, ha dichiarato John Cryan in un’intervista […]

Leggi l'articolo...

Chiesta la separazione bancaria in Svezia

La decisione del consiglio di amministrazione della principale banca scandinava, Nordea, di trasferire il proprio quartier generale da Stoccolma a Helsinki ha spinto due quotidiani a pubblicare due versioni differenti di un medesimo testo in difesa della separazione bancaria. La decisione, assunta il 6 settembre, di spostare un massimo di cento dirigenti e dipendenti nella […]

Leggi l'articolo...

La ricostruzione della Siria è pronta a partire, dal nostro corrispondente

Le vittorie delle Forze Armate Siriane contro l’ISIS e la riconquista di quasi tutto il territorio nazionale hanno motivato la spinta per la ricostruzione economica del Paese. Così, dopo cinque anni di interruzione dovuta alla guerra, la Fiera Internazionale di Damasco ha potuto riaprire i battenti alla fine di agosto, e riscuotere un grande successo […]

Leggi l'articolo...

Il governo svizzero promuove la Nuova Via della Seta

Le grandi opportunità offerte alle imprese svizzere dalla Nuova Via della Seta, l’iniziativa cinese Belt and Road, sono state colte dal governo di Berna. Dopo la partecipazione del presidente elvetico Doris Leuthard al vertice di Pechino lo scorso maggio e il viaggio in Kazakistan del ministro del Tesoro Ueli Maurer il mese scorso, in cui […]

Leggi l'articolo...

L’UE pianifica la soluzione argentina

Nel 2001, nel mezzo della feroce crisi finanziaria argentina, il ministro dell’Economia Domingo Cavallo applicò il famoso “corralito”, e cioè il blocco ai conti correnti, per cercare di fermare la fuga dei depositi causata dalla disastrosa politica economica portata avanti dallo stesso Cavallo (nella foto, una manifestazione contro il corralito). Quella politica economica era molto […]

Leggi l'articolo...

Helga Zepp-LaRouche: la verità sul golpe ucraino

Helga Zepp-LaRouche, presidente dello Schiller Institute, ha avuto parole di apprezzamento per le dichiarazioni del Ministro degli Esteri tedesco a favore di una nuova Ostpolitik, ma ha puntato il dito contro gli errori di base che hanno portato alle sanzioni. In una dichiarazione rilasciata il 23 luglio, ha chiesto che venga ripudiata pubblicamente l’intera “narrativa” […]

Leggi l'articolo...

Sigmar Gabriel chiede una nuova politica di distensione con la Russia

La svolta impressa da Trump ai rapporti russo-americani ha riscosso il sostegno del Ministro degli Esteri tedesco Sigmar Gabriel, anche se a modo suo. Dopo aver dichiarato poco prima del vertice G20 ad Amburgo che l’incontro tra Trump e Putin era nell’interesse della Germania se avesse ridotto le tensioni tra Est e Ovest, Gabriel è […]

Leggi l'articolo...

Xi Jinping in Germania: il commento di Helga Zepp-LaRouche ripreso da Xinhua

Al suo arrivo in Germania il 4 luglio, il Presidente cinese Xi Jinping è stato accompagnato da un suo articolo, pubblicato sui principali media, dal titolo “Fare del mondo un posto migliore” (vedi http://usa.chinadaily.com.cn/2017-07/05/content_29994986_2.htm). Xi ha sottolineato che “Il Forum Belt and Road per la Cooperazione Internazionale, che si è tenuto recentemente a Pechino, mira […]

Leggi l'articolo...

Conferenza a Bruxelles discute le alternative all’Euro

Esperti internazionali riuniti in un’aula del Parlamento Europeo di Bruxelles il 28 giugno hanno denunciato la prossima implosione del sistema dell’Euro e suggerito modi alternativi di cooperazione tra le nazioni europee. La conferenza, intitolata “Il futuro dell’UE; un nuovo modello di cooperazione tra Stati sovrani” è stata organizzata da Marco Zanni, europarlamentare indipendente iscritto al […]

Leggi l'articolo...

Al vertice G20 potrebbe emergere una nuova configurazione politica

Il vertice G20 che si terrà il 7-8 luglio ad Amburgo, in Germania, potrebbe finire col promuovere un’agenda diversa da quella che pianificava il Paese ospite. A quanto pare, gli incontri bilaterali che si terranno ai margini del vertice saranno molto più decisivi dell’evento stesso. Il più atteso è il primo incontro faccia a faccia […]

Leggi l'articolo...

I democratici perdono altre due elezioni, ma i golpisti non demordono

Il Partito Democratico americano ha speso la cifra record di 30 milioni di dollari (!) per una campagna per il Congresso nella sesta circoscrizione della Georgia. Eppure il loro candidato Jon Ossof ha perso l’elezione speciale il 20 giugno per un margine del 4%, benché la sua antagonista repubblicana, Karen Handel, non fosse per niente […]

Leggi l'articolo...

L’ambientalismo radicale è la causa del rogo della Grenfell Tower a Londra

L’incendio catastrofico che ha distrutto la Grenfell Tower, un grattacielo di 24 piani, il 14 giugno ha indotto molti a chiedere se la decisione di utilizzare pannelli di alluminio e polietilene come isolamento fu presa per rispettare l’agenda del “riscaldamento globale” rendendo gli edifici più “sostenibili dal punto di vista ambientale”. È proprio questo il […]

Leggi l'articolo...

Perchè il G7 è “fallito”

Contrariamente alla versione propinata dai principali media sull’esito del G7 a Taormina, il “fallimento” universalmente riconosciuto non è stato di natura politica, bensì storica. Per capirlo, occorre paragonare il comunicato finale del G7 con quello del Belt and Road Forum (BRF) che si era concluso dieci giorni prima a Pechino. Mentre il comunicato del BRF […]

Leggi l'articolo...

Molte le domande sul terrorista suicida di Manchester

L’attentato kamikaze a Manchester il 22 maggio è stato apparentemente eseguito da Salman Abedi, il cui padre Ramadan Abedi è stato identificato come un membro del Gruppo dei Combattenti Islamici Libici (Libyan Islamic Fighting Group, LIFG) guidato da Abdelhakim Belhadj. Negli anni Novanta il LIFG venne dispiegato dal servizio segreto britannico MI6 per assassinare Gheddafi. […]

Leggi l'articolo...

La Francia ha un nuovo governo liberista ed europeista, ma per quanto?

Una cosa si può dire del nuovo governo francese, annunciato il 17 maggio, ed è che riflette la principale preoccupazione del neoeletto Presidente al momento. Le elezioni parlamentari si terranno l’11 giugno, il secondo turno una settimana dopo, ed Emmanuel Macron cerca di conquistare la maggioranza per il partito che ha fondato solo un anno […]

Leggi l'articolo...

Jacques Cheminade: così catalizzeremo la Francia

Dopo le elezioni plasmate dai media, dopo che tutti hanno srotolato il tappeto rosso davanti a Emmanuel Macron e Marine Le Pen, la seconda per mettere in rilievo il primo, è giunta l’ora della verità. Quella che Emmanuel Macron deve affrontare non più una candidata aggressiva e incompetente, dopo l’eliminazione di un altro candidato troppo […]

Leggi l'articolo...

Macron: un presidente predefinito

MoviSol, 9 maggio 2017

Leggi l'articolo...

Cheminade: Francia ed Europa affrontano un periodo difficile

Come Jacques Cheminade ha sottolineato in due interviste a RT dopo il primo turno delle elezioni presidenziali francesi il 23 aprile, il risultato è “stato una vittoria per la Borsa e per le megabanche”, come dimostra l’aumento del 4% dei titoli azionari a Parigi il giorno dopo. Ma è solo “una vittoria temporanea” perché il […]

Leggi l'articolo...

Per i britannici la guerra di aggressione non è illegale! Ecco la possibile soluzione alla crisi coreana

La guerra d’aggressione può anche essere considerata illegale dal punto di vista del diritto internazionale, ma non lo è nel Regno Unito! Il Guardian di Londra riferisce che il consigliere della Regina, Jeremy Wright, è intervenuto per archiviare la causa intentata contro Tony Blair (nella foto) da alcune vittime della sua guerra illegale in Iraq, […]

Leggi l'articolo...

Cheminade su La Voix du Nord: candidato contro il “sistema delle banche casinò”

Pubblichiamo l’intervista di Jacques Cheminade a La Voix du Nord: Qualificato per la terza volta, il candidato di Solidarité et Progrès, discepolo dell’americano Lyndon LaRouche, si considera come unico oppositore dell’ordine finanziario internazionale. D: Nel nostro sondaggio di BVA pubblicato questo venerdì, Lei è a meno dello 0,5%. La Sua candidatura è veramente utile? JC: […]

Leggi l'articolo...

Sei milioni di francesi hanno seguito il dibattito con Cheminade

Il “grand débat” televisivo con gli undici candidati alla presidenza francese il 4 aprile è stato seguito da oltre 5,5 milioni di spettatori, con un picco di 6,3 milioni. Nei circa 17 minuti a disposizione, Jacques Cheminade ha lanciato pesanti attacchi a tutti i candidati dell’establishment, accusandoli di essere responsabili della crisi. Si è scagliato […]

Leggi l'articolo...

Cheminade presenta il suo programma a imprenditori e agricoltori

Eliminare la speculazione finanziaria sfrenata con la separazione bancaria, il credito pubblico per finanziare l’economia reale, superare l’Euro e l’UE nella loro forma attuale e aderire al gruppo BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) per sviluppare il mondo. Sono questi i temi su cui batte il candidato presidenziale Jacques Cheminade (al centro nella […]

Leggi l'articolo...

Manifestazioni in tutto il mondo contro la guerra genocida nello Yemen

Domenica 26 marzo lo Schiller Institute ha partecipato a numerose manifestazioni di solidarietà con lo Yemen, nel secondo anniversario dell’aggressione saudita. Le manifestazioni (vedi foto) coincidevano con quella a Sana’a, capitale dello Yemen, in cui un milione e mezzo di yemeniti sono scesi in piazza per protestare contro la guerra, rischiando la vita perchè l’aviazione […]

Leggi l'articolo...

Quando la BCE chiude un occhio sui derivati di Deutsche Bank e sulla propria inchiesta

La Banca Centrale Europa e il suo Single Supervision Mechanism (SSM) devono difendersi da accuse circostanziate di aver protetto la bomba dei derivati di Deutsche Bank (e sicuramente di altre megabanche europee), così esponendo l’intero sistema bancario al rischio di esplosione. Secondo una inchiesta de Il Sole 24 Ore, pubblicata il 17 marzo, il SSM […]

Leggi l'articolo...

Un altro “successo” per gli Eurocrati: la Grecia non riesce a uscire dalla trappola del debito

L’Ufficio Parlamentare del Bilancio in Grecia ha pubblicato il 16 marzo un rapporto dal titolo “La trappola del debito”, in cui si afferma che l’enorme fardello del debito del Paese è insostenibile e va ridotto significativamente se si vuole la crescita. Il rapporto fa notare che benché la Grecia sia riuscita a ridurre il deficit […]

Leggi l'articolo...

Nessun prestito bancario per Cheminade anche se il rimborso è garantito dallo Stato

Il generale de Gaulle e Pierre Mendès France furono concordi nel constatare che il “regime dei [grandi] partiti” era responsabile della disfatta del 1940. Ecco il motivo per il quale la V Repubblica fu fondata sul principio per il quale l’elezione presidenziale è un “incontro di un uomo con la nazione” e non la scelta […]

Leggi l'articolo...

Guardare all’Asia per risolvere le tensioni transatlantiche

Mentre il G20 finanziario a Baden-Baden e la visita del Cancelliere Merkel al Presidente Trump hanno confermato i difficili rapporti tra gli Stati Uniti e l’Unione Europea, c’è l’opportunità di rimetterli in carreggiata con l’iniziativa Belt and Road proposta dalla Cina. Come abbiamo riferito la scorsa settimana, il governo cinese sta organizzando il grande Belt […]

Leggi l'articolo...

Il candidato presidenziale Cheminade: a differenza di Hollande e Macron, adotterò la separazione bancaria

Il 18 marzo il Consiglio Costituzionale francese ha annunciato ufficialmente che è stata convalidata la candidatura alla Presidenza di Jacques Cheminade, insieme ad altri 10 candidati presidenziali che hanno ricevuto almeno 500 “presentazioni” da funzionari eletti in tutto il paese. Stando alla nuova legge elettorale, le firme dei sindaci o funzionari eletti devono provenire da […]

Leggi l'articolo...

Draghi non può nascondere l’incombente disastro finanziario

Mentre Mario Draghi sosteneva, alla conferenza stampa della BCE il 9 marzo, che la politica di QE starebbe funzionando alla grande, gli ultimi dati dell’Eurozona mostrano che essa, al contrario, sta creando squilibri crescenti e pericolosi. Draghi ha pontificato sulla crescita nell’Eurozona e sui “quattro milioni di posti di lavoro” creati negli ultimi tre anni. […]

Leggi l'articolo...

Portavoce di LaRouche parla a un pubblico di imprenditori e militari a Francoforte

Il 7 marzo Harley Schlanger, da molti anni stretto collaboratore dell’economista americano Lyndon LaRouche, ha parlato a un pubblico di un centinaio di imprenditori e ufficiali riservisti tedeschi a Francoforte, in Germania, del tentativo di golpe orchestrato dai britannici contro il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. L’incontro era stato indetto dalla sezione internazionale della […]

Leggi l'articolo...

Cheminade vicino alle 500 presentazioni di sindaci per la sua candidatura

La campagna elettorale di Jacques Cheminade ha emesso oggi il seguente comunicato: “Martedì 14 marzo il Consiglio Costituzionale ha avvalorato 469 presentazioni della mia candidatura. Ciò corrisponde alle nostre attese. Contando le firme che sappiamo essere in viaggio, ci resta da raccogliere entro venerdì una quindicina di firme supplementari per garantire assolutamente che la mia […]

Leggi l'articolo...

Il sistema presidenziale francese implode: Jacques Cheminade offre l’alternativa

Parigi, 1 marzo 2017 (Nouvelle Solidarité) – Questa mattina e fino a mezzogiorno i media nazionali sono stati occupati da una notizia alquanto drammatica. François Fillon ha annullato, senza fornire spiegazioni, un tour alla Fiera dell’Agricoltura anticipato con grande enfasi mediatica. La spiegazione è stata da lui fornita durante una drammatica conferenza stampa a mezzogiorno, […]

Leggi l'articolo...

Cheminade annuncia oltre 500 firme a sostegno della sua candidatura

Il 21 febbraio Jacques Cheminade ha annunciato, in un’intervista alla radio RTL TV, che oltre 500 funzionari eletti hanno promesso per iscritto di presentare la sua candidatura alla Presidenza della Francia non appena riceveranno il modulo ufficiale per farlo, secondo le procedure previste dalla legge elettorale. I moduli sono stati spediti il 23 febbraio e […]

Leggi l'articolo...

I dinosauri dell’UE sulla via dell’estinzione

Un incontro di due ore e mezzo tra Merkel e Draghi il 9 febbraio, di cui niente è trapelato all’opinione pubblica. Non corriamo il rischio di sbagliare se affermiamo che il tema principale trattato dai due “reggenti” dell’Eurozona sia come reggere allo tsunami in arrivo da Washington. La bordata sferrata da Peter Navarro, ministro del […]

Leggi l'articolo...

Accecati dalla geopolitica, i leader europei proprio non riescono a capire

In un articolo dell’11 febbraio dal titolo “di fronte a promettenti cambiamenti strategici, i politici europei restano accecati dalla geopolitica”, Helga Zepp-LaRouche, presidente di Movisol tedesco (nella foto) esamina la svolta fondamentale in corso e come la Germania, in particolare, potrebbe influire positivamente su tale svolta. Le nuove alleanze che stanno emergendo internazionalmente, “fondate sul […]

Leggi l'articolo...

Nuovo schema d’attentato contro Natalia Vitrenko in Ucraina

MoviSol, 11 febbraio 2017

Leggi l'articolo...

Il polacco Jaroslaw Kaczynski chiede all’Ucraina di bloccare i neonazisti

MoviSol, 9 febbraio 2017

Leggi l'articolo...

Helga Zepp-LaRouche denuncia l’ipocrisia dei leader europei

MoviSol, 7 febbraio 2017

Leggi l'articolo...

Draghi ricatta l’Italia che vuole abbandonare l’Euro

MoviSol, 27 gennaio 2017

Leggi l'articolo...

Un piano Marshall per l’Africa: il ruolo della Germania

Il 18 gennaio il Ministero tedesco per la Cooperazione (BMZ) ha finalmente rilasciato l’atteso documento Fondamenti di un Piano Marshall con l’Africa. Il piano discute la necessità di ristrutturare completamente la cooperazione economica, abbandonando la mentalità “donatore-ricettore che predomina da molti decenni” a favore di “un partenariato economico basato sull’iniziativa e la proprietà”. Questo comprende […]

Leggi l'articolo...

America First o gli scopi comuni del genere umano?

MoviSol, 22 gennaio 2017

Leggi l'articolo...

Violati i diritti umani in Ucraina: il caso di Natalia Vitrenko

MoviSol, 20 gennaio 2017

Leggi l'articolo...

Il Presidente Xi Jinping porta la cooperazione vincente a Davos

MoviSol, 17 gennaio 2017

Leggi l'articolo...

Helga Zepp-LaRouche a Stoccolma su “Donald Trump e il Nuovo Paradigma”

MoviSol, 16 gennaio 2017

Leggi l'articolo...

2017: l’anno della fine dell’Euro?

MoviSol, 11 gennaio 2017

Leggi l'articolo...

Le responsabilità di Obama negli attentati del 19 dicembre

Il 19 dicembre è stato macchiato da due gravissimi attentati, l’assassinio dell’ambasciatore russo in Turchia ad Ankara e la strage al mercatino di Natale a Berlino. Il Presidente uscente degli Stati Uniti Barack Obama va inchiodato alle sue responsabilità. Il 16 dicembre Obama aveva emesso quella che LaRouche ha immediatamente definito una minaccia di morte […]

Leggi l'articolo...

Nazionalizzare MPS? Solo con Glass Steagall

Dopo il fallimento del piano di risanamento di MPS si ipotizza da più parti la nazionalizzazione della banca senese, come alternativa al “bail in” (prelievo forzoso) che colpirebbe i risparmiatori. Per Monte dei Paschi di Siena vale la stessa proposta fatta dall’economista americano LaRouche e dall’ex sottosegretario al Tesoro giapponese Kotegawa per Deutsche Bank: aiuti […]

Leggi l'articolo...

Cheminade sulla decisione di Hollande di non candidarsi

Il primo dicembre, il Presidente francese François Hollande ha annunciato che non si ricandiderà alle Presidenziali del 2017. Una decisione saggia, hanno commentato in molti, dato che gli indici di gradimento erano da mesi al di sotto del dieci per cento e avevano raggiunto il minimo storico del 4 per cento a novembre. Hollande lascia […]

Leggi l'articolo...

La Serbia guarda alla Cina, non l’UE, per lo sviluppo economico

Dopo decenni di guerre regionali, distruzione economica e sociale, il popolo serbo ora guarda con ottimismo sul futuro, grazie alle prospettive aperte dalla Nuova Via della Seta cinese. Se ne sono resi conto due delegati dello Schiller Institute durante il loro viaggio in Serbia dal 22 al 25 novembre. Il momento saliente della visita di […]

Leggi l'articolo...

I cittadini svizzeri bocciano l’uscita dal nucleare

In un referendum nazionale tenutosi il 27 novembre, il 54,2% degli elettori svizzeri hanno respinto un piano per accelerare l’uscita dal nucleare. Il risultato ha smentito i sondaggi che davano il “Sì” leggermente in vantaggio prima del voto. Se avesse vinto il “Sì”, tre dei cinque impianti nucleari svizzeri (Beznau I e II; Mühleberg) avrebbero […]

Leggi l'articolo...

La Merkel rappresenta il vecchio paradigma senza futuro

Helga Zepp-LaRouche, presidente del BueSo (Movisol tedesco, nella foto con Lyndon LaRouche) non crede che altri quattro anni di un governo Merkel facciano del bene alla Germania. In un articolo pubblicato il 26 novembre, la fondatrice dello Schiller Institute evoca la famosa preoccupazione del poeta Heinrich Heine “Quando penso alla Germania di notte”, per chiedersi: […]

Leggi l'articolo...

Sei anatre zoppe ancora attaccate al vecchio paradigma

Helga Zepp-LaRouche ha ironizzato sui sedicenti leader del mondo transatlantico in un articolo del 19 novembre, il giorno dopo gli incontri tra il Presidente uscente Obama, la cui eredità è appena andata in fumo alle elezioni presidenziali americane, e i capi di stato e di governo di Germania, Francia, Regno Unito, Italia e Spagna, a […]

Leggi l'articolo...

Cheminade sulle elezioni americane: un voto contro la politica fallimentare di Wall Street

Pubblichiamo il commento di Jacques Cheminade, candidato alla Presidenza in Francia, all’indomani dell’elezione di Donald Trump a Presidente degli Stati Uniti. Il risultato dell’elezione americana è un’ondata partita dal profondo. Significa il rifiuto della politica di Washington e di Wall Street, della loro incompetenza e della loro costante ingiustizia sociale. Gli elettori hanno infine votato […]

Leggi l'articolo...

L’Europa impedisce la ricostruzione dopo il terremoto

La nuova, terribile scossa che ha colpito i centri abitati dei monti sibillini il 30 ottobre avviene nel mezzo della disputa tra Roma e Bruxelles sulla quota di bilancio da destinare alla ricostruzione e alla prevenzione sismica. Mentre la nuova scossa ha fatto già salire drammaticamente il conto dei danni, una notizia buona c’è: è […]

Leggi l'articolo...

Grave irruzione del battaglione Azov nella sede del partito di Natalia Vitrenko

Abbiamo appreso da Kiev che le forze di sicurezza del governo ucraino, insieme al battaglione Azov (nella foto), che fu strumentale nel golpe violento del febbraio 2014 con cui fu rovesciato il Presidente eletto Janukovich, hanno occupato illegalmente la sede del Partito Socialista Progressista Ucraino (PSPU). Il raid è avvenuto venerdì 28 ottobre. L’economista Natalia […]

Leggi l'articolo...

Manifestazioni a Roma e in Sardegna contro la guerra genocida nello Yemen

MoviSol, 27 ottobre 2016

Leggi l'articolo...

Lione: anche de Gaulle e Adenauer sarebbero per la Nuova Via della Seta!

MoviSol, 26 ottobre 2016

Leggi l'articolo...

L’Europa deve abbandonare la geopolitica e cogliere le occasioni offerte dalla Nuova Via della Seta

MoviSol, 25 ottobre 2016

Leggi l'articolo...

I leader africani mettono Angela Merkel di fronte alla realtà

MoviSol, 21 ottobre 2016

Leggi l'articolo...

L’impotente rabbia britannica tenta di colpire Putin

MoviSol, 18 ottobre 2016

Leggi l'articolo...

L’Italia invierà 140 soldati in Lituania

MoviSol, 16 ottobre 2016

Leggi l'articolo...

IL PASSO SUCCESSIVO

Pace e crescita economica!

La Campagna

Editoriali e Video

  • Infrastrutture e corridoi di sviluppo per Mediterraneo, Africa e Asia

  • 1

L’archivio sul vecchio sito

Login Form

scathd.com boxfetish.net extremeclip.net